Sformato di cavolfiore (della palombina)

Sformato di cavolfiore della palombina
Sformato di cavolfiore della palombina

Sformato di cavolfiore (della palombina)
Sformato di cavolfiore (della palombina)

Sformato di cavolfiore della palombina
Sformato di cavolfiore della palombina

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 cavolfiore, 4 cucchiai di caciocavallo ( o parmigiano) grattugiato, 4 cucchiai di pangrattato, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Mondate e lavate il cavolfiore; tagliatelo in cimette e lessatelo in acqua bollente salata. Scolatelo al dente e fatelo intiepidire.
  • Mescolate in una ciotola il pangrattato con il formaggio grattugiato e un pizzico di pepe, e tenete da parte.
  • Foderate una teglia con carta da forno, e sistemate le cimette di cavolfiore in un unico strato, spolverizzate l’intera superfice con il composto preparato.
  • Irrorate con un filo di olio extravergine d’oliva e mettete in forno già caldo a 200°C per 15 minuti circa o fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata.
  • Lasciate intiepidire 5 minuti prima di servire lo sformato.
  • Note:
  • Il cavolfiore è una pianta ramosa con peduncoli floreali (le cimette)ingrossati e foglie esterne verdi avvolgenti. Ha forma tondeggiante e il suo peso si aggira sul chilogrammo, il più diffuso è di colore panna. Vi sono numerose varietà che si succedono nel corso di diversi mesi, a partire dall’autunno e sino all’inizio della primavera. Oltre al cavolfiore bianco vanno ricordati quelli verdi e viola. I primi, detti t, sono più ricchi di clorofilla; quello di Moncalieri ha gusto più spiccato e tiene molto bene la cottura. Tra i secondi si impone per il colore intenso il violetto di Sicilia, rosa violaceo, di sapore delicato e ricco di principi nutritivi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *