Marmellata di pere

Ingredienti:

  • 2 kg di pere, 800gr di zucchero semolato, 2 limoni, 1 bicchiere di maraschino.

Preparazione:

  • lavate e pelate le pere, tagliatele in 4 spicchi, togliete il torsolo e mettetele in una pentola con metà dello zucchero e il succo dei due limoni. Fate cuocere per 10 minuti a fuoco moderato, mescolate spesso.
  • Passate la frutta al passaverdura, unite l’altra metà dello zucchero e rimettete il composto sul fuoco a calore moderato per circa 20 minuti, mescolate spesso, poi trascorso questo tempo fate la prova del piattino: (che consiste nel far cadere da un cucchiaino su un piatto asciutto un poco di composto che state preparando; se la marmellata si attacca al piattino e non scorre su di esso ciò vuol dire che è già pronta.)
  • Se è positiva, togliete la marmellata dal fuoco, aggiungete il maraschino e mescolate bene.
  • Versate subito la marmellata nei vasi caldi, chiudeteli ermeticamente, capovolgete i vasetti e lasciateli in questa posizione per una decina di minuti, (in modo che si formi il sottovuoto), rimetteteli quindi in piedi.
  • Lasciate raffreddare i vasetti di marmellata, etichettateli e poi, riponeteli in dispensa. Potete anche sterilizzare i vasetti.
  • Degustate la marmellata dopo 1 mese dalla preparazione.

Note: Pera invernale

  • Il frutto può essere tondeggiante o allungato con polpa burrosa, che diventa granulosa man mano che si avvicina al torsolo. Ha colore verde, oppure verde-giallo, o ruggine, con possibili coloriture rosate. Ha il profumo tipico della pera matura, sapore delicato, dolce, aromatico.
  • Tra le varietà invernali si ricordano: passa crassana di forma arrotondata, buccia spessa, colore dal giallo al verde con presenza di ruggine e polpa granulosa;  decana d’inverno, con buccia verde tendente al giallo, punteggiata, a polpa bianca, dolce, granulosa.
  • A dicembre, e ancora per diversi mesi, sono reperibili altre varietà di pere che giungono a maturazione fra settembre e novembre, quali l’abate (di forma allungata, con buccia verde chiaro-giallo, rugginosa, polpa bianca, soda, succosa e profumata), la conference (piriforme, succosa e dolce con buccia verde-giallo bronzata), la kaiser (di forma regolare, dalla caratteristica buccia color tabacco, rugginosa e polpa croccante) e la martin-sec (di forma oblunga, con buccia color rosso mescolato a ruggine e polpa bianca), tra le migliori pere da cuocere.
  • Acquisto: scegliere frutti integri, senza ammaccature, con picciolo ben attaccato.
  • Nota nutrizionale: la pera invernale non è molto ricca di vitamine. Ha , infatti, scarse vitamine B, C, e tracce di vitamina A. contiene però zolfo, cloro e fluoro. Contiene inoltre fibre e pectine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *