Pere sciroppate

Ingredienti:

  • 500 gr di pere sbucciate ( peso netto ), 50 gr di zucchero semolato, cannella, chiodi di garofano, scorza di limone.

Preparazione:

  • Le pere più indicate per essere sciroppate sono le pere bergamotte (che non debbono però essere troppo mature ma già succose) e le pere moscatelle.
  • Le pere piccole si lasciano intere, le grandi si dividono a metà o in quattro parti, si sbucciano e si mettono a cuocere a fuoco moderato con acqua e zucchero (500 gr di pere pulite, 125 gr di zucchero).
  • Quando sono tenere ma hanno ancora la loro forma, si levano dal fuoco, si aggiungono al succo 375 gr di zucchero, si “fa bollire un po’, quindi si versa sulle pere messe in una terrina.
  • Il giorno seguente si cola il succo, si aggiunge un poco di cannella, qualche chiodo di garofano, un po’ di scorza di limone e si mette al fuoco per far condensare, si aggiungono le pere e si fanno cuocere per 10 minuti.
  • Si levano le pere e si dispongono nei vasi; se è necessario si fa condensare ancora un poco lo sciroppo e lo si versa ancora caldo sulle pere.
  • Note: Pera  estiva
  • Il frutto è definito dalla caratteristica forma che può essere più o meno accentuata secondo la varietà di appartenenza. È presente sul mercato per buona parte dell’anno. Tra quelle estive si ricordano la William di colore verde chiaro con polpa bianca, zuccherina e aromatica; la William rossa, di colore giallo con sfumature rosse, dorata di polpa succosa e aromatica; la max bartlett, con buccia a fondo giallo e coloritura rosso vivo in sovrapposizione, polpa dolce e aromatica; la gouyot, di colore verde giallo, maculata, con polpa granulosa e dolce; la coscia, di colore verde chiaro che a maturazione diventa giallo pallido, con polpa granulosa e sapore zuccherino, leggermente aromatico.
  • Acquisto: i frutti devono essere sodi, non cedevoli, con picciolo di colore verde, non lignificato, ben attaccato al frutto. Le pere estive vanno raccolte una settimana prima della piena maturazione e poi lasciate a riposo in modo che diventino più zuccherine.
  • Impiego: si consuma al naturale, anche in abbinamento con formaggio e insalate crude di verdure. Si prepara in composta. Si prepara in composta e in confettura. Si utilizza nella preparazione di torte come quella al cioccolato o con la ricotta e in alternativa alle mele nella tarte tatin.
  • Nota nutrizionale: è un frutto rinfrescante, depurativo, diuretico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *