Penne al purè di funghi

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di penne lisce, 350 g di champignons, il succo di un limone, due spicchi d’aglio, mezza cipolla, 100 g di burro, pepe, sale, panna, 70 g di parmigiano grattugiato.
    Preparazione:
  • Mettete sul fuoco abbondante acqua salata per la cottura della pasta e portatela ad ebollizione.
  • Pulite i funghi, raschiando via il terriccio e asportando anche la parte terminale dei gambi dove la terra è più tenace; lavateli velocemente e tagliateli a fette o a pezzetti piccoli, poi metteteli in un recipiente con acqua acidulata con il succo di limone.
  • Tritate l’aglio e la cipolla, metteteli in una padella con 50 g di burro e fateli appassire a fiamma dolce.
  • Unite i funghi al condimento e lasciateli saltare a fiamma vivace fino a che avranno perso gran parte della loro acqua.
  • Quando i funghi si presenteranno asciutti e cominceranno a rosolarsi, insaporiteli con sale e abbondante pepe macinato al momento, poi abbassate il fuoco e lasciateli crogiolare dolcemente per circa 20 minuti. Se necessario, unite un po’ d’acqua; ma dovrebbe essere sufficiente quella rimasta nei funghi a fornire l’umidità necessaria alla cottura.
  • Una volta cotti, levate i funghi dal fuoco e riduceteli in purè nel mixer o nel frullatore.
  • Nel frattempo avrete buttato la pasta nell’acqua a bollore: fatela arrivare a due terzi di cottura, cioè fatela cuocere molto al dente, quindi scolatela, conservando un mestolo della sua acqua.
  • Mettete in una grande padella, che possa contenere agevolmente anche la pasta, il purè di funghi e unitevi le penne, il burro fresco, abbondante pepe (meglio se macinato al momento) e qualche cucchiaiata di panna, oltre l’acqua di cottura della pasta.
  • Tenete il recipiente su fuoco debole e, rimestando continuamente con un cucchiaio di legno, fate in modo che il purè di funghi avvolga bene la pasta e la condisca alla perfezione.
  • Cospargete la preparazione con il formaggio grattugiato, mescolatela ancora per qualche istante, sempre su fuoco debole, quindi traferitela in una terrina riscaldata e servitela subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *