Babbaluci con aglio e prezzemolo

I babbaluci o lumache con aglio e prezzemolo sono una specialità palermitana. A Palermo è tradizione mangiarle soprattutto durante il festino di Santa Rosalia, Santa Patrona della città, che liberò gli abitanti dalla peste del 1624. I festeggiamenti del festino durano tre giorni dal 13 al 15 luglio ,durante questi giorni nelle  vie più popolari di Palermo, ed in particolar modo al Foro Italico luogo dove si conclude il festino, fra sfilata del carro della Patrona, dove la religione si fonde con il folklore e durante le celebrazioni tra le bancarelle si consumano piatti tipici, uno di questi appunto sono i babbaluci.

Babbaluci con aglio e prezzemolo
Babbaluci con aglio e prezzemolo

Babbaluci con aglio e prezzemolo
Babbaluci con aglio e prezzemolo

Babbaluci con aglio e prezzemolo
Babbaluci con aglio e prezzemolo

Ziti a vasàri e babbalùci a sucàri nun pònnu mai saziàri
Fidanzati da baciare e lumache da mangiare non possono mai saziare


Ingredienti per 6 persone:

  • 1 kg di babbalùci (lumachine ), 1 testa d’aglio, abbondante prezzemolo, sale, pepe nero, olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

  • Per cucinare i babbalùci bisogna prima prepararli lavandoli ben bene: prendete un largo recipiente pieno d’acqua e strofinate, senza farle rompere, le lumachine, in modo da togliere tutti i residui del guscio e interni.
  • Se è necessario, togliete con l’aiuto di uno stuzzicadenti, la piccola membrana presente in prossimità dell’apertura.
  • Cambiate l’acqua spessissimo e continuate fino a che risulta pulita e limpida.
  • Dopo aver terminato questa prima parte del procedimento, prendete una pentola grande e distribuite del sale grosso sul bordo, in modo che i babbaluci non fuoriescano.
  • Lasciate riposare al sole per circa due ore, in modo tale che escano fuori dal guscio, per via del calore. Dopo averle lavate ben bene si pongono in un tegame il cui bordo si ricopre di sale umido facendo attenzione a non farlo cadere nell’acqua.
  • Si comincia con un fuoco bassissimo che permette di fare uscire le malcapitate dal guscio. Appena saranno stordite si alza la fiamma, si aggiunge il sale e si lasciano bollire per qualche minuto e quindi si scolano.
  • Soffriggete la testa d’aglio tritata,in abbondante olio d’oliva.
  • Aggiungete sale e pepe nero. Al soffritto aggiungete le lumache, dopo averle cucinate come scritto sopra, e abbondante prezzemolo. Lasciate insaporire qualche minuto prima di consumarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *