Voli di gusto ( Palermo e dintorni)

Duomo di Monreale ( Palermo)
Duomo di Monreale ( Palermo)

  • Prenotando uno dei numerosi voli last minute potrete volare in una delle più importanti città italiane Palermo, ricca di sapori e profumi che fanno parte di un’antica tradizione culinaria.
  • A pochi passi da Palermo, è possibile visitare due luoghi molto caratteristici : Monreale e Piana degli Albanesi.
  • Monreale, a 5 km da Palermo, è una stupenda cittadina che sorge ai piedi del monte Caputo, è famosissima per la Cattedrale in stile arabo – normanno, ricca in maniera infinita di decori e mosaici ricoperti d’oro purissimo.
  • I numerosi locali del centro storico offrono un menù ricco che va dalle pizze alla cucina tipica siciliana, da provare è il Pane di Monreale e i biscotti cotti a legna: i cosiddetti biscotti ad S ed i biscotti oblunghi ripieni di marmellata di cotogne o di cedri canditi e spennellati di zucchero glassato.
  • Piana degli Albanesi è il centro più importante delle colonie greco-albanesi della Sicilia. Situata su un altopiano montuoso, che si specchia su un ampio lago omonimo, e sul versante orientale dell’imponente monte Pizzuta, dista dal capoluogo di provincia 24 km.
  • La gastronomia arbëreshe, propone piatti e dolci tipici della tradizione siculo-albanese. La cucina albanese è molto semplice ma saporita per gli aromi utilizzati nei piatti. Ricco di valori e sapori, legato alla cultura del popolo, il cibo, con le sue ritualità ed i suoi codici simbolici, costituisce un elemento di identificazione socio-culturale. Il processo di lavorazione per ottenere questi prodotti è quasi un rito, che da tempi antichi si è tramandato di padre in figlio, fino ai giorni nostri.
  • Tra i vari tipici prodotti gastronomici si possono menzionare: Bukë (Pane) preparato con farina di grani duri locali, è di forma rotonda. Lievitato con metodi naturali, viene cotto ancora negli antichi forni a legna e lavorato secondo gli antichi usi, per ottenere una pagnotta da un 1 kg o da mezzo chilo, tipica della zona. Può essere consumato ancora caldo con il caratteristico olio d’oliva (vaj ulliri) dall’aroma leggermente piccante e pastoso al palato, insieme a del genuino pecorino. Strangujët (Gnocchi) sono gnocchi di farina fatti a mano, conditi con pomodoro (lëng) e molto basilico.
  • Likënkë (Salsiccia) condita con sale, pepe e seme di finocchio (farë mbrai), è esaltata da un contorno di cavoletti selvatici (llapsana) fritti con aglio e olio.
  • Kanojët (Cannoli) sono i dolci più noti di Piana degli Albanesi, motivo di forte richiamo turistico. Non originario dell’Albania, ma modificato e reso unico dagli albanesi, il suo segreto culinario è riposto negli antichi metodi di lavorazione della cialda (shkorça), la cui ricetta tutt’oggi viene rigorosamente tenuta segreta dai pasticceri locali, e negli altri ingredienti quali la farina (miell), il vino (verë), lo strutto e il sale (kripa).
  • Dopo una serie di passaggi esclusivi dei pasticceri locali, per condire questo dolce viene impiegata l’ottima ricotta passata, che proviene dai numerosi allevamenti ovini del luogo; infine sarà anche la bravura dei pasticceri a rendere unica questa prelibatezza.
  • Grurët (Cuccìa) è un piatto di grano bollito condito con olio d’oliva, che la tradizione impone di mangiare il 13 dicembre, giorno di Santa Lucia (Shën Lluçia).
  • Vetë të kuqe (Uova rosse), preparate per il Sabato Santo, sono mangiate dopo mezzogiorno, quando le campane riprendono a suonare mentre il profumo d’incenso inonda le case. Sono utilizzate anche per abbellire Panaret (Pani di Pasqua), e vengono distribuite ai fedeli e ai turisti la Domenica di Pasqua dopo la sfilata delle donne in costume tradizionale albanese e la benedizione.
  • Të plotë (Buccellati) sono dolci ripieni di marmellata di fico dalle forme più svariate.

 

Mappa provincia di Palermo
Mappa provincia di Palermo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *