Sfincia di San Giuseppe

La “sfincia di San Giuseppe” è uno dei dolci tipici della pasticceria siciliana, si mangia per festeggiare il santo protettore dei poveri, unendo tra loro ingredienti di origine povera. E’ un dolce prelibato, buonissimo che contiene in se tutta la vera essenza della pasticceria siciliana. Nel dettaglio, si tratta di golose frittelle rotonde e cave, dalla forma irregolare, morbide che rassomigliano a delle vere spugne. Il nome ‘sfincia’ ha un’etimologia latina, deriva infatti dal termine ‘spongia’, ovvero spugna, a sua volta mutato dal greco ‘sfoggia’. Le ‘sfince’ vengono farcite e poi ricoperte con crema di ricotta, (la stessa che si usa per farcire il mitico cannolo), vengono poi decorate con canditi, pistacchi e gocce di cioccolato

Sfincia di San Giuseppe 7
Sfincia di San Giuseppe

Sfincia di San Giuseppe 8
Sfincia di San Giuseppe

Sfincia di San Giuseppe 9
Sfincia di San Giuseppe

 

cappello-pasticcionaIngredienti per l’impasto:

  • gr.300 di farina 00,6 uova, 1/2l.di acqua, un pizzico di sale, gr.100 di burro.

Ingredienti crema di ricotta:

gr.300 di ricotta fresca, gr.100 di zucchero, gr.30 di cioccolato fondente, gr.50 di zuccata, gr.30 di pistacchi, scorzette d’arancia candita, ciliegie candite, zucchero in polvere q.b.

Preparazione:

  • Mettete in un tegame sul fuoco l’acqua ed il burro. Non appena il burro si sarà sciolto e l’acqua sarà giunta a bollore spegnete la fiamma e versate tutta insieme nel tegame la farina con il sale. Rimescolate velocemente finché la farina non si stacchi bene dalle pareti del recipiente.
  • Fate raffreddare e riprendete a lavorare aggiungendo ad uno ad uno i tuorli d’uovo e poi i bianchi montati a neve, aspettando ogni volta che si siano assorbiti nella pasta prima di versare il successivo tuorlo o albume. Il composto dovrà risultare morbido ed omogeneo.
  • A questo punto con un cucchiaio versate il composto in un tegame e fatelo friggere in olio e strutto bollente. Per ogni “sfincia” saranno sufficienti due o tre cucchiai.
  • Lasciatele dorare da ogni parte e metttele ad asciugare sulla carta assorbente. Quando saranno fredde ricopritele da un solo lato con la crema di ricotta che avrete preparato nel modo solito con ricotta, zucchero, cioccolato e zuccata.
  • Guarnite ogni sfincia con una scorzetta di arancia candita , una ciliegia candita e pistacchi tritati. Spolverizzate in fine con zucchero a velo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *