Mandarini canditi

Written by admin on marzo 10, 2014

I mandarini canditi, sono una conserva utilizzata per arricchire e guarnire i dolci. A Palermo ne facciamo largo consumo in quanto li usiamo per guarnire la mitica cassata siciliana , nei ripieni dei pasticcini , nei rinomati buccellati,nella cassata gelata ,nel torrone gelato e in tanti altri golosissimi dolci di cui la pasticceria siciliana ne fa largo uso, ma possono essere gustati anche da soli. La preparazione degli agrumi canditi è lunga e laboriosa , ma non è poi tanto difficile. Comunque la fatica sarà ripagata quando li mangerete, infatti il profumo che sprigionano i mandarini canditi  rievoca la sensazione di trovarsi in un agrumeto della conca d’oro, alle porte di Palermo.

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Mandarini canditi

Ingredienti:

  • 1kg di mandarini ,acqua, 1,5kg di zucchero semolato.

Preparazione:

  • Lavate con molta cura i mandarini, poi, con un ago grosso bucateli in diverse parti; metteteli in un recipiente capiente con acqua fredda e fate in modo che siano coperti tutti dall’acqua. Teneteli a bagno per due giorni, avendo cura di cambiare l’acqua almeno tre quattro volte al giorno.
  • Al terzo giorno scolateli e metteteli in una pentola con acqua fredda e fateli bollire a fuoco basso per 15 minuti; nel frattempo preparate un’altra pentola con un litro e mezzo di acqua e portatela a ebollizione.
  • Scolate i mandarini dalla prima acqua, e tuffateli subito nella pentola con l’acqua bollente e lasciateli nuovamente bollire per altri 10 minuti, poi scolateli con un mestolo bucato e teneteli momentaneamente da parte.
  • Preparate ancora in un’altra pentola un litro e mezzo di acqua , aggiungete 1kg di zucchero semolato (preparate in questo modo uno sciroppo ), quando lo sciroppo sarà diventato limpido e comincerà a fare piccole bollicine, aggiungete i mandarini e lasciateli cuocere per 3-4 minuti.
  • Spegnete il fuoco e travasate il contenuto della pentola ( sciroppo e mandarini ) in un recipiente capiente. Lasciate riposare i mandarini nello sciroppo per 24 ore, trascorso il tempo del riposo, scolate i mandarini e versate lo sciroppo in una pentola, portatelo a ebollizione e, poi unite i mandarini e fateli cuocere ancora per 3-4 minuti, poi spegnete e fateli riposare nello sciroppo ancora per 24 ore.
  • Ripetete questa operazione ancora per altre 5 volte, unendo ogni volta 100g di zucchero. Dopo che avete concluso le 5 fasi di bollitura, scolate i mandarini e metteteli su una gratella a scolare per almeno 4-5 giorni .
  • Sistemate i mandarini in un barattolo a bocca larga, e a chiusura ermetica, riponete in dispensa e degustate dopo un mese.
  • Se volete usare i mandarini canditi per condire le creme o i vostri dolci, riponeteli in frigo un contenitore a chiusura ermetica, dureranno anche 1 anno.

Leave a Comment