Consigli in cucina

Come cucinare le castagne arrosto…

  • Per avere le castagne arrosto come quele vendute per strada…Dopo aver fatto il taglietto solito, metterle a cuocere in forno con sopra uno straccio bagnato. Ribagnare lo straccio almeno altre 2 volte. Gli ultimi minuti di cottura senza niente. Risultato stupendo e soddisfazione non da poco: come quelle fatte per strada a regola d’arte.

Per sbucciare più facilmente le castagne…

  • non dovete far altro che lasciarle per circa mezz’ora in uno scolapasta d’acciaio, su una pentola piena d’acqua in ebollizione.

Spellare le castagne è facile!!

  • Basta unire all’acqua di cottura un cucchiaio di olio di oliva. Appena cotte, quando sono ancora calde, sarà molto facile e veloce privarle della loro buccia.

Come conservare il pangrattato…

  • Il pan grattato si conserverà bene se aggiungerete 2 o 3 foglie di alloro ben essiccate. L’alloro ha per proprietà di tener lontano le odiose farfalline che qualche volta nascono in cucina e in questo modo il pane si conserva più a lungo.

Spellare velocemente i peperoni…

  • Non gettate i sacchetti della pasta trasparenti ! Appena avete arrostito i peperoni, metteteli dentro uno di questi sacchetti, chiudete con una molletta e fate qualcos’altro: una telefonata ad un’amica è un tempo più che sufficiente.Ora tirateli fuori (i peperoni !): vedrete che la pelle viene via in un batter d’occhio!

Come rendere teneri seppie e polipi…

  • Per rendere teneri seppie e polipi basterà, una volta puliti e lavati, cospargerli di sale grosso.Dopo un’ora si sciacqueranno e si friggeranno. Per calamari e totani è preferibile invece un bagno di birra: in un’ora saranno tenerissimi.

Come fare un caramello dorato…

  • Se vi piace fare il caramello ma temete che bruci, usate pure il pentolino a tre fondi che non attacca e quando vedete che diventa color biscotto aggiungete due gocce di limone e togliete dal fuoco.Il caramello non continuerà la cottura rimanendo ben dorato.

Come mettere meno olio sulle patate…

  • Contrariamente a quanto si crede, le patate non fanno ingrassare. A farlo è invece il loro condimento, anche perché ce ne vuole un bel po’ per renderle saporite. Se si vuole quindi evitare che una volta lessate assorbano troppo olio, irrorarle dopo averle tagliate a fette con due cucchiai della loro acqua di cottura: il consiglio è cuocerle già sbucciate, anche perché impiegheranno molto meno tempo.

Come recuperare un piatto troppo salato…

  • Il sale ci ha preso la mano e la minestra è diventata immangiabile. La prima cosa che ci viene in mente è quella di aggiungervi dell’acqua. Di certo si ridurrebbe così l’effetto salato, ma la nostra minestra perderebbe allo stesso tempo sapore. Un metodo molto semplice consiste invece nell’aggiungervi una patata cruda, che dovremo però ricordarci di togliere prima di servire in tavola.

Come pulire il pesce…

  • Appetitoso e salutare, più o meno amato, il pesce è per alcuni una vera passione. Ben nota è anche la sua importanza in una dieta alimentare equilibrata. Si, ma che fatica prepararlo! Soprattutto il pesce azzurro, che più è fresco e più presenta carni compatte e attaccate alla lisca.Per facilitare pulizia e diliscamento, tenerlo per quindici minuti in freezer. Ogni operazione diverrà più semplice.

Fuoco sulla coda…

  • Non è facile né tanto meno invogliante spellare la sogliola. Provate comunque a fare scaldare la coda sul fuoco per una decina di secondi e la pelle si staccherà come per incanto.

Spicchi perfetti !!!

  • Sbucciare le arance. Decorando i dolci con degli spicchi d’arancia risulta difficile eliminarne la pellicina bianca, provate a lasciare le arance nel forno caldo per tre minuti prima di sbucciarle.

Come riconoscere le patate di ogni tipo…

  • Se non sapete che patate avete e volete scoprirlo prima di cucinarle, immergetene una in salamoia preparata con una parte di sale e dieci di acqua. Se la patata galleggia è da insalata, altrimenti è da forno o da purè.

Come fare una frittata più soffice…

  • La vostra frittata risulterà più soffice se aggiungerete del pane vecchio ammorbidito nella birra. Risparmierete anche le uova, perchè la birra ne aumenterà il volume.

Come ottenere una frittura leggera…

  • Per ottenere una frittura leggera: mettere vicino alla padella dove si frigge anche una pentola con dell’acqua a bollire. Non appena le cotolette, o le patate, o le melanzane (o qualsiasi altra cosa si desideri friggere), sono pronte (già fritte), si devono immergere per un secondo nell’acqua che bolle. Tutto l’olio rimane nella pentola e la frittura non perderà la propria croccantezza, ma sarà eliminato l’olio in eccesso che la appesantisce.

Come migliorare l’alito dopo aver mangiato l’aglio crudo…

  • L’aglio, croce e delizia della cucina mediterranea. Delizia perché il suo profumo arricchisce molti dei nostri piatti, per non parlare poi di quelle virtù curative che lo rendono assai efficace nel trattamento dell’ipertensione. C’è però un inconveninte: mangiato crudo l’aglio rende l’alito sgradevole. Si ovvierà all’inconveniente masticando due o tre chicchi di caffè dopo averlo mangiato.

Come mantenere a lungo le bollicine delle bottiglie di spumante aperte…

  • Dopo una festa lo spumante è lì, in bottiglie aperte e non finite. Messo in frigorifero, con un cucchiaino infilato nel collo della bottiglia, manterrà a lungo tutte le bollicine.

Cipolla più digeribile…

  • Basterà immergere la cipolla per mezz’ora in acqua tiepida con poco aceto e potremo finalmente mangiarla senza temere conseguenze.

Polpettone perfetto…

  • Prima di cucinare il polpettone provate a farlo rotolare nell’albume dell’uovo montato a neve. Formerà così una bella crosticina e soprattutto non si ridurrà in briciole.

Limone antimuffa…

  • Capita assai di frequente che nel barattolo delle olive in si formi una sottile pellicola di muffa. Ogni volta che vorremmo quindi mangiarne qualcuna, ci troviamo costretti ad armarci di pazienza per tentare di eliminarla. Altre volte invece non possiamo evitare di buttare l’intero contenuto. E dire che basterebbe una fetta di limone introdotta nel barattolo per non vedere mai più la muffa!

Cubetti di ghiaccio perfetti!!!

  • Prima di portare in tavola i cubetti di ghiaccio, spruzzateli con del succo di limone, non si attaccheranno tra di loro.

Si è attaccata la frittata!!!

  • La frittata non si stacca dal fondo, ciò vuol dire che non siamo riusciti a rigirarla, e nemmeno a metterla nel piatto di portata intera come si dovrebbe. Un semplice coperchio si rivelerà per noi provvidenziale. Basterà coprirci la frittata facendo in modo da chiudere ermeticamente la padella. Il tempo di due o tre minuti, e il vapore che si forma all’interno ci permetterà di staccarla con facilità.

Farfalline di cucina…

  • Se avete riscontrato la presenza di farfalline in cucina, dovute a pasta o riso malamente invecchiati, lasciate macerare una manciata di fiori di lavanda in una ciotola di aceto per due o tre giorni, filtrate ed usate questo infuso per disinfettare l’intera dispensa.

Il tappo nella bottiglia…

  • Abbiamo intenzione di riciclare una bottiglia, ma si è verificato un inconveniente: il tappo di sughero è caduto all’interno. Per eliminarlo senza che ne rimanga traccia, occorre riempire quasi completamente la bottiglia di ammoniaca e lasciarvela per alcuni giorni, agitando spesso. Il tappo scomparirà, ma la bottiglia dovrà essere sciacquata abbondantemente prima di essere riutilizzata.

Raffreddare il vino…

  • Se dovete raffreddare velocemente una bottiglia di vino, bagnatela d’acqua e senza asciugarla infilatela nel freezer per una decina di minuti.

Pellicola trasparente..

  • Se avete difficoltà nello srotolare la pellicola trasparente per avvolgere i cibi, lasciatela nel frigorifero e vedrete che al momento opportuno avrà riacquistato la consistenza giusta.

Estintore alternativo…

  • Un estintore casalingo da tenere sempre a portata di mano, soprattutto in cucina, consiste in una caraffa piena di sale o di bicarbonato di sodio.

Coperchi duri da svitare…

  • Se il coperchio di un barattolo non si apre fateci scorrere sopra il getto dell’acqua calda: con il calore il metallo si dilaterà e il coperchio si sviterà senza opporre resistenza.

Conservare le banane…

  • Se volete conservare più a lungo le banane, tenetele tra alcune mele.

Se si attacca il pesce …

  • Molto spesso accade che il pesce arrosto o al forno si attacchi al fondo del recipiente. E allora sono guai e non solo di natura estetica. Infatti, oltre alla pelle, va perduta anche parte della gustosa polpa. Per evitare questo spreco mettete alcune rondelle di limone tra il fondo e il pesce. Sarà anche più leggero e digeribile

Come avere sempre pronte le verdure per un soffritto…

  • Per avere le verdure per un soffritto sempre fresco e pronto per l’uso,lavate e asciugate del sedano, delle carote e delle cipolle in parti uguali; poi frullateli,metteteli nei contenitori che di solito si usano per fare i cubetti di ghiaccio,fateli congelare, poi toglieteli e metteteli in sacchetti per alimenti , saranno così pronti per l’uso i vostri cubetti di soffritto.

Come conservare il brodo…

  • Se volete conservare del brodo vegetale o di carne avanzato,dopo averlo fatto restringere, versatelo nelle vaschette del ghiaccio per fare dei cubetti. Fateli congelare, poi trasferiteli in buste per alimenti.