Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)

 I Tagghiarini sono un piatto tipico della cucina Siciliana ,un piatto semplice e genuino che in genere viene preparato la Domenica e nei giorni di festa.

Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)
Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)

Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)
Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)

Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)
Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)

Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)
Tagghiarini frischi ( Tagliatelle all’uovo)

Ingredienti per 4-6-persone: 

  • 300g di farina 00, 3 uova , un pizzico di sale.

Preparazione :

  • Setacciate con cura la farina sulla spianatoia e formate la classica fontana, quindi mettetevi al centro le uova e un pizzico di sale.
  • Sbattete con una forchetta molto accuratamente le uova ( questo passaggio è molto importante affinchè venga correttamente assorbita la farina).
  • Quando l’uovo sarà ben amalgamato iniziate a incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana.
  • Lavorate con le mani il composto per alcuni minuti, amalgamando bene gli ingredienti. Continuate in questo modo fino ad ottenere un impasto omogeneo, poi, raccoglietela formando una palla.
  • Avvolgete la palla di pasta nella pellicola, o copritela con una ciotola e fatela riposare per 30 minuti.

La sfoglia tirata a mano

  • Dopo aver leggermente infarinato la spianatoia e il matterello, prendete l’impasto, appiattitelo un po’ con le mani e fatevi scorrere sopra il matterello, capovolgete spesso la sfoglia, affinchè si allarghi formando un grande disco sottile e di spessore omogeneo.
  • Lasciate quindi asciugare la sfoglia per 10 minuti coperta da un telo. Arrotolate l’impasto dopo aver infarinato la sua superficie e il piano di lavoro e con un coltello affilato tagliate la pasta e formate le tagliatelle della grandezza che più vi piace.
  • Sciogliete bene le matassine di pasta ottenute sollevatele delicatamente tra le dita, poi quando si saranno sciolte mettetele ad asciugare per due ore in un vassoio coperto da un tovagliolo leggermente spruzzato di farina, o su uno stendi pasta  .

La sfoglia tirata con la macchinetta

  • Se usate l’apposita macchinetta, fissatela al piano di lavoro e disponete i rulli alla distanza massima fra loro.
  • Appiattite quindi, un poco d’impasto ( una parte corrispondente circa 2 uova), infarinatelo leggermente, ripiegatelo su se stesso 3 o 4 volte, poi passatelo nella macchinetta tra i rulli.
  • Ripetete questa operazione più volte fino ad ottenere una pasta dall’aspetto omogeneo, procedete a stendere la pasta diminuendo man mano la distanza tra i rulli. Fino ad ottenere lo spessore desiderato.
  • A questo punto passate le sfoglie dell’apposito rullo per tagliatelle. stendipasta in legno di faggio è il modo migliore per stendere pasta.
  • Mettete la pasta così ottenuta su uno stendi pasta (è il modo migliore per stendere pasta) o su uno strofinaccio o su un vassoio infarinato, stesa o arrotolata in nidi.
  • Lasciate asciugare la pasta per almeno 2 ore coperta da un panno infarinato, prima di cuocerla.
  • Note :
  • Per condire i tagghiarini viene preparato in estate un buon sugo di pomodoro fresco , con melanzane fritte e caciocavallo grattuggiato.
  • Mentre in inverno viene spesso preparata con sugo d’attaccagghieddi ( avanzi di carne, salsiccia e cotiche) e  con una  buona manciata di caciocavallo grattugiato.
  • La tradizione contadina vuole che i tagghiarini vengano serviti no scanaturi ( un piano di legno ), che viene condiviso da tutti i commensali e da cui ognuno di loro mangia la porzione di tagghiarini che desidera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *