Gamberetti marinati

 Ingredienti per 4 persone:

  • 1,2kg di gamberetti, 4 limoni, 1 spicchio d’aglio, 1 mazzetto di prezzemolo, 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale, peperoncino.

Preparazione:

  • Scegliete gamberetti freschissimi e lavateli in abbondante acqua corrente.
  • Staccate delicatamente la testa e il guscio con uno stecchino, eliminate anche il filo scuro dal dorso.
  • Trasferite le code in una terrina, disponetele in un solo strato.
  • Aggiungete l’aglio schiacciato; coprite con il succo di limone filtrato e lasciate marinare i gamberetti per un paio d’ore.
  • Trascorso questo tempo, sgocciolate i gamberetti e sistemateli in un piatto da portata.Irrorateli d’olio e cospargeteli di sale, peperoncino in povere e abbondante prezzemolo tritato.
  • Fate insaporire i gamberetti per qualche minuto, prima di servire.
  • Note:Il gambero, grigio, rosa o rosso è un crostaceo molto apprezzato per la polpa dolce e viene convenzionalmente chiamato, secondo la grandezza, gamberetto, gambero, gamberone. Non possiede  chele, ha l’addome allungato che termina con una pinna caudale. In alcuni mesi dell’anno (e in genere nei giorni precedenti la luna piena) i crostacei sono più polposi, maggiormente pieni.
  • Acquisto: i gamberi devono essere lucidi, umidi, rigidi; anche arti e antenne devono risultare rigidi. Pertanto non sono da prendere in considerazione esemplari opachi, di colore giallastro, con antenne penzoloni. Gli occhi, inoltre, devono essere neri, lucidi e sporgenti. Il torace è unito alla coda tramite un legamento appena percettibile, di colore bianco; non deve perciò essere molto visibile e avere tonalità scure. L’odore deve essere invitante, in genere salmastro.
  • Impiego: i gamberi rossi, che sono di particolare pregio, sono ottimi crudi. I gamberi e i gamberoni vanno sempre privati del filo intestinale. Se si vuole cuocerli senza eliminare il carapace, togliete un anello di guscio della coda, incidete leggermente per il lungo la porzione di dorso scoperto e, con l’aiuto di uno stecchino, sfilate il filo intestinale.
  • I gamberetti possono essere consumati al naturale o fritti con guscio e vanno sciacquati. I gamberi e i gamberoni si possono friggere, cuocere al vapore, in spiedino al forno o alla brace, bollire.
  • Nota nutrizionale: forniscono un buon apporto proteico, sono ricchi di iodio e connntengono vitamine del gruppo B.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *