Pizza con ragù di carne alla Siciliana

Pizza con ragù di carne alla Siciliana
Pizza con ragù di carne alla Siciliana

Pizza con ragù di carne alla Siciliana
Pizza con ragù di carne alla Siciliana

Pizza con ragù di carne alla Siciliana
Pizza con ragù di carne alla Siciliana

Ingredienti per la pasta (per 4 persone):

  • 500 gr. di farina 00, 25 gr. di lievito di birra, 1 cucchiaio di zucchero semolato, 50ml di olio extravergine d’oliva,1 cucchiaino di sale, 250ml di acqua .

Ingredienti per il condimento:

  • 2-3 mestoli di ragù di carne alla siciliana ( per la ricetta del ragù alla siciliana cliccate  qui) , olio extravergine d’oliva, sale, pepe, 200g di mozzarella, 50 g di caciocavallo fresco,origano.

Preparazione:

  • Mettete la farina sulla spianatoia, impastatela con il lievito sciolto nell’acqua tiepida, aggiungete l’olio, lo zucchero e il sale.Lavorate bene la pasta per almeno un quarto d’ora, poi raccoglietela a palla, la pasta deve risultare elastica e morbida, ricopritela con un tovagliolo e lasciatela lievitare in luogo tiepido per 3 ore.Intanto preparate il ragù di carne alla siciliana, grattugiate il caciocavallo e la mozzarella in una grattugia a fori larghi, e tenete da parte.
  • Passato il tempo della prima lievitazione, stendete, in una larga teglia unta d’olio, la pasta dello spessore di circa 1 cm, pigiatela con le dite unte d’olio, e lasciatela lievitare ancora per 1 ora e mezza.Trascorso il tempo della seconda lievitazione, condite la pizza con il ragù, un filo d’olio d’oliva e una spolverata di origano.
  • Mettete in forno già caldo a 250°C per circa 15 minuti, poi tirate fuori la pizza e finite di condirla, aggiungete la mozzarella e il caciocavallo grattugiati a filo, una generosa spolverata di origano e un filo d’olio.
  • Rimettete la pizza in forno, per 5 minuti fino a che la mozzarella e il caciocavallo si saranno sciolti e la pizza sarà ben dorata e croccante. Lasciate riposare la pizza per 3-4- minuti nel forno già spento , poi tagliatela a spicchi, mettetela su un piatto da portata e servite.

  • Controllate la cottura perché dipende dallo spessore della pasta e dal tipo di forno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *