Spinaci al burro

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg. di spinaci, 50 gr. di burro, 50 gr di parmigiano, sale, pepe.

Preparazione:

  • Pulite e lavate gli spinaci, metteteli in una pentola senza aggiungere acqua e cuocete a fuoco medio per circa 10 minuti.
  • Colateli, e dopo averli lasciati raffreddare, strizzateli moderatamente (devono mantenere un pò della loro acqua di cottura). In un tegame, fate sciogliere il burro, e aggiungete gli spinaci “strizzati” che lascerete insaporire per circa 15 minuti.
  • Aggiungete il parmigiano e lasciate mantecare per 3 minuti ancora, aggiungete sale per insaporire e, se gradite, un pizzico di pepe.
  • Note:
  • Lo spinacio è una pianta erbacea dotata di foglie leggermente allungate, bollose, carnose e al tempo stesso croccanti, di colore verde intenso, scuro. Le foglie piccole caratterizzano gli spinaci primaverili, particolarmente teneri, quelle grosse le produzioni invernali. Va ancora detto che i primaverili, grazie all’esposizione solare, sono più ricchi di sostanze benefiche.
  • Acquisto: gli spinaci vanno scelti con foglie chiare se sono destinate al consumo crudo, di colore verde scuro se si cuoceranno. Da preferire quelli sviluppati nella foglia e non fusto. La foglie in ogni caso devono essere carnose, turgide, ben erette.
  • Impiego: gli spinaci vanno consumati subito dopo la raccolta e si possono preparare sia crudi in insalata sia cotti. Devono essere sottoposti a un’accurata pulizia in quanto le piantine trattengono molto terriccio, pertanto occorre sciacquarli più volte. Se si vogliono bollire sono sufficienti 5 minuti di cottura. Per evitare dispersione di sapore  e di Sali minerali è opportuno cuocerli in pochissima acqua: è sufficiente quella rimasta sulle foglie dopo il lavaggio. Una volta bolliti possono essere passati in padella nel burro o utilizzati per preparare gnocchi con la ricotta, frittate, o in numerosi ripieni (tortelli, cannelloni, torte salate). Sono un ottimo contorno per piatti di carne e pesce.
  • Nota nutrizionale: gli spinaci sono ricchi di vitamina C e di sostanze antiossidanti. Hanno un alto contenuto di ferro, che però viene solo parzialmente assimilato a causa della compresenza di acido ossalico che ne limita l’assorbimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *