Capesante gratinate

Ingredienti:

  • calcolate 2-3 capesante per commensale, prezzemolo, pangrattato, cognac, burro, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lavate e spazzolate con cura le capesante, apritele, eliminate il sacchetto di sabbia e sciacquatele rapidamente sotto l’acqua corrente.Eliminate la parte piatta della conchiglia.
  • Preparate l’impanatura mescolando il pangrattato con il prezzemolo tritato, un pizzico di sale, una manciata di pepe e un goccio di cognac, evitando che l’impasto risulti troppo umido.
  • Impanate le capesante e rimettetele nelle loro conchiglie, bagnatele con un altro goccio di cognac e disponete un pezzetto di burro sopra ciascuna.
  • Lasciate gratinare in forno a 180°C  le capesante per una decina di minuti e servitele ben calde.
  • Note:
  • La capasanta o cappasanta, detta anche conchiglia di San Giacomo o coquille Saint-Jacques, è un frutto di mare con guscio a forma di ventaglio largo 8 e più centimetri. Il mollusco è formato da una parte bianca di forma cilindrica, la “noce”, e da un corno rosso o aranciato contenente le uova, detto “corallo”. I periodi migliori per consumarle sono l’estate e l’inverno.
  • Acquisto: il guscio, se schiuso, deve opporre resistenza quando si cerca di aprirlo con le dita.
  • Impiego: aprire le cappesante, staccare il frutto dal guscio e lavarlo eliminando la membrana sabbiosa che lo avvolge. È preferibile non conservare le cappesante in frigorifero più di un giorno. Una volta sgusciate, si possono cuocere al vapore, impanarle e friggerle, o farle saltare in padella in burro chiarificato o olio. Per prepararle al gratin, lavare le valve concave e deporvi il frutto intero cosparso di un mix di pangrattato, prezzemolo e aglio.
  • Nota nutrizionale: le cappesante contengono Sali minerali quali calcio e sodio, ma anche grassi omega 3.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *