Zuppa di pesce

Written by admin on agosto 3, 2011

Ingredienti per 4 persone:

  • 700g di pesce a trance ( cernia, dentice, gronco), 2 aragostine, 4 scorfani medi, 300g di gamberi o scampi, 300g di calamaretti seppie già puliti, 1 cipolla, 1 foglia di alloro, 1 spicchio d’aglio, 1 tazza di salsa di pomodoro, 1 cuore di sedano con le foglie, 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, 1 mazzetto di prezzemolo, fette di pane casereccio, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lessate per 5 minuti le aragostine; pulite e lavate gli scorfani.Fate appassire un trito di cipolla, sedano e prezzemolo in un tegame con l’olio e alloro.
  • Aggiungete la salsa, abbondante acqua calda, una presa di sale e una spolverata di pepe e lasciate sobbollire per qualche minuto;
  • incorporate un trito d’aglio e prezzemolo.Immergete, quindi, i calamari e le seppie a pezzetti e gli scorfani e cuocete per 10 minuti.
  • Trascorso questo tempo, unite i pesci a trance e, 5 minuti dopo, le aragoste divise a metà e i gamberi e proseguite la cottura per altri 5-6 minuti.
  • Quando la zuppa sarà pronta, filtrate il brodo e distribuitelo nei piatti con le porzioni di pesce. Accompagnate con fette di pane tostato.
  • Note:
  • La cernia è un pesce molto pregiato, con carni compatte e ben digeribili, dal tenore lipidico moderato.La cernia è un pesce di mare molto pregiato con carni digeribili e con una discreta presenza di omega 3.Ogni specie di cernia si distingue per il colore caratteristico della livrea: la cernia marrone, di colore bruno col ventre con sfumature giallognole; la cernia nera è di colore grigio-violaceo più o meno uniforme; la cernia dorata è di colore bruno-grigiastro con una macchia dorata sui fianchi, poi abbiamo ancora il dotto o cernia di fondo, la cernia bianca quella rossa e infine quella brasiliana, la più piccola (30-40 cm).
  • Impiego: Molto apprezzate per la qualità delle loro carni, unitamente alla scarsa presenza di lische, possono essere cucinate con cottura al forno o alla griglia. Per pulirla, si eliminano prima le squame, partendo dalla coda, con un coltello o uno squamatore, poi la si eviscera incidendo lo stomaco (dalla coda verso la testa) e si eliminano le branchie e la pelle con un coltello affilato. Nelle pescherie si trovano di solito cernie di piccole dimensioni, sufficienti per una o due porzioni; nel caso di esemplari di taglia grande si consiglia di dividerle a tranci. Se acquistata fresca, la cernia resiste al massimo 2 giorni in frigorifero; per conservarla al meglio va avvolta intera in un foglio di carta paraffinata. È possibile inoltre congelarla, se molto fresca, dopo averla eviscerata: si conserva così fino a 3 mesi.
  • Acquisto: al momento dell’acquisto verificare che  abbia: colorazione viva, carni sode e compatte e un delicato odore delicato e marino. Sono assolutamente da scartare gli esemplari che hanno colore spento, carni molli e cattivo odore.
  • Nota nutrizionale: Nota nutrizionale: La cernia è un pesce  ricco fosforo, potassio e vitamine A e D, di omega-3,protettivi per il cuore e il sistema cardiocircolatorio in genere.

Leave a Comment