Menù sorbetti

  1. Sorbetto al basilico
  2. Sorbetto al caffé con cacao
  3. Sorbetto al lime
  4. melaSorbetto al limone
  5. Sorbetto al mandarino
  6. Sorbetto al pistacchio
  7. Sorbetto all’anguria
  8. Sorbetto alla mela
  9. Sorbetto alla fragola
  10. Sorbetto alle fragole e vaniglia
  11. Sorbetto di arance
  12. Sorbetto di clementine
  13. Sorbetto di lamponi e kiwi
  14. Sorbetto di pesche

L’esistenza del sorbetto è documentata nei testi dell’antichità classica. A Roma, l’imperatore Nerone faceva arrivare a tal proposito il ghiaccio proveniente dall’Appennino. Riguardo all’etimologia è incerta e potrebbe essere di origine latina o araba, anche se la parola araba “sherbet” potrebbe essere di origine indoeuropea. La radice del verbo latino sorbere italiano sorbire è presente anche in altre lingue indoeuropee come il greco e il persiano. Gli Arabi, per ovvie ragioni hanno conosciuto questo tipo di alimento solo dopo aver occupato i territori Sassanidi e Bizantini dove si poteva economicamente trovare il ghiaccio. Quindi potrebbero aver appreso tale parola proprio dai Siciliani. In Sicilia gli Arabi impararono ad usare la neve dell’Etna mista a sale marino come eutettico per mantenere bassa la temperatura del sorbetto durante la sua lavorazione (vista l’assenza di alternativi sistemi frigoriferi). Simili metodi erano usati nella zona del Cadore dove soprattutto il ghiaccio è economico e facilmente reperibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *