Astuzie in cucina

Uovo all’occhio di bue

  • Mettete del sale nel pentolino prima di cuocere l’uovo all’occhio di bue, l’uovo non si attaccherà al fondo.

Per addolcire le cipolle

  • da aggiungere ad un’insalata di pomodori,tagliatele sottili e lavoratele con del sale fino e succo di limone lavare,lasciatele macerare per circa 2 ore poi, lavatele abbondantemente, strizzatele per togliere l’acqua e aggiungetele alla vostra insalata.

Come pulire le cipolle senza piangere

  • Provate allora a fare cosi: infilate sulla punta del coltello che state usando un pezzetto di mollica di pane, che da subito assorbirà l’odore irritante. Potete cosi tagliare tutte le cipolle che volete e non piangere più.

Pane duro

  • Se avete del pane diventato duro, avvolgetelo con un panno inumidito per un’ora, poi scaldatelo nel forno a 100 gradi. Diventerà friabile come se fosse fresco.

Olio per la frittura

  • Se l’olio per la frittura fa la schiuma, immergetevi una fetta di limone.

Odore di fritto in cucina

  • Per eliminare l’odore di fritto rimasto in cucina fate bollire un pentolino d’acqua e aceto per dieci minuti.

Noci

  • Se volete estrarre il gheriglio intero dalle noci, lasciatele a bagno per una notte in acqua salata, quindi schiacciate il guscio con cautela.

Fuoriuscita di latte

  • Per evitare che il latte fuoriesca, inserite un cucchiaio d’acciaio nel pentolino,oppure appoggiatevi sopra un colino di metallo.

Il latte bolle e non attacca…

  • Per evitare che il latte non si attacchi al fondo del bollitore quando viene riscaldato, mettete nel pentolino un piattino capovolto. Altrimenti sciacquate con acqua fredda, e senza asciugare, il recipiente prima di versarvi il latte.

Pentolino per il latte

  • Bagnate d’acqua il pentolino che userete per scaldare il latte, renderà più semplice la sua pulizia.

Se il macinacaffé profuma di spezie

  • per togliere il profumo di spezie dal macinacaffé, basterà macinare una cucchiaiata di zucchero .

Crema pasticcera

  • Se la crema pasticcera che state per levare dal fuoco è poco densa, aggiungetevi un pò di burro.

Grattugia pulita

  • Se volete evitare che nei dentini della vostra grattugia restino dei pezzettini di formaggio, mettetela in freezer per una decina di minuti, poi passatela sotto l’acqua molto calda.

Come staccare il bruciato…

  • Per staccare il bruciato dal fondo delle pentole, versarvi dentro dell’acqua sufficiente a coprire la parte bruciata, aggiungere bicarbonato e portare ad ebollizione e lascire bollire per 5 minuti. La quantita? 3 cucchiai da minestra ogni 1/5 lt. d’acqua.

Patate per vederci chiaro

  • Accade a volte che quando cuciniamo, tutto intorno a noi ci appare all’improvviso velato e sfocato. Il vapore, o uno sbalzo di temperatura ci ha fatto appannare gli occhiali. Prendete una piccola patata, tagliatela a metà e passatela sulle lenti, poi asciugatele con un telo, farà sì che questo inconveniente non si verifichi più. Funziona anche sui vetri dell’automobile e della cucina.

E la schiuma non trabocca

  • Spesso capita che facendo cuocere il riso la schiuma esca dal recipiente: il fastidio si può eliminare aggiungendo all’acqua un cucchiaio di olio.

Grani separati

  • I grani del riso bollito risulteranno ben staccati l’uno dall’altro, versando alcune gocce di limone oppure un cucchiaino di olio nell’acqua di cottura.

Via subito l’odore di cavolo

  • Cucinare i cavoli comporta spesso il diffondersi di uno sgradevole e persistente odore aleggiante per tutta la casa. Questo inconveniente si può facilmente eliminare mettendo sopra il coperchio della pentola uno strofinaccio imbevuto con un po’ d’aceto che manterrete in questa posizione fino a cottura ultimata.

Arrosti succulenti

  • Avrete un arrosto più gonfio e succulento se circa cinque minuti prima della fine della cottura eliminerete lo spago con il quale è stato legato. Nel tempo finale della cottura si gonfierà come per magia.

Fritto dorato con il limone

  • Volete ottenere una frittura croccante, dorata, bella da vedere, buona da gustare e molto più digeribile? Basta aggiungere all’olio, quando è caldo, qualche goccia di limone.

Tè per deodorare

  • Se la pentola in cui avete cucinato il pesce ha conservato un cattivo odore, dovete strofinare l’interno con una manciata di tè inumidito con dell’acqua

Arance più succose…

  • Le arance daranno più succo se, prima di spremerle, le terrete immerse un paio di minuti nell’acqua calda. Questo espediente vale,naturalmente, anche per tutti gli altri agrumi.

Frittura senza odore di fritto

  • Se volete che la vostra cucina non odori di fritto mentre state friggendo aggiungete all’olio caldo (ma non in ebollizione, con la fiamma del fornello ancora non al massimo) un po’ di aceto di vino bianco. (circa un cucchiaio per un litro di olio, poche gocce se friggete con poco olio).

Il dolce o il budino, si staccheranno dallo stampo se …

  • Una volta raffreddato in frigorifero, capovolgerlo sul piatto, avendo cura, prima di sollevarlo, di scaldare per pochi secondi con il phon il fondo dello stampo
Quando friggete oppure cuocete i cavoli, l’odore nella vostra cucina è davvero poco gradevole, vero?
Ecco come rimediare: vaporizzate l’ambiente facendo bollire per alcuni minuti in una pentola dell’acqua, in cui immergerete delle erbe aromatiche o bacche di ginepro.
Ed ecco che il problema è risolto

Come eliminare l’odore sgradevoli dei cavoli…

  • Quando friggete oppure cuocete i cavoli, l’odore nella vostra cucina è davvero poco gradevole, vero? Ecco come rimediare: vaporizzate l’ambiente facendo bollire per alcuni minuti in una pentola dell’acqua, in cui immergerete delle erbe aromatiche o bacche di ginepro.Ed ecco che il problema è risolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *