I consigli della Nonna “per le piccole Manutenzioni”

Per eliminare dagli armadi e dai cassetti…

  • l’odore della naftalina, provate con una soluzione a base di alcool e succo di limone in quantità uguali, che passerete su piani e pareti servendovi di uno straccio di cotone. Asciugate con un panno e aspettate almeno mezz’ora prima di risistemare gli indumenti al loro posto: ogni traccia del tarmicida si sarà dileguata.

Come conservare i tappeti…

  • È il momento di conservare i tappeti di lana fino al prossimo inverno. Passate su questi l’aspirapolvere per eliminare la polvere (per ambedue i lati del tappeto). Mettete sul tappeto un pezzo di carta per imballare e arrotolate questa con prudenza su se stessa. Fissate gli orli con adesivo e conservateli, preferibilmente in posizione orizontale per evitare che possano deformarsi.

Tappeti sbiaditi…

  • Se il tappeto ha perso colore perché a trattenuto troppa polvere, pulitelo cosi: tamponate la superficie con del sale fino e passatelo delicatamente con una spazzola a setole morbide. Lasciate agire per 20 minuti circa e poi aspirate il sale con il battitappeto. Se è necessario ripetere l’operazione

Macchie sul tappeto…

  • Asportate, raschiando, tutti i residuì solidi. Tamponate immediatamente i liquidi. usando un panno bianco pulito o la carta assorbente da cucina,

Per togliere le macchie di grasso…

  • applicate uno smacchiatore non infiammabile con un panno bianco; procedendo dai bordi verso il centro della macchia, tamponate delicatamente senza sfregare. (Collaudate sempre gli smacchiatori su un punto nascosto del tappeto e lasciateli asciugare prima di procedere alla pulizia) Per le macchie più leggere. passate sulla zona un po’ di schiuma da barba oppure dell’acqua gassata. Usate un asciugacapelli per asciugare rapidamente, poi passate l’aspirapolvere. Oppure spruzzate bicarbonato, amido di mais. farina o borotalco sulla macchia di grasso. lasciate agire per almeno 6 ore, poi passate l’aspirapolvere.

 Per eliminare le macchie di altre sostanze…

  • passate una soluzione di acqua e sapone liquido (1/2 cucchiaino di sapone delicato per 1/2 litro d’acqua), procedendo dai bordi verso il centro della macchia. Sistemate poi diversi strati di canovacci o carta da cucina sul punto bagnato e comprimete con libri o pentole: lasciate riposare per almeno un’ora. Sostituite la carta o i canovacci e lasciate assorbire la restante umidità per tutta la notte. Poi ravvivate le fibre del tappeto spazzolandole.

Come pulire il ferro da stiro…

  • Per conservare il ferro da stiro in perfetto uso, pulitelo con una spugna inumidita di acqua –ma ben sgocciolata- e delle gocce di detersivo di lavastoviglie. Per eliminare il calcare all’interno e dai fori, aggiungete all’acqua distillata un bicchierino d’aceto. Scaldate il ferro da stiro e lasciate uscire il vapore fino a vuotarlo completamente.

Come fare perché gli indumenti neri non sbiadiscano…

  • ma conservino il più a lungo possibile il loro colore? Fate bollire in acqua un pugno di foglie di edera o di spinaci e immergete i capi dopo averli sciacquati. Lasciateli a bagno per una ventina di minuti.

Come mantenere le maglie di lana…

  • Per mantenere le maglie di lana bianca sempre candide, non dovete far altro che immergerle in una bacinella d’acqua fredda alla quale avrete aggiunto il succo di due limoni.

Per l’abituale manutenzione del thermos…

  • versatevi dell’acqua bollente ed una manciata di riso, scuotete e risciacquate con acqua calda.

Non riuscite a pulire una pentola perchè incrostata…

  • Provate a riempirla con acqua e sale e fatela bollire per una ventina di minuti oppure versateci dell’aceto e lasciate agire finchè si toglie tutto con facilità.

Come pulire un oggetto di bronzo cesellato…

  • Lavatelo con acqua e succo di limone, strofinando poi energicamente con una spazzola; quindi sciacquate e passate un batuffolo di ovatta imbevuto di vaselina. Infine lucidate con pelle scamosciata. Se l’oggetto è liscio invece del succo di limone si può usare dell’ovatta imbevuta di ammoniaca.

Gli oggetti di peltro si possono lavare…

  • semplicemente con acqua e sapone. Ricordate però di utilizzare per non graffiare la superficie degli oggetti una spazzola morbida. Dopo averli sciacquati e asciugati, strofinateli con un panno sottile: rimarranno puliti più a lungo.

 Argento brillante e senza macchie…

  • L’argento di casa è macchiato? Immergetelo in un grande recipiente smaltato in cui avrete messo una manciata di soda, un pugno di tappi a corona di bottiglia e acqua sufficiente a coprire tutto. Fate bollire finchè le macchie non saranno scomparse, quindi sciacquate in acqua bollente e asciugate con un panno morbido.

Oppure potete lavare…

  • la vostra argenteria con l’acqua di cottura delle patate (usatela fredda e ben filtrata) a cui avrete aggiunto un cucchiaio da dessert di aceto. Risciacquate e asciugate con panno morbido.

Lucidare il ferro battuto…

  • Il ferro battuto richiede un po’ del nostro tempo, se vogliamo farlo apparire sempre lucido e pulito.Trattatelo con una soluzione a base di acqua, sapone e un po’ di ammoniaca. Dopo averlo sciacquato e fatto asciugare, passatevi l’olio con un pennello. Sarà il tocco finale!

 Per far tornare lucide le posate…

  • in acciaio dopo averle lavate immergerle in una bacinella con dell’acqua bollente, alla quale avremo aggiunto due cucchiai di bicarbonato di sodio, lasciandovele cinque minuti

 Per ridare brillantezza all’alluminio…

  • passatelo con una miscela di olio e alcol denaturato

Per pulire le posate d’argento…

  • che si sono ossidate immergerle per un’oretta nell’acqua di cottura delle patate

Quando dobbiamo lucidare le maniglie in ottone…

  • di porte e finestre sciogliere in un litro di acqua tiepida un cucchiaio da tavola di sale grosso e uno di bicarbonato

Per mantenere lucido il rame…

  • spruzzatelo con una soluzione di aceto bollente e sale (due cucchiai da tavola per ogni bicchiere d’aceto) lasciate agire per qualche minuto prima di strofinare, quindi sciacquatelo e asciugatelo.

Per lucidare l’ottone…

  • Lavare con acqua tiepida in cui siano disciolti sale grosso e bicarbonato (un cucchiaio per ogni litro)l poi lucidare con panno di lana. Per togliere le macchie di verderame, passare con un batuffolo imbevuto d’alcol, oppure spazzolare con spazzola bagnata nel vino rosso.

I profili in alluminio…

  • I profili in alluminio di porte e finestre torneranno lucidi e brillanti se li passerete con una miscela di olio e alcool denaturato, in parti uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *