Amaretti

Ingredienti per 8 persone:

  • 500g di mandorle dolci pelate, 120g di zucchero semolato, essenza di mandorle amare, 5 albumi, 1 limone.

Preparazione:

  • Tritate finemente le mandorle e amalgamatele con lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, 3 gocce di essenza di mandorle amare, e gli albumi montati a neve.
  • Appena il composto sarà omogeneo, prelevatene piccole porzioni con un cucchiaino e adagiatele, distanziandole un poco una dall’altra, su una teglia rivestita di carta da forno.
  • Infornate la placca a 180°C e cuocete gli amaretti per 15-20 minuti. Lasciate , quindi, raffreddare i dolcetti, prima di servirli.
  • Variante: al posto dell’essenza di mandorle si possono usare 30g di mandorle amare ogni 450g di quelle dolci.
  • Note:
  • Le mandorle, semi del mandorlo (Prunus dulcis), sono semi oleosi ricchi di vitamine e minerali. Aiutano a mantenere in buona salute il cuore, le arterie e le ossa, e rappresentano anche un valido rimedio naturale contro l’anemia. Scopriamole meglio.
  • Impiego: le mandorle, oltre ad essere una medicina naturale, sono davvero buonissime.
  • Il loro uso in cucina è molto vario: vengono utilizzate per fare dolci ma anche per preparare ricette salate. Sono molto apprezzate come snack, al naturale o tostate al forno. Dalla macinazione della mandorle secche decorticate, si ottiene la farina di mandorle, ricca di proteine, zuccheri e vitamina E. Nelle regioni dell’Italia Meridionale, le mandorle sono le protagoniste di molte preparazioni gastronomiche, pensiamo ad esempio alla pasta di mandorle o al marzapane, anche chiamato pasta reale (perché degna di un re!). Una bevanda piuttosto diffusa e preparata con questi gustosi semi è il latte di mandorla: delizioso e nutriente è perfetto come sostitutivo del latte per i neonati che soffrono di intolleranza al latte vaccino o per chi segue una dieta vegana.
  • Come tostare le mandorle: acquistate le mandorle intere, evitando quelle spellate perché sono già molto secche. Spellatele voi, togliendo per bene la pellicina marrone che rilascia il retrogusto amaro. Lasciatele una notte dentro l’acqua e il giorno dopo sciacquatele bene sotto l’acqua corrente. Mettetele in un colino e lasciatele gocciolare. Asciugatele per bene con un po’ di carta da cucina. Potete tostarle a questo punto, decidendo tra la tostatura in forno o in padella. La tostatura in padella è sicuramente la più veloce. Disponetele dentro la padella e mettetele sul fuoco. Scuotetela spesso per non farle bruciare. SPegnete quando sono dorate. Se preferite il metodo del forno invece, preriscaldatelo e disponete le mandorle sopra una teglia, evitando di sovrapporle. Infornatele a 150° per 10 minuti circa.
  • Nota nutrizionale: le mandorle sono una preziosa riserva di vitamina E e di sali minerali, soprattutto di magnesio, ferro e calcio. Tra i semi oleosi sono quelli che vantano il più alto contenuto di fibre (12%). Sono costituite per il 50% da grassi monoinsaturi e polinsaturi, le mandorle sono una preziosa fonte di energia e hanno un potere calorico elevato (100 grammi di mandorle contengono 600 kcal), per questo vanno consumate con parsimonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *