Crema pasticcera in coppa

Crema pasticcera in coppa 7

Crema pasticcera in coppa 8

Crema pasticcera in coppa 9


Ingredienti
:

  • mezzo litro di latte, 1 uovo intero , 3 tuorli, 100g di zucchero semolato, 50g di farina, 20g di burro, 1 stecca di vaniglia, scorza di 1 limone grattugiata finemente.

Preparazione:

  • Mettete il latte in un tegame, unite la stecca di vaniglia e portate a ebollizione. A parte, in una ciotola, frullate i tuorli e l’uovo intero assieme alla farina e incorporate lo zucchero.
  • Versate a poco a poco il latte bollente, mescolando in continuazione. Mettete il composto in un tegame sul fuoco e portate a bollore; togliete subito dal fuoco, unite la scorza di limone grattugiata e il burro e fate raffreddare rapidamente.
  • Ora la crema pasticciera è pronta per essere gustata: potete distribuirla in coppe, formando della spirali con l’apposita tasca da dolci, e decorarla con granella di cioccolato e frutta di stagione, oppure potete usarla per farcire torte, arricchire budini, macedonie, coppe gelato.
  • Note:
  • Dentro al guscio dell’uovo, composto per la maggior parte da carbonato di calcio, si distinguono due sostanze diverse: l’albume e il tuorlo. Il primo è ricco di proteine; il tuorlo, oltre alle proteine, contiene grassi costituiti da colesterolo, preziosi acidi grassi insaturi e grassi saturi. L’uovo è ricco inoltre di minrali (calcio, ferro, potassio, fosforo) e vitamine (soprattutto la vitamina A). siamo pertanto di fronte a una vera e propria bomba nutritiva. Per questa ragione è meglio limitarne il consumo settimanale. L’uovo inoltre, purchè fresco e cotto senza l’aggiunta di grassi, è un alimento estremamente digeribile.
  • Acquistate possibilmente uova fresche, cioè deposte da non più di una settimana, e conservate in frigorifero a una temperatura massima di 4°C. per verificare la freschezza, osservate l’uovo in controluce: la pellicola che riveste internamente il guscio non deve essere staccata. Un altro metodo consiste nell’immergere le uova in acqua fredda, alla quale avrete aggiunto del sale (circa 25 g ogni litro): se l’uovo affonda è fresco, se galleggia è vecchio.
  • Infine, quando rompete l’uovo, l’albume deve apparire denso, compatto e l’odore deve essere gradevole; se l’albume è fluido e l’odore sgradevole, l’uovo è sicuramente da buttare. Quando le uova sono fresche, si conservano in frigorifero anche per un mese.
  • Le uova confezionate recano comunque sul guscio la data di scadenza. Se dovete montare tuorli e albumi, lasciate che l’uovo si riscaldi a temperatura ambiente per almeno 2 ore. Per montare gli albumi a neve aggiungete un pizzico di sale o qualche goccia di limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *