Sgombri a “ linguata”

Sgombri a “ linguata”
Sgombri a “ linguata”

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di  piccoli sgombri, farina, olio extravergine d’oliva, sale.

Preparazione:

  • Pulite gli sgombri, privateli della testa e della lisca centrale e ricavatene due filetti da ciascun pesce; poi, eliminate tutte le altre spine e lavateli con cura.
  • Sgocciolateli e disponeteli in una terrina. Coprite a filo con l’aceto e lasciate macerare per 20 minuti circa.
  • A questo punto, asciugate gli sgombri con carta da cucina; infarinateli leggermente e friggeteli in olio caldo, salando a fine cottura.
  • Note:
  • Lo sgombro, come la sardina, è un pesce diffuso ma non sempre sufficientemente apprezzato in quanto è considerato un “pesce povero” come tutti i pesci azzurri (acciuga, sardina, sauro, sgombro ecc.). di taglia medio-piccola, supera spesso i 25 centimetri di lunghezza, ha colore azzurro tigrato da strie blu scuro sul dorso, al contrario di fianchi e ventre che sono bianchi argentati, ed è privo di squame. La testa è appuntita, con bocca munita di piccoli denti. È presente sul mercato numerosi mesi dell’anno, ma è tra l’inverno e la primavera che gli sgombri hanno polpa di particolare pregio.
  • Acquisto: sul banco di vendita deve presentarsi lucido, sodo al tatto, con occhi convessi e chiusura anale ben serrata.
  • Impiego: è un pesce grasso, per cui si presta essere cucinato alla griglia e al forno.ma va provato anche in umido, per esempio con pomodoro e piselli. Da proporre pure bollito, condito con olio extravergine d’oliva e succo di limone emulsionati con qualche cucchiaio dell’acqua di cottura del pesce.
  • Nota nutrizionale: è ricco di Sali minerali e omega 3, grassi protettori del sistema cardiovascolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *