Archivio per ‘Contorni’ Categoria

Menù Contorni

maggio 17th, 2017 by admin

  1. Asparagi gratinati al forno
  2.  Broccoli affucati alla Siciliana   
  3. Canazzo ( misto di ortaggi stufati)  
  4. Caponata di carciofi  
  5. Caponata di melanzane  
  6. Caponata di melanzane con i polpetti
  7. Caponata di melanzane con peperoni   
  8. Caponata di melanzane e patate
  9. Caponata di peperoni
  10. Cappelle di porcini farciti
  11.  Carciofi alla brace
  12. Carciofi all’arancia siciliana
  13. Carciofi cunzati ( conditi ) alla Siciliana  
  14. Cardi con le acciughe
  15. Cardi in pastella  
  16. Cardi in umido al limone
  17. Cavolfiore in pastella  
  18. Cipolline alla pancetta
  19. Cipolle infornate alla Palermitana  
  20. Cipolle ( di partanna) ammuddicati al forno  
  21.   Cipolle grigliate  
  22.  Cipolle ripiene  
  23. Fagioli all’uccelletto  
  24. Fagioli bianchi di spagna alla menta
  25. Fagiolini a picchi-pacchi  
  26. Fave a bugghiuneddu (bollite)  
  27. Fave con la cipolla
  28. Frittella ( Frittedda )  
  29. Funghi cremosi  
  30. Funghi porcini farciti
  31. Funghi trifolati  
  32. Funghi in umido  
  33. Insalata di melanzane alla menta  
  34. Insalata di rinforzo  
  35. Melanzane gratinate
  36. Melanzane a quaglie  
  37. Melanzane in agrodolce  
  38. Melanzane tunisine a cotoletta   
  39.  Millefoglie di melanzane  
  40.  Misto di ortaggi al forno  
  41. Patate a sfincione  
  42. Patate a spezzatino  
  43. Patate al forno  
  44. Patate apparecchiate (condite)  
  45. Patate e peperoni in padella
  46. Patate grigliate  
  47.  Patate novelle al pesto  
  48. Peperonata con patate  
  49. Peperoni arrostiti  
  50. Peperoni “ammuddicati “(con la mollica)    
  51. Peperoni in agrodolce  
  52.   Purè di patate  
  53.  Purè di patate tricolore  
  54. Spinaci al burro
  55. Teglia di carciofi con polpa di pomodori e primo sale  
  56. Zucca rossa al forno  
  57. Zucchina lunga bollita  
  58. Zucchine alla menta  

Cipolle grigliate

maggio 17th, 2016 by admin

Cipolle grigliate

Cipolle grigliate

Cipolle grigliate 2

Cipolle grigliate

Cipolle grigliate 4

Cipolle grigliate

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di cipolle grandi, olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai di aceto di vino bianco, sale, pepe, pangrattato,origano.

Preparazione:

  • Pelate le cipolle e tagliatele a fette spesse 1 centimetro, poi, infilzateli in stecchi di legno. Salatele leggermente e con l’aiuto di un pennello ungetele con dell’olio extravergine d’oliva, poi passatele nel pangrattato.
  • Mettete a scaldare la piastra , poi, adagiatevi gli spiedini di cipolle, fatele cuocere 5 minuti per lato, fino a quando non saranno ben colorite e dorate.
  • Mettete 4 cucchiai di olio extravergine in una ciotola, unite i 2 cucchiai d’aceto, un pizzico di sale, una generosa spolverata di pepe e un grosso pizzico di origano, emulsionate bene con l’aiuto di una forchetta e tenete momentaneamente da parte.
  • Appena tutte le cipolle saranno grigliate liberatele dagli spiedi di legno,ponetele su un piatto da portata, cospargetele con l’emulsione d’olio che avete preparato precedentemente, spolverizzatele ancora con un pizzico di origano e lasciate insaporire almeno 1 ora prima di servire.

Note:

  • Le cipolle saranno più gustose se saranno arrostite sulla brace. Questo piatto può essere presentato come contorno o come antipasto.

Funghi cremosi

febbraio 24th, 2016 by admin

Piatto facile e veloce da preparare, ottimo contorno per accompagnare un secondo piatto, sfizioso per preparare degli ottimi crostini di pane da servire come stuzzicante antipasto caldo.

Funghi cremosi

Funghi cremosi

Funghi cremosi

Funghi cremosi

Funghi cremosi

Funghi cremosi

 

Ingredienti per 4 persone:
•    800g di funghi champignon, 1 cipolla,1 mazzetto di prezzemolo, 250ml di latte, 3 cucchiai di farina, olio extravergine di oliva, mezzo bicchiere di vino bianco, sale, pepe.
 Preparazione:

  • Pulite i funghi , spellate le cappelle ed eliminate la parte terrosa del gambo con le radichette e sciacquateli rapidamente sotto acqua fresca corrente per eliminare ogni residuo di terra, poi, affettateli.
  • Tritate finemente la cipolla e il prezzemolo (tenetene 3-4-fili da parte per metterlo a fine cottura), metteteli a soffriggere in una padella con 2 cucchiai di olio di oliva, lasciate appassire e insaporire per un paio di minuti.
  • Aggiungete al soffritto i funghi, lasciate insaporire mescolando per un 5 minuti, poi, unite il vino e lasciate cuocere ancora per una decina di minuti.
  •   Versate il latte in una terrina e con l’aiuto di una frusta incorporate per bene la farina facendo attenzione a non fare formare grumi, versate il latte nella padella con i funghi, mescolate per bene, unite una presa di sale e una spolverata di pepe, fate amalgamare bene tutti gli ingredienti.
  • Lasciate cuocere a fiamma bassa per alcuni minuti, cospargete la preparazione con 2 fili di prezzemolo tritato finemente, aggiustate di sale e di pepe, spegnete e servite il contorno ben caldo.
  • Note:
  • Il prataiolo detto champignon (che in francese significa genericamente fungo) o, più propriamente, champignon de Paris (fungo di Parigi). Presenta gambo cilindrico non bombato e cappello a cupola. Di piccole dimensioni, ha colore biancastro o nocciola (cremino) ed è il più diffuso.
  • I funghi si puliscono con un panno inumidito, eliminando con un coltellino eventuali residui terrosi. Se necessario, si passano velocemente in poca acqua tiepida e si asciugano immediatamente.
  • Acquisto: i funghi all’atto dell’acquisto devono essere sodi, integri, esenti da forellini e al tatto risultare morbidi, ma non molli. Inoltre devono essere intensamente profumati. I funghi coltivati sono in genere commercializzati in confezioni con riportata la data entro cui consumarli. Di fatto possono rimanere in frigorifero anche quattro giorni, cominciando però un processo di disidratazione.
  • Nota nutrizionale: danno un trascurabile apporto calorico e sono ricchi di Sali minerali quali potassio, fosforo e selenio.

Insalata di rinforzo

settembre 1st, 2015 by admin

Piatto  della tradizionale cucina Siciliana. Facile da preparare, che può essere presentato sia come antipasto o contorno.Piace sempre a tutti e si può preparare in anticipo.

Insalata di rinforzo 1

Insalata di rinforzo

Insalata di rinforzo 2

Insalata di rinforzo

Insalata di rinforzo3

Insalata di rinforzo

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 1kg di patate, 2 cipolle rosse, 200g di pomodorini, 2uova sode, 2 scatolette di tonno sott’olio, 100g di olive , 200g di fagiolini, 2 cucchiai di capperi, aceto, olio extravergine d’oliva, origano, sale, pepe.

Preparazione:

  • Mettete i capperi a bagno in abbondante acqua fredda. Nel frattempo lavate le patate e lessatele, con la buccia, in acqua salata per circa 40 minuti; appena cotte sgocciolatele e lasciatele raffreddare; poi sbucciatele e tagliatele a fette.
  • Spuntate i fagiolini, lavateli e lessateli in acqua salata per 20 minuti circa; poi scolateli e fateli raffreddare.
  • Trasferite il tutto in un piatto da portata e aggiungete i pomodorini lavati e tagliati a metà, la cipolla pelata e tagliata ad anelli, le uova a spicchi, le olive, i capperi ben strizzati e il tonno sbriciolato.
  • Condite l’insalata con un’emulsione di olio, aceto, sale e pepe; cospargete con una presa abbondante di origano e fate insaporire per una decina di minuti prima di servire.

Peperoni “ ammuddicati “(con la mollica)

agosto 16th, 2015 by admin

Piatto che fa parte della tradizionale cucina Siciliana. Un piatto davvero stuzzicante se come me amate i peperoni. Molto gustoso e facile da preparare, che può essere presentato sia come antipasto o contorno.Piace sempre a tutti e si può preparare in anticipo.

 

Peperoni “ ammuddicati  “(con la mollica)

Peperoni “ ammuddicati “(con la mollica)

Peperoni “ ammuddicati  “(con la mollica)

Peperoni “ ammuddicati “(con la mollica)

Peperoni “ ammuddicati  “(con la mollica)

Peperoni “ ammuddicati “(con la mollica)

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di peperoni, 100g di mollica di pane raffermo, 2 spicchi d’aglio, 1 ciuffo di basilico, olio extravergine d’oliva, un cucchiaio di mandorle tritate grossolanamente, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lavate i peperoni; eliminate il picciolo e i filamenti interni e tagliateli a listarelle. Scaldate 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva in una padella e aggiungete i peperoni e un mestolo d’acqua; salate , pepate e cuocete su fuoco moderato.
  • Grattugiate la mollica di pane e aromatizzatela con un trito d’aglio e le foglie di basilico spezzettate. Appena le verdure saranno appassite, cospargetele con il composto preparato; rimestate con cura e spegnete la fiamma.
  • Disponete i peperoni su un piatto da portata e cospargeteli con una manciata di mandorle tritate (facoltativo).
  • Servite la preparazione tiepida o fredda.

Cipolle infornate alla palermitana

agosto 9th, 2015 by admin

A Palermo in questo periodo, si trovano facilmente già pronte in quasi tutte le gastronomie, o nei banchetti dei fruttivendoli che inondano le strade del mercato del particolare odore delle cipolle infornate, irresistibili e sfiziose sia comprarle già cotte che cucinate in casa.

 

Cipolle infornate alla palermitana 1

Cipolle infornate alla palermitana

Cipolle infornate alla palermitana 2

Cipolle infornate alla palermitana

Cipolle infornate alla palermitana 3

Cipolle infornate alla palermitana

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 cipolle grosse Bianche o rosate, olio extravergine di oliva, basilico fresco , origano, aceto di vino bianco, sale, pepe.

Preparazione:

  • Levate il primo strato di pellicina alle cipolle, pareggiate con un coltellino ben affilato la base (in modo che stiano ben ferme sulla base), lavatele velocemente sotto l’acqua corrente.
  • Asciugatele e mettetele su una teglia ricoperta da carta da forno, irroratele con dell’olio d’oliva, spolverizzatele con una presa di sale fino.
  • Mettetele in forno già caldo a 200°C per circa un ora e mezza (dipende dalla grossezza delle cipolle e dal vostro forno), rigiratele di tanto in tanto. Lasciarle raffreddare nel forno.
  • Controllare la cottura, capirete che le cipolle sono cotte quando la buccia apparirà leggermente bruciacchiata e, toccandole con una forchetta le sentirete morbide.
  • Sfornatele e lasciatele raffreddare, poi sbucciatele, tagliatele a spicchi, mettetele in una ciotola aggiungete 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 1 cucchiaio di aceto bianco, sale ,pepe, origano e foglie di basilico sminuzzate.
  • Mescolate per bene e lasciatele insaporire almeno per 1 ora prima di servire.

Le cipolle infornate sono un ottimo contorno per secondi piatti a base di carne.

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno

luglio 25th, 2015 by admin

Ottimo piatto vegetariano ricco di sapore, semplice e veloce da preparare. Molto saporito, può essere presentato sia come antipasto o contorno sfizioso per accompagnare un secondo piatto di carne alla griglia.

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno 1

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno 4

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno 3

Cipolle (di partanna) ammuddicati al forno

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di cipolle bianche grosse, sale, pepe, olio extravergine d’oliva, 100g di pan grattato,50g di caciocavallo (o pecorino) grattugiato, origano.

Preparazione:

  • Pelate le cipolle; lavatele e lessatele per 10 minuti in abbondante acqua salata. Scolatele e trasferiteli in una teglia rivestita con carta da forno.
  • Mettete il pangrattato in una ciotola, aggiungete una spolverata di origano, il caciocavallo, una presa di sale e una spolverata di pepe.
  • Mescolate per bene il composto, poi, con l’aiuto di un cucchiaio ricoprite l’intera superficie delle cipolle; irrorate generosamente la preparazione con olio oliva.
  • Infornate a 180°C per 25-30 minuti, o fino a quando non si formerà in superficie una crosticina croccante e dorata.
  • Note:
  • La cipolla rossa di Partanna è originaria dalla città omonima in provincia di Trapani, e più precisamente nella valle del Belice.
  • La prima caratteristica che contraddistingue questa cipolla sono le sue dimensioni, in condizioni ottimali si riescono ad estrarre esemplari che arrivano ad un chilo. Caratteristico, oltre al colore rossastro, è il suo aroma.
  • Ha un sapore dolce che la distingue dalle altre cipolle. Anche all’olfatto risulta gradevole e durante il suo utilizzo è assente la lacrimazione.
  • La Cipudda Partannisa (come viene chiamata in Sicilia) ha aroma intenso e delicato, mentre al gusto risulta dolce e di una carnosità assolutamente unica da risultare “croccante”.
  • Il miglior modo per assaporarne le qualità è consumarla cruda e fresca come condimento alle insalate, senza dover convivere poi con il forte retrogusto tipico di questa verdura.
    E’ ottima se abbinata alle varie conserve come la tipica Caponata alla Siciliana con melanzane, capperi e sedani.
  • Tradizionalmente la si taglia a pezzi grossi e la si aggiunge a queste preparazioni. E’ inoltre insostituibile nei soffritti poiché il suo aroma si fa sentire gradevolmente senza coprire gli altri odori.
  • Squisita anche gratinata al forno , o semplicemente infornata e poi condita all’insalata, ottimo piatto vegetariano ricco di sapore, semplice e veloce da preparare, molto saporito, può essere presentato sia come antipasto o contorno sfizioso per accompagnare un secondo piatto di carne alla griglia.

Melanzane gratinate

giugno 4th, 2015 by admin

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 melanzane, 50g di pangrattato, 1 cucchiaio di caciocavallo grattugiato, 2 spicchi d’aglio, 1 ciuffo di menta, 1 ciuffo di basilico, 1 tazza di salsa di pomodoro, olio extravergine d’oliva, sale.

Preparazione:

  • Lavate le melanzane; eliminate il picciolo e tagliatele a dadini. Cospargetele di sale e ponetele in un colapasta per 1 ora.
  • Trascorso il tempo indicato, sciacquatele, asciugatele e friggetele in abbondante olio caldo.
  • Tritate finemente l’aglio e il basilico e mescolateli con il pangrattato e il caciocavallo.
  • Scaldate la salsa con 2 cucchiai d’olio; aggiungete le foglie di menta e le melanzane e cuocete per una decina di minuti.
  • Versate l’intingolo in una teglia; cospargete con il trito aromatico e fate gratinare i forno a 200çC per 10 minuti.
  • Note:
  • Il frutto della melanzana è una bacca carnosa che, secondo la varietà di appartenenza, può avere dimensioni e colori variabili. È riconducibile, da un punto di vista gastronomico, a due tipologie: la clava o allungata e l’ovalata o tonda. L’allungata è quella che ha sapore deciso, talvolta piccante, e pertanto può richiedere di essere messa sotto sale per estrarre parte dell’acqua di vegetazione amarognola. La tonda non richiede alcun trattamento prima della cottura.
  • Acquisto: La buccia deve essere liscia, tesa e lucida. Il frutto non deve presentare ammaccature.
  • Impiego: La mondatura della melanzana consiste nell’eliminare il picciolo insieme con la parte verde. Se non richiesto esplicitamente dalla ricetta, non si sbucciano. Le melanzane allungate si impiegano per ottenere piatti dal sapore deciso, come per  esempio la caponata, preparazione agrodolce con olive e pinoli. Quelle tonde sono ottime grigliate oppure fritte, in quanto questa cottura disidratano in modo marcato i cibi, concentrandone i succhi e, quindi, accentuandone i sapori. Sono da preferire tonde se vanno cucinate in casseruola insieme con pesci delicati. Tra i piatti con le melanzane vanno ricordati la pasta alla Norma, la parmigiana, la caponata. Pregevoli anche impanate e fritte.
  • Nota nutrizionale: Contengono vitamine B e C e Sali minerali quali il potassio, fosforo, calcio e sodio. Svolgono una funzione diuretica e abbassano il colesterolo “cattivo”.

 

 

Millefoglie di melanzane

giugno 27th, 2013 by admin

Ottimo  piatto,  molto fresco e veloce da preparare che può essere servito come antipasto o come contorno.

Millefoglie di melanzane

Millefoglie di melanzane

Millefoglie di melanzane 8

Millefoglie di melanzane

Millefoglie di melanzane

Millefoglie di melanzane

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane tonde, 20 pomodori ciliegia, 200g di mozzarella, sale, pepe, olio extravergine d’oliva, basilico.

Preparazione:

  • Lavate i pomodorini, tagliateli in piccoli pezzi e metteteli in una ciotola, aggiungete un ciuffo di basilico tritato finemente, 5 cucchiai d’olio di oliva, un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Fate insaporire per 1 ora, mescolando di tanto in tanto.
  • Spuntate le melanzane, tagliatele a fette e spennellateli con l’olio da entrambi i lati ,cuocetele sulla griglia rovente, per 4-5 minuti per parte, salate e pepate.
  • Impilate 4-5 fette di melanzane su una teglia con carta da forno, distribuite tra gli strati la salsa di pomodorini (preparata precedentemente) e fettine sottili di mozzarella e foglioline di basilico.
  • Mettete in forno già caldo a 180°C per una decina di minuti. Sfornate le millefoglie decorate ogni porzione con fettine di mozzarella e foglie intere di basilico, rimettete in forno per 1 minuto, il tempo necessario per fare sciogliere la mozzarella in superficie.
  • Lasciate intiepidire le millefoglie di melanzane, poi mettete su un piatto da portate e servite.

 

Funghi in umido

luglio 6th, 2012 by admin

Funghi in umido

Funghi in umido

Funghi in umido

Funghi in umido

Funghi in umido 8

Funghi in umido

Funghi in umido

Funghi in umido

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di funghi, 3 pomodori maturi, 2 spicchi d’aglio, 1 ciuffo di prezzemolo, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Pulite i funghi e spezzettateli; poi , saltateli in tegame con l’olio e l’aglio.
  • Aggiungete, quindi, i pomodori pelati, privati dei semi e tagliati a cubetti e il prezzemolo tritato e fate insaporire per un paio di minuti.
  • Salate, pepate, bagnate con poca acqua e cuocete per una ventina di minuti.
  • Note:
  • Il prataiolo detto champignon (che in francese significa genericamente fungo) o, più propriamente, champignon de Paris (fungo di Parigi). Presenta gambo cilindrico non bombato e cappello a cupola. Di piccole dimensioni, ha colore biancastro o nocciola (cremino) ed è il più diffuso.
  • I funghi si puliscono con un panno inumidito, eliminando con un coltellino eventuali residui terrosi. Se necessario, si passano velocemente in poca acqua tiepida e si asciugano immediatamente.
  • Acquisto: i funghi all’atto dell’acquisto devono essere sodi, integri, esenti da forellini e al tatto risultare morbidi, ma non molli. Inoltre devono essere intensamente profumati. I funghi coltivati sono in genere commercializzati in confezioni con riportata la data entro cui consumarli. Di fatto possono rimanere in frigorifero anche quattro giorni, cominciando però un processo di disidratazione.
  • Nota nutrizionale: danno un trascurabile apporto calorico e sono ricchi di Sali minerali quali potassio, fosforo e selenio.