“Spitini” Palermitani da rosticceria

Gli spiedini da rosticceria, “Spitini” in siciliano, sono delle squisitezze fritte della cucina siciliana. Fanno parte dello street food palermitano, si trovano normalmente in tutte le rosticcerie e bar della città. La preparazione di questa raffinata ghiottoneria è un po’ laboriosa, ma dal risultato ineccepibile.

"<yoastmark

"Spitini" Palermitani da rosticceria

"<yoastmark

Ingredienti per il ragù

150gr di tritato di carne di maiale, 150gr di carne tritata di manzo, 1 scalogno, ½ carota, 200g di piselli lessati in acqua salata, 100gr di concentrato di pomodoro (o estratto), 50 g di caciocavallo grattugiato, ½ bicchiere di vino rosso, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Ingredienti per gli” spitini”

pane raffermo (o fette di pan carrè), besciamella, farina, 4uova, latte, pangrattato, sale, spiedi di legno.

Preparazione

Tritate molto finemente la carota e lo scalogno in un tegame con l’olio. Fate soffriggere a fuoco molto basso per 10 minuti le verdure, poi aggiungete la carne tritata ed alzate la fiamma.

Fate insaporire la carne fintanto che non si asciuga tutta la sua acqua di cottura, quindi aggiungete mezzo bicchiere di vino rosso.

Quando il vino sarà completamente evaporato, aggiungete il concentrato di pomodoro (o estratto) diluito in mezzo bicchiere d’acqua tiepida, i piselli, un pizzico di sale, una manciata di pepe.

Fate cuocere per 10-15 minuti, mescolate spesso e aggiungete se necessario poca acqua calda se il sugo tendesse ad asciugarsi troppo.

A fine cottura aggiungete il caciocavallo grattugiato, e amalgamatelo bene alla salsa.

Preparate una besciamella piuttosto liquida, che vi servirà sia come condimento che come legante.

A questo punto rimettete sul fuoco molto basso il ragù, aggiungete 5-6 cucchiai della besciamella. Fate cuocere ancora per 5 minuti, mescolate spesso fino ad ottenere un a salsa piuttosto densa.

Tagliate il pane raffermo in tanti rettangoli lunghi 7-8 centimetri, alti 2-3 centimetri.

A questo punto avete tutti gli ingredienti pronti. Procedete alla composizione dello”spitino”.

Bagnate i rettangoli di pane nel latte, posizionateli sul piano da lavoro, poi prendete una polpetta di ragù e posizionatela davanti il pane, proseguite in questo modo per altre 3 volte , in modo che lo “spitino” finito abbia 3 fette di pane e 2 polpette di ragù.

Prendete gli spiedi di legno, e con molto garbo infilzate lo” spitino” preparato, accorciate gli spiedi di legno in modo che sporgano pochi centimetri per lato.

Passate gli “spitini” preparati nella besciamella, poi nella , poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Procedete ancora ripassando gli “spitini” nell’uovo sbattuto, e nel pangrattato (doppia panatura).

Friggete gli spitini in abbondante olio caldo,quando saranno ben dorati, toglieteli dalla padella, metteteli a perdere l’unto in eccesso su carta assorbente da cucina, aspettate un minuto, sfilate gli spiedi di legno e servite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *