Sgombri sott’olio

Lo sgombro sott’olio è una conserva veramente gustosa. La preparazione di questa conserva è un po’ lunga, ma non complicata come sembrerebbe, l’unica cosa molto importante è avere a disposizione del pesce freschissimo. Il vantaggio di fare gli sgombri sott’olio è di ottenere un prodotto che garantisce l’assenza di conservanti e un sapore ben diverso rispetto al prodotto industriale. Ideale da servire come antipasto o per una cena veloce accompagnata da una fresca insalata verde.

Ingredienti: sgombri freschissimi, sale, olio di semi di girasole.

Preparazione: Sciacquate sotto l’acqua corrente gli sgombri, eviscerateli e togliete le teste.

  • Lavate con cura il pesce, mettetelo in una pentola capiente e ricopritelo con acqua fredda, 150g di sale per litro d’acqua. Ponetela la pentola sul fuoco a fiamma vivace e portare ad ebollizione.
  • Appena l’acqua comincerà a bollire, abbassare la fiamma e fate cuocere pian piano per 1 ora e mezza. Non abbiate paura che si disfino, perchè il sale manterrà compatto il pesce.
  • Trascorso il tempo della cottura levate la pentola dal fuoco, scolate perfettamente il pesce; e mettetelo su un asse di legno ricoperto da un telo di cotone, fatelo raffreddare, e lasciatelo asciugare per 24 ore, coperto da uno strofinaccio di cotone.
  • Il giorno dopo spellate e sfilettate gli sgombri, disponete quindi i filetti nei vasi di vetro (con chiusura ermetica).
  • Versate nei barattoli tanto olio di girasole fino a ricoprire tutto il pesce. Sterilizzate i contenitori a bagnomaria, facendoli bollire per 30 minuti.
  • Lasciateli, quindi, raffreddare immersi nell’acqua calda. Appena freddi, asciugate i barattoli, etichettateli e conservateli in un luogo buio e fresco.
  • Consumate gli sgombri dopo tre mesi di stagionatura. Si conserveranno anche più di un anno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *