Archivio per ‘Secondi di Uova’ Categoria

Menù Secondi di uova

dicembre 26th, 2016 by admin

Frittata con patate e olive

dicembre 26th, 2016 by admin

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 uova, 3 pomodori, 300g di patate non farinose, 80g di olive nere, 6 cucchiai di caciocavallo grattugiato, 1 cipolla, 1 ciuffo di prezzemolo, 2 cucchiai di latte, olio extravergine d’oliva sale, pepe.

Preparazione:

  • lessate le patate in acqua salata inizialmente fredda per 30 minuti dal bollore. Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in un tegame con 4 cucchiai d’olio per 3-4 minuti.
  • Bagnate la cipolla con 1 mestolo di acqua calda, coprite e lasciate stufare per 5 minuti. Dividete i pomodori a metà, privateli dei semi e riduceteli a striscioline.Tritate grossolanamente il prezzemolo.
  • Scolate le patate , lasciatele intiepidire e tagliatele a fettine, poi aggiungetele alla cipolla e continuate la cottura per un paio di minuti. Fate raffreddare.
  • Sbattete leggermente le uova con il latte, unite le patate, i pomodori, le olive, il prezzemolo, il caciocavallo,un pizzico di sale, una spolverata di pepe e mescolate bene.
  • Versate il composto in una padella oliata da 20-22 cm di diametro, fatelo cuocere finchè si sarà rassodato nella parte inferiore, poi girate la frittata e portatela a cottura. Servite la frittata calda o tiepida.

 

  • Note:
  • La patata è un grosso tubero ricco di amido che nel mese di giugno raggiunge la piena maturazione. È ampiamente coltivata. In base alla caratteristica della polpa si possono convenzionalmente riconoscere  almeno due tipi di patata: a pasta gialla, detta anche “cerosa”, talvolta a buccia rossa, adatta alle lunghe cotture; a pasta bianca , o farinosa, che si sfalda più facilmente della prima. Rappresentano invece una curiosità le patate dette “tartufo”(violette noire), dotate di sottile aroma di nocciola. La patata è stata introdotta in Europa dalle Americhe. Inizialmente, però, non incontrò grande successo, tanto è che ancora a fine Settecento i governanti europei tentavano di inserirla nelle diete per l’elevata resa e il basso costo. In Francia, su consiglio di Antoine-Augustin Parmentier, agronomo, nutrizionista e igenista, per incrementare il consumo di questi tuberi, si escogitò una tattica: durante il giorno, militari armati cominciarono a presidiare i campi dove erano coltivate le patate, mentre al tramonto ritornavano in caserma. I contadini, ritenendole pertanto cibo prezioso andavano a rubarle per nutrirsene. E così si diffuse la coltivazione delle pommes de terre in Francia.
  • Acquisto: tutte le varietà di patata non devono presentare germogli, che sono tossici, né parti colorate di verde, che comunque andrebbero eliminate.
  • Impiego: la patata a pasta gialla si taglia a grossi dadi e si uniscono a spezzatini di carne come goulash. Sono inoltre ingredienti di minestre che prevedono una lunga cottura. Sono quelle da scegliere per la preparazione in insalata, servite fredde condite con aglio, prezzemolo, olio e aceto, oppure in insalata russa. Le patate farinose si utilizzano per la preparazione di creme di verdura cui forniscono cremosità (potage Parmentier) e di purè. Sono le più adatte per gli gnocchi, in quanto richiedono l’aggiunta di poca farina. Tutte le patate si possono friggere; è consigliabile però metterle a bagno, dopo averle affettate, quindi asciugarle bene per eliminare l’amido che non permette la formazione dell’irrinunciabile crosticina. Le patate si sbucciano prima di cuocerle, a meno che non si preparino intere bollite, al forno o cotte sotto la cenere. Rappresentano la farcia di tortelli di varie regioni, come i culurgiones sardi.
  • Nota nutrizionale: le patate contengono proteine, aminoacidi, potassio, solanina (un alcaloide tipico di questo ortaggio) e vitamina B. hanno azione ipotensiva e alcalinizzante, e pertanto contrastano la gastrite.

Fave di Leonforte con uova strapazzate

maggio 12th, 2016 by admin

Le uova con le fave fresche di Leonforte un’autentica ghiottoneria prodotta nei comuni di Leonforte, sono un piatto unico a base di uova e fave fresche, perfette da preparare in questo periodo in cui è possibile gustare le fave fresche. Queste particolari fave sono una preziosa fonte di sali minerali e proteine e per il loro alto contenuto di proteine e nutrienti vengono chiamate “la carne dei poveri”, si trovano in commercio fresche in primavera, secche tutto l’anno. Di antichissima coltivazione, la fava larga di Leonforte entra a pieno titolo nel paniere dei prodotti tipici della dieta mediterranea ed è uno dei presìdi di Slowfood.

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Fave di Leonforte con uova strapazzate

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di fave fresche (da sbucciare), 2 cipollotti, 50gr di caciocavallo grattugiato, 8 uova, sale, pepe.

Preparazione:

  • Sgranate le fave e mettetele in una ciotola con acqua fresca, poi con l’aiuto di un coltellino, praticate un taglietto e togliete la pellicina esterna delle fave.
  • Ponete le fave sbucciate in un pentolino con acqua fredda e leggermente salata, fatele sbollentare per 5 minuti.
  • Tritate finemente i due cipollotti, metteteli in una padella, aggiungete 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva e fate soffriggere a fiamma bassa per 5 minuti.
  • Aggiungete le fave, sale e pepe e fatele insaporire per 5 minuti a fiamma bassissima.
  • Unite le uova, mescolatele alle fave, aggiungete il caciocavallo grattugiato e amalgamate tutto per bene, fino a quando vedrete l’albume diventare bianco (il tuorlo deve restare morbido).
  • Servite le uova strapazzate con le fave fresche calde.

Pisci d’ova (pesce d’uova)

ottobre 9th, 2015 by admin

U pisci d’ova o pesce d’ uova fa parte della cucina povera siciliana. Si tratta di una frittata semplice arrotolata su se stessa che come forma richiama la sagoma di un pesce. Questo piatto era in uso nelle cucine delle case di pescatori.I pescatori, quando tornavano a casa senza aver pescato nulla, dicevano alle donne di casa” oggi mangiamo pisci d’ova”.

Pisci d’ova (pesce d'uova) 1

Pisci d’ova (pesce d’uova)

Pisci d’ova (pesce d'uova) 2

Pisci d’ova (pesce d’uova)

Pisci d’ova (pesce d'uova) 3

Pisci d’ova (pesce d’uova)

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 8 uova, 3 cucchiai di caciocavallo (o pecorino) grattugiato,1 ciuffo di prezzemolo, 100g di mollica di pane raffermo grattugiata, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Sgusciate le uova in una ciotola e battetele con una forchetta; poi, aggiungete la mollica di pane, il prezzemolo tritato, il formaggio grattugiato, una presa di sale e una spolverata di pepe e amalgamate tutto con cura.
  • Scaldate in una padella 3 cucchiai di olio, poi versate il preparato e lasciate rapprendere leggermente; quindi, cominciate a rivoltare la frittata su se stessa, formando un rotolo, spegnete la fiamma quando la preparazione sarà dorata in modo uniforme. Servite subito.
  • Note: Pisci d’ova,ricetta tipica siciliana, gli ingredienti di base sono gli stessi che si usano per fare la classica frittata , solitamente  presenti in tutte le case: uova, pangrattato, formaggio, latte, aglio, prezzemolo, olio, cambia solo la forma, arrotolata su se stessa. Facile e veloce da fare, ideale da preparare come salvacena ,o da servire a fette come antipasto.

Frittata con fiori di zucca

giugno 21st, 2014 by admin

Frittata con fiori di zucca

Frittata con fiori di zucca

Frittata con fiori di zucca

Frittata con fiori di zucca

Frittata con fiori di zucca

Frittata con fiori di zucca

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 uova, 500 g di fiori di zucca, 3-4 cucchiai di caciocavallo ( o parmigiano) grattugiato, 2-3 cucchiai di pangrattato, 1 scalogno, 2 cucchiai di latte ( facoltatico), olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Sciacquate sotto l’acqua corrente i fiori di zucca, asciugateli delicatamente e privateli dai gambi e dai pistilli.Tagliate i fiori di zucca grossolanamente e teneteli momentaneamente da parte.
  • Sbucciate, lavate e tagliate finemente lo scalogno. Fate scaldare 1 cucchiaio di olio d’oliva in una padella antiaderente, unite lo scalogno e i fiori di zucca, fateli appassire dolcemente a fuoco basso, poi spegnete il fuoco e lasciateli raffreddare.
  • Sbattete le uova in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale e di pepe, il caciocavallo ( o parmigiano) , il pangrattato e infine unite i fiori di zucca, amalgamate tutto con cura, poi versate l’impasto in una padella antiaderente unta d’olio.
  • Fate cuocere a fuoco basso per circa 6-7 minuti, poi, con l’aiuto di un coperchio rigirate la frittata e fatela cuocere ancora per 5-6 minuti, fino a quando non sarà ben dorata.
  • La frittata con i fiori di zucca è ottima sia calda che fredda, accompagnata da una fresca insalatina verde.

 

Frittata agli spinaci

novembre 16th, 2012 by admin

Frittata agli spinaci

Frittata agli spinaci

Frittata agli spinaci

Frittata agli spinaci

Frittata agli spinaci

Frittata agli spinaci

 Ingredienti per 4 persone:

8 uova, 500g di spinaci, 6 cucchiai di caciocavallo (o parmigiano) grattugiato , 2 cucchiai di pangrattato, 2 cucchiai di latte (facoltativo), sale, pepe, olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

  • Lavate gli spinaci, lessateli in acqua calda salata pe un paio di minuti, appena cotti , scolateli, strizzateli e poi tritateli finemente con un coltello.
  • In una ciotola sbattete bene le uova con una presa di sale e una spolverata di pepe, aggiungete il caciocavallo grattugiato , il latte, il pangrattato e sbattete di nuovo.
  • Unite gli spinaci tritati al composto e amalgamate molto bene, versate il composto in una padella leggermente unta d’olio.
  • Cuocere la frittata da un lato, poi, quando le uova si saranno rapprese, con l’aiuto di un piatto o di un coperchio, capovolgetela e fatela scivolare nuovamente nella padella, proseguite la cottura ancora per 2-3 minuti o fino a quando la frittata sarà ben dorata.
  • Mettete la frittata su un piatto da portata, tagliatela a spicchi e servitela accompagnata da una fresca insalata verde.
  • La frittata con gli spinaci può essere consumata sia calda che fredda.

 

Frittata con zucchine alla menta

giugno 10th, 2012 by admin

Frittata con zucchine alla menta

Frittata con zucchine alla menta

Frittata con zucchine alla menta

Frittata con zucchine alla menta

Frittata con zucchine alla menta

Frittata con zucchine alla menta

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 uova, 5 zucchine del tipo genovesi, 2 cucchiai di pangrattato, 1 ciuffo di menta, 2 spicchi d’aglio, 1 cucchiaio di latte, 5-6- cucchiai di caciocavallo ( o Parmigiano) grattugiato,1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lavate e spuntate le zucchine, grattugiatele con una grattugia a fori grossi e mettetele in una ciotola, unite gli spicchi d’aglio e le foglie di menta tritati finemente, amalgamate bene tutti gli ingredienti e tenete da parte.
  • Rompete le uova in una terrina e sbattetele con una forchetta, miscelandole assieme al caciocavallo grattugiato, unite le zucchine  preparate precedentemente, un cucchiaio di latte, 2 cucchiai di pangrattato un pizzico di sale ed una grattugiata di pepe.
  • Scaldate in una padella antiaderente 1 cucchiaio d’olio d’oliva, versatevi il composto di uova.Fate rapprendere la frittata da una parte; quindi, rivoltatela con l’aiuto di un coperchio e portate a termine la cottura.
  • Mettete la frittata su un piatto di portata , tagliata a spicchi e guarnita con foglioline di menta fresca.

 

Rollò di frittata ai peperoni

luglio 25th, 2011 by admin

Rollò di frittata ai peperoni

Rollò di frittata ai peperoni

Rollò di frittata ai peperoni

Rollò di frittata ai peperoni

Rollò di frittata ai peperoni

Rollò di frittata ai peperoni

 

Ingredienti per 4 persone:

8 uova, 4 cucchiai di latte, 8 cucchiai di caciocavallo grattugiato, sale, pepe, noce moscata, olio extravergine d’oliva.

Ingredienti per il ripieno:

3 peperoni grigliati, sottilette.

Preparazione:

  • Lavate i peperoni, asciugateli e metteteli su una teglia rivestita con carta da forno. Infornate i peperoni, lasciateli arrostire per circa 30 minuti, girandoli spesso,finchè non saranno completamente appassiti.
  • Levateli dal forno, ed ancora caldi metteteli in un sacchetto di plastica per alimenti ben chiuso, lasciateli intiepidire, in modo che poi li possiate spellare facilmente.
  • Appena i peperoni si intiepidiscono, tirateli fuori dal sacchetto, spellateli, togliete il picciolo, i semi ed i filamenti interni e tagliateli a strisce , metteteli in una ciotola, conditeli con un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e una spolverata di pepe, rigirateli per bene e tenete da parte.
  • Sbattete le uova in una ciotola, unite il latte, il caciocavallo, un pizzico di sale, una spolverata di pepe e un pizzico di noce moscata ( facoltativo).
  • Versate la metà del composto in una padella da 24 centimetri di diametro ben oliata e fatelo rassodare, poi con l’aiuto di un coperchio, girate la frittata, fatela cuocere ancora per un paio di minuti e poi mettetela a raffreddare su carta da cucina, procedete allo stesso modo per la seconda metà del composto di uova.
  • Sistemate le frittate su un piano da lavoro, farcitele, disponete su ogni frittata i peperoni preparati precedentemente e uno strato di sottilette.
  • Arrotolate le frittate ben strette e avvolgete ogni frittata su un foglio di alluminio, fateli riposare almeno un’ora in frigo.
  • Trascorso questo tempo mettete i rotoli , ancora avvolti nell’alluminio, in una teglia e metteteli in forno già caldo a 200°C, fateli scaldare per 5-6 minuti, in modo da fare sciogliere le sottilette, quindi togliete i rotoli dall’alluminio e tagliateli a fette di circa 2-3 centimetri.
  • Disponete i rotoli di frittata su un piatto da portata e serviteli accompagnati da una fresca insalatina verde.

 

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova)

giugno 6th, 2011 by admin

Patati cu' l'ova ( Patate con le uova)

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova)

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova) 8

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova)

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova)

Patati cu’ l’ova ( Patate con le uova)

Ingredienti per 4 persone:

  • 1,5 kg di patate, 8 uova, olio di semi per friggere, 4 cucchiai di caciocavallo grattugiato ( facoltativo), sale e pepe.

Preparazione:

  • Lavate e pelate le patate, tagliatele a fette spesse ci circa 2 centimetri e mettetele a bagno con acqua e sale per 30 minuti,poi, scolatele e tamponatele con uno strofinaccio pulito.Friggetele in abbondante olio caldo e adagiatele su carta da cucina a perdere l’unto in eccesso.
  • Sbattete in una ciotola le uova, unite un pizzico di sale, un pizzico di pepe e il caciocavallo grattugiato, amalgamate tutto con cura e tenete momentaneamente da parte.
  • Svuotate la padella dell’olio della frittura, rimettetela sul fuoco , fatela scaldare e poi versatevi le patate fritte, rigiratele per 1 minuto , poi, versate il composto di uova preparato e fate rapprendere, mescolando continuamente.
  • Togliete le patate dal fuoco, mettetele su un piatto da portata e servitele calde.
  • Note:La patata ha molte varietà, tutte riconducibili a due principali: a pasta bianca o a pasta gialla. Adatta per la preparazione di diversi piatti, la patata al momento dell’acquisto deve essere sods, priva di germogli e asciutta. Conservabile in luogo fresco e buio anche per più settimane.

 

Rotolo di frittata con prosciutto e sottilette

novembre 29th, 2010 by admin

Rotolo di frittata con prosciutto e sottilette

Rotolo di frittata con prosciutto e sottilette

Rotolo di frittata con prosciutto e sottilette

Rotolo di frittata con prosciutto e sottilette

cappello-pasticcionaIngredienti per 4 persone:

  • 8 uova, 4 cucchiai di latte, 8 cucchiai di caciocavallo grattugiato, sale, pepe, olio extravergine d’oliva.

Ingredienti per il ripieno:

  • 200g di prosciutto cotto, sottilette.

Preparazione:

  • Sbattete le uova in una ciotola, unite il latte, il caciocavallo, un pizzico di sale e una spolverata di pepe.
  • Versate la metà del composto in una padella da 24 centimetri di diametro ben oliata e fatelo rassodare, poi con l’aiuto di un coperchio, girate la frittata, fatela cuocere ancora per un paio di minuti e poi mettetela a raffreddare su carta da cucina, procedete allo stesso modo per la seconda metà del composto di uova.
  • Sistemate le frittate su un piano da lavoro, farcitele, disponete su ogni frittata 4 fette di prosciutto e sopra il prosciutto mettete uno stato di sottilette.
  • Arrotolate le frittate ben strette e avvolgete ogni frittata su un foglio di alluminio, fateli riposare almeno un’ora in frigo.
  • Trascorso questo tempo mettete i rotoli , ancora avvolti nell’alluminio, in una teglia e metteteli in forno già caldo a 200°C, fateli scaldare per 5-6 minuti, in modo da fare sciogliere le sottilette, quindi togliete i rotoli dall’alluminio e tagliateli a fette di circa 2-3 centimetri.
  • Disponete i rotoli di frittata su un piatto da portata e serviteli accompagnati da una fresca insalatina verde.