Pappardelle con pomodorini e salmone

cappello-pasticcionaIngredienti per 4 persone:

  • 250g di pappardelle fresche all’uovo, 500g di filetti di salmone, 500g di pomodorini, 1 grosso ciuffo di prezzemolo, qualche foglia di basilico, 2 spicchi d’aglio, 8 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Sbucciate uno spicchio d’aglio e tritatelo finemente con la metà del prezzemolo, poi mescolatelo in una ciotola.
  • Tagliate i pomodorini a metà e sistemateli su una teglia foderata con carta da forno, con la parte tagliata vero l’alto.
  • Cospargete i pomodorini con il trito di aglio e prezzemolo, conditeli con 3 cucchiai d’olio e passateli in forno caldo a 160°C per 20-25 minuti, fino a quando cioè si saranno ammorbiditi.
  • Sbucciate l’aglio rimasto, tritatelo finemente con il resto del prezzemolo e fatelo rosolare in un tegame con 4 cucchiai di olio.
  • Unite i filetti di pesce e lasciateli rosolare per 5-6 minuti,girandoli e salandoli leggermente a metà cottura.
  • Cuocete le pappardelle in abbondante acqua salata portata a bollore con l’olio rimasto, scolatele al dente e versatele nel tegame con il pesce. Aggiungete i pomodorini e fate insaporire per qualche istante.
  • Completate infine con il basilico finemente tagliuzzato e un po’ di pepe e servite.

 

  •  Il salmone è un pesce tipico dei mari freddi del Nord, in Europa in particolare del ‘Norskehavet’, lo specchio di mare di fronte ai fiordi norvegesi. Il salmone si divide in due distinte famiglie: il salmone atlantico (Salmo salar) e il salmone del Pacifico (Oncorhynchus sp.).
  • Acquisto: quando comprate il salmone, osservate che la polpa sia priva di macchie, ben soda e di un uniforme colore rosa intenso. Le fette non devono esibire macchie scure; fate attenzione ai bordi, evitate i pesci che li hanno secchi e leggermente ingialliti. Controllate l’etichetta per conoscere la zona di cattura o di allevamento. Se lo prendete intero, ispezionate bene gli occhi, che con il passare del tempo tendono a infossarsi e a perdere di lucentezza. La pelle dev’essere lucida, tirata e le squame brillanti. Un lieve sentore d’acqua di mare è un buon indicatore di freschezza.
  • La stagionalità del salmone ne consiglia l’acquisto in autunno e in inverno. Ricordate che prediligere il pescato di stagione permette il ripopolamento delle specie pescate, oltre che garantire pesci più saporiti e ricchi da un punto di vista nutrizionale.
  • Nota nutrizionale: Carni pregiate, rosate e grasse, dal sapore delicato e gustoso. Il salmone è ricco di proteine e preziosi Omega 3, i “grassi buoni” che fluidificano il sangue e hanno effetti benefici sul cuore.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *