Archivio per ‘Crèpes Salate’ Categoria

Menù crèpes salate

febbraio 2nd, 2013 by admin

La crespella, conosciuta anche con il termine francese di crêpe, è un tipo di cialda sottile, morbida e non croccante, cotta su una superficie rovente tonda.Le crespelle vengono farcite di ripieni vari, dolci o salati e arrotolate su sé stesse per racchiuderli. L’impasto è a base di latte, uova, farina. La crespella è generalmente considerata una pietanza tipica della cucina francese, tuttavia sono presenti preparazioni simili in vari paesi d’Europa. Le versioni salate tuttavia non mancano e sono preparate nella Francia nord occidentale utilizzando farina di grano saraceno: prendono il nome di galette e possono venire servite come spuntino, antipasto o secondo, accompagnandosi a formaggi, salumi, verdure, funghi, crostacei e salse varie. Tipiche della Bretagna, sono diventate il piatto più rappresentativo della cucina bretone. In alcuni tipi di zuppe e minestre si usa tagliarle a striscioline e accompagnarle al brodo, solitamente di carne, come ad esempio si fa in Austria ed in Alto Adige per la Frittatensuppe.

 

  1. Crèpes ai 4 formaggi
  2. Crèpes al ragù
  3. Crèpes al salmone
  4. Crepès con cipolle rosse
  5. Crèpes con pesto e funghi
  6. Crèpes con spinaci e ricotta
  7. Crèpes del pescatore
  8. Crèpes di verdure e tonno
  9. Crèpes mozzarella e tonno
  10. Crèpes Praga e provola
  11. Crepes salame e radicchio

 

Crepes salame e radicchio

dicembre 11th, 2009 by admin

Ingredienti:

  • per le crèpes, (usate la ricetta base per crèpes salate), 20 gr di radicchio rosso, 100 g di salame ungherese, 100 ml di panna (circa 90 g), burro, (besciamella).

Preparazione:

  • Preparare l’impasto per le crèpes salate come da(ricetta base). Tagliare il radicchio rosso a striscioline utilizzando prevalentemente la parte rossa, lavarlo e centrifugarlo. Metterlo nel mixer assieme al salame e tritare finemente.
  • In una piccola ciotola, stemperare l’impasto ottenuto con la panna da cucina. Ungere con pochissimo burro la padella e versare un mestolino di pastella.
  • Appena la crepe è dorata su un lato voltarla. Terminare la cottura anche dall’altro lato, quindi riporla su un piatto da portata per condirla.
  • Disporre al centro della crepe un cucchiaio di ripieno, cospargerlo uniformemente, quindi piegarla a metà e nuovamente a metà, fino ad ottenere un ventaglio. Imburrare il padellino ad ogni cottura e ripetere il procedimento per ogni crepe.
  • Disporre tutte le crepes condite in una teglia da forno, irrorare con la besciamella a filo ed infornare per 5-10 minuti a 200°C. Servire immediatamente le crèpes decorando con qualche strisciolina di radicchio rosso.
  • Note:
  • Il Radicchio Rosso di Treviso è una varietà di cicoria, è caratterizzato da un colore rosso scuro intenso, da striature bianche, da una consistenza croccante e da un inconfondibile gusto delicatamente amarognolo.Si presenta in due varianti: precoce o tardivo. Il Radicchio Rosso di Treviso Precoce, meno pregiato, ha foglia più larga e sapore più amaro. Viene coltivato in campo aperto e dopo l’estate, i cespi vengono legati per proseguire la maturazione e l’imbianchimento forzato. Segue quindi, la raccolta e la toelettatura prima della commercializzazione. Il Radicchio Rosso di Treviso Tardivo è invece assai più pregiato, in ragione della complessità del processo di produzione. Si presenta con foglie lunghe e affusolate, con una costa centrale bianca e foglie di un colore rosso-violaceo intenso. Secondo il disciplinare di produzione la raccolta dal campo aperto può iniziare solo dopo che le piante abbiano subito due brinate. Una volta raccolto (ancora con il suo fittone o radice) viene legato in mazz i e posto con il fittone immerso in vasche di acqua di falda a temperatura costante (12-15 gradi) per la fase di imbianchimento. La temperatura mite dell’acqua favorisce la ripresa del processo vegetazionale, ma l’assenza di luce impedisce alla pianta di produrre clorofilla: da qui il colore tipico e l’ammorbidimento delle note amare della cicoria. Dopo un periodo di forzatura in acqua, che varia dai venti ai quindici giorni, il Radicchio Rosso di Treviso Tardivo IGP è pronto per la toelettatura finale.
  • Acquisto: la pianta deve avere foglie erette, spesse e turgide, e steli croccanti.
  • Impiego: il radicchio va lavato ed eventualmente sfogliato. Si prepara alla griglia, al forno, in insalata e anche con riso (risotto). Può anche essere consumato crudo.
  • Nota nutrizionale: favorisce la digestione, è ricco di calcio e di ferro e contiene sostanze antiossidanti.

Crèpes con spinaci e ricotta

dicembre 11th, 2009 by admin

Ingredienti per 6 persone:

  • (per le crepes ricetta di base) ,500 gr di spinaci, 300 gr di ricotta fresca, sale, una noce di burro, aglio, parmigiano grattugiato.

Preparazione:

  • Preparate le crepes secondo la (ricetta di base). Lavate e pulite bene gli spinaci. In abbondante acqua lessate gli spinaci, scolateli e strizzateli. Ripassateli in una padella con una noce di burro e uno spicchio di aglio. A fine cottura tritateli bene e salate.
  • Nel frattempo schiacciate bene 250 gr di ricotta. Quando gli spinaci si sono raffreddati unitevi la ricotta amalgamando bene.
  • Mettete il ripieno nelle crepes e arrotolate come i canelloni. Preparate la besciamella e unitevi mescolando il parmigiano, la ricotta messa da parte, 1 cucchiaio di olio e un poco di sale ottenendo una salsa.
  • Ponete le crepes in una pirofila da forno dove con un cucchiaio avrete già messo della salsa di besciamella. Cospargete le crepes con la restante salsa. Cuocete in forno preriscaldato a 200° finchè non si forma una crosticina dorata.
  • Note:
  • Lo spinacio è una pianta erbacea dotata di foglie leggermente allungate, bollose, carnose e al tempo stesso croccanti, di colore verde intenso, scuro. Le foglie piccole caratterizzano gli spinaci primaverili, particolarmente teneri, quelle grosse le produzioni invernali. Va ancora detto che i primaverili, grazie all’esposizione solare, sono più ricchi di sostanze benefiche.
  • Acquisto: gli spinaci vanno scelti con foglie chiare se sono destinate al consumo crudo, di colore verde scuro se si cuoceranno. Da preferire quelli sviluppati nella foglia e non fusto. La foglie in ogni caso devono essere carnose, turgide, ben erette.
  • Impiego: gli spinaci vanno consumati subito dopo la raccolta e si possono preparare sia crudi in insalata sia cotti. Devono essere sottoposti a un’accurata pulizia in quanto le piantine trattengono molto terriccio, pertanto occorre sciacquarli più volte. Se si vogliono bollire sono sufficienti 5 minuti di cottura. Per evitare dispersione di sapore  e di Sali minerali è opportuno cuocerli in pochissima acqua: è sufficiente quella rimasta sulle foglie dopo il lavaggio. Una volta bolliti possono essere passati in padella nel burro o utilizzati per preparare gnocchi con la ricotta, frittate, o in numerosi ripieni (tortelli, cannelloni, torte salate). Sono un ottimo contorno per piatti di carne e pesce.
  • Nota nutrizionale: gli spinaci sono ricchi di vitamina C e di sostanze antiossidanti. Hanno un alto contenuto di ferro, che però viene solo parzialmente assimilato a causa della compresenza di acido ossalico che ne limita l’assorbimento.

Crèpes del pescatore

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 4 persone:

  • 125 gr di farina di granturco, 25 gr di farina 00, 3 uova, 200 ml di latte, 1 cucchiaio di burro, 1 cucchiaio di strutto, sale.

Ingredienti per il condimento:

  • 32 cozze pulite e lavate,300 gr di gamberetti cotti, 8 capesante sgusciate, 60 gr di burro, 100 gr di scalogni, 2 spicchi di aglio, 300 gr di pomodori pelati, 200 ml di fumetto di pesce, 200 ml di , vino bianco secco,250 ml di panna da cucina, sale e pepe.

Preparazione:

  • Disponete le due farine a fontana in una insalatiera e aggiungete una alla volta le uova continuando a mescolare. Aggiungete il latte, 100 ml di acqua e il sale; continuate a mescolare finchè la pastella sarà liscia, poi fatela riposare almeno 2 ore.
  • Fate sciogliere il burro e aggiungetelo ala pastella. Ungete una padella con lo strutto, fatela riscaldare e poi versatevi un mestolino di pastella e stendetela velocemente sul fondo.
  • Quando i bordi saranno dorati capovolgete la crêpe e cuocetela sull’altro lato. Conservate le otto crepes al caldo. Intanto mettete le cozze in una casseruola, coprite e lasciatele andare a fuoco medio per 5-8 minuti.
  • Sgusciate i molluschi e teneteli da parte, insieme ai gamberetti sgusciati. Saltate le capesante in 30 gr di burro per 3 minuti, fatele raffreddare e tagliatele a tocchetti.
  • Sbucciate e tritate gli scalogni e l’aglio. Sciogliete il burro rimasto e soffrigetevi insieme gli scalogni, l’aglio e i pomodori tagliuzzati fini. Lasciate cuocere per 10 minuti , poi aggiungete il fumetto e il vino bianco. Proseguite la cottura finchè l’intingolo si sarà ridotto a 1/3. Unite la panna e lasciatela scaldare appena,salate pepate e spegnete.
  • Aggiungete alla salsa ancora calda i frutti di mare e fateli riscaldare per 2-3 minuti.
  • Disponete le crêpes sui singoli piatti, riempitele con il composto, ripiegatele a fagottino e servite.

 

Crèpes mozzarella e tonno

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 4 persone:

Ingredienti per il ripieno:

  • 2 mozzarelle grandi, 2 scatole di tonno, 5 pomodori, olio, foglie di basilico.

Preparazione:

  • Preparate le crèpes (ricetta base). In un pentolino con dell’olio, fate rosolare per 3 minuti i pomodori tagliati a cubetti e le foglie di basilico.
  • A parte tagliate la mozzarella a fettine. Farcite le crèpes con la mozzarella e il tonno, ripiegate a fazzoletto. Versate i pomodori sulle crèpes e decorate con una foglia di basilico.
  • Note:
  • Il basilico è considerata l’erba aromatica più nobile e infatti il nome deriva da basilicum, pianta regale, e da basileus, re. Ha foglie ovali lanceolate, a volta bollose, lunghe da 2 a 5 centimetri, di colore verde più o meno intenso. In alcune varietà ha stelo violaceo (basilico violetto), in altre aroma mentolato.
  • Acquisto: accettarsi della freschezza della pianta che deve essere ben eretta, con foglie tese, non flosce.
  • Impiego: il basilico è termolabile e pertanto il miglior utilizzo è da crudo, unendolo alle preparazioni già cotte. È il protagonista del pesto alla genovese, per il quale si consiglia di escludere la varietà mentolate: l’ideale è impiegare il basilico genovese.
  • Nota nutrizionale: il basilico favorisce la digestione, è antisettico, tonico, contiene vitamina A e Sali minerali come potassio, calcio, fosforo e magnesio.

Crèpes ai 4 formaggi

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 6 persone:

Ingredienti per il ripieno:

  • 100 gr fontina, 60 gr gorgonzola, 100 gr parmigiano, 60 gr pecorino, olio extravergine di oliva, sale, prezzemolo tritato.

Preparazione:

  • Preparate le crepes secondo la ricetta di base. Tagliate a pezzetini i formaggi e metteteli in una ciotola.
  • Quando le crepes sono pronte sopra un lato mettete i 4 formaggi, un cucchiaino di olio per ognuna di olio e un pizzico di sale.
  • Chiudete a mezzaluna e ponete in 6 terrine da forno (dovrebbero essere due per ognuna). Infornate per 10 minuti a 180°C . Servite le crepes direttamente nelle terrine decorando con il prezzemolo e irrorando con un filo di olio.
  • Note:
  • Il prezzemolo è un’erba aromatica di sapore e profumo delicati. Ha foglie verdi, triangolari, dentellate. Esiste anche una varietà “riccia”, utilizzata soprattutto per decorare. È presente in molti mesi dell’anno oltre che a marzo.
  • Acquisto: deve essere pulito, fresco, profumato, con le foglie turgide e non afflosciate. Non deve presentare coloriture chiare e giallastre lungo gli orli.
  • Impiego: una volta lavato e privato dai gambi, viene tritato e unito a preparazioni trifolate, a soffritti o, a cottura avvenuta, a minestre, paste asciutte, risotti. Crudo, è un ingrediente essenziale delle salse verdi, come i bagnet, da servire con bolliti misti di carne.
  • Nota nutrizionale: contiene vitamina A, C ed E oltre a Sali minerali come ferro, zolfo, calcio, fosforo e rame.

Crèpes con pesto e funghi

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 6 persone:

Ingredienti per il ripieno:

  • 200 gr di funghi champignon, sale, pesto al basilico, olio extravergine di oliva, parmigiano reggiano a scaglie.

Preparazione:

  • Preparate le crepes secondo la( ricetta di base).Preparate il pesto secondo la (ricetta di base). Pulite e tagliate a fettine i funghi, fateli scottare in una padella con uno spicchio di aglio e un cucchiaio di olio, aggiungendo un poco di acqua per non far bruciare (i funghi devono essere morbidi).
  • Mettete all’interno di ogni crepes i funghi, il pesto, un pizzico di sale e un cucchiaino di olio,richiudetele e ponetele in una teglia. Aggiungete sopra il formaggio e un filo di olio.Infornate per 5 minuti. Servite le crèpes in piatti individuali ,tiepide.
  • Note:
  • Il prataiolo detto champignon (che in francese significa genericamente fungo) o, più propriamente, champignon de Paris (fungo di Parigi). Presenta gambo cilindrico non bombato e cappello a cupola. Di piccole dimensioni, ha colore biancastro o nocciola (cremino) ed è il più diffuso.
    I funghi si puliscono con un panno inumidito, eliminando con un coltellino eventuali residui terrosi. Se necessario, si passano velocemente in poca acqua tiepida e si asciugano immediatamente.
  • Acquisto: i funghi all’atto dell’acquisto devono essere sodi, integri, esenti da forellini e al tatto risultare morbidi, ma non molli. Inoltre devono essere intensamente profumati. I funghi coltivati sono in genere commercializzati in confezioni con riportata la data entro cui consumarli. Di fatto possono rimanere in frigorifero anche quattro giorni, cominciando però un processo di disidratazione.
  • Nota nutrizionale: danno un trascurabile apporto calorico e sono ricchi di Sali minerali quali potassio, fosforo e selenio.

Crèpes al ragù

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 6 persone:

Ingredienti per il condimento:

  • ragù: (menù salse), parmigiano reggiano grattugiato.

Preparazione:

  • Preparate le crepes secondo la (ricette di base). Preparate il ragù alla bolognese seguendo  la ricetta in (menù salse). Mettete un mestolo di ragù in ogni piatto individuale fondo.
  • Ponetevi sopra le crepes e aggiungete un mestolo di ragù.Aiutandovi con un cucchiaio richiudete le crepes.
  • Aggiungete un altro mestolo di ragù, spolverate il parmigiano e servite.

 

Crèpes Praga e provola

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti per 2 persone:

  • per le crèpes, usate la ricetta base per crèpes salate, 100 g di prosciutto cotto tipo Praga, 80 g di provola affumicata, burro.

Preparazione:

  • Preparate le crepes secondo la (ricetta di base). Togliere dal prosciutto cotto il grasso in eccesso. Grattugiare la provola con la grattugia a fori piccoli.
  • Ungere con pochissimo burro la padella e versare un mestolino di pastella. Appena la crepe è dorata su un lato voltarla e cominciare a condirla, molto velocemente.
  • Cospargere metà crepes con parte della provola, il prosciutto cotto e chiudere piegando a metà e quindi nuovamente a metà, fino ad ottenere un ventaglio.
  • Servire immediatamente.

 

Crepès con cipolle rosse

settembre 29th, 2009 by admin

Ingredienti:

  • per le crèpes, usate la ricetta base per crèpes salate,  2 cipolle rosse, 250 ml circa di brodo vegetale, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 2 dita di vino rosso, sale, pepe, 2 cucchiai di aceto balsamico, burro.

Preparazione:

  • Preparate l’impasto per le crèpes salate come da (ricetta base). Sbucciate le cipolle e tagliatele a spicchietti. Scaldate il brodo.
  • In una padella antiaderente mettete l’olio, le cipolle e portele sul fuoco. Fate  rosolare qualche minuto a fiamma vivace, quindi unite il vino rosso, un mestolo di brodo vegetale, un pizzico di sale, una grattugiata di pepe, coprite e cuocete per 20 minuti a fiamma media, girando piuttosto spesso.
  • Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungete altro brodo vegetale. A fine cottura scoperchiate, alzate la fiamma, fate asciugare, regolate di sale e tenete in caldo.
  • Portate sul fuoco un padellino antiaderente, mettete l’aceto balsamico e fatelo leggermente sobbollire per un minuto girando con un cucchiaio.
  • Mettetelo in una ciotolina e tenetelo da parte. Ungete con pochissimo burro la padella e versate un mestolino di pastella.
  • Appena la crepe sarà  dorata su un lato voltatela e cominciate a condirla, molto velocemente. Cospargete metà crepes con parte delle cipolle e chiudete piegando a metà e quindi nuovamente a metà, fino ad ottenere un ventaglio.
  • Servite immediatamente decorando con l’aceto balsamico colato a filo sulle crepes.