Archivio per ‘Voli di Gusto’ Categoria

Menù Voli di Gusto

giugno 16th, 2017 by admin

Voli di gusto (Praga e dintorni)

settembre 16th, 2013 by admin

Praga

Praga

  • Prenotando uno dei voli last minute per Praga  potrete visitare i dintorni di questa bellissima città.
  • Vicino la città di Žďár nad Sázavou, è possibile visitare un’originalissima chiesa cristiana, la Chiesa di Pellegrinaggio di S. Giovanni Nepomuceno, considerata la perla dell’architettura barocca europea e costituisce una testimonianza interessante della fede religiosa dell’inizio del XVIII secolo.
  • Il santo ceco, Giovanni Nepomuceno, è venerato come martire che non ha voluto tradire il segreto confessionale. Secondo una leggenda, il sovrano, a cui S.Giovanni si rifiutò di svelare la confessione della Regina, fece gettare il confessore dal Ponte Carlo nel fiume (1393). Quando il corpo del confessore annegato venne a galla, nel cielo apparvero miracolosamente cinque stelle come per indicare il luogo del martirio.
  • A Litomyšl, è possibile visitare un castello, considerato il simbolo del rinascimento transalpino, Nella birreria del castello nacque nel 1824 il grande compositore ceco Bedřich Smetana. La sua nascita viene celebrata ogni anno dal festival musicale Smetanova Litomyšl che si svolge nell’area del castello e nell’anfiteatro naturale adiacente.
  • Una grande parte dei concerti viene organizzata nel secondo cortile le cui caratteristiche acustiche sono considerate perfette.Da visitare c’è anche la villa Tugendhat. I coniugi Tugendhat che commissionarono la costruzione della villa, erano clienti ideali che ogni architetto sognerebbe di avere. Erano aperti a tutte le novità senza guardare troppo alle spese.
  • L’architetto Ludwig Mies van der Rohe progettò per loro una casa in quell’epoca inabituale e che costò tanto quanto una trentina di case familiari standard. La parte abitativa della villa è tutta uno spazio continuo, articolato con alcune pareti, delle quali una, lunga più di 20 m, è interamente di vetro, i cristalli delle finestre sono innestabili nel pavimento, in modo che nelle belle giornate di sole, la stanza di soggiorno può esser trasformata in un terrazzo aperto. Una parete di 5 m in onice rosata e un paravento a forma di semicerchio di un legno tropicale rosso-marrone tigrato sono le dominanti dell’interno.
  • La cucina di Praga è ricca di tradizioni: cominciando dal gulash, e continuando poi con letipiche zuppe, i gnocchi ripieni, le carni arrosto, il prosciutto, lo strudel e lericette a base di birra.
  • Un pasto tipico inizia con una zuppa calda (polévka), laDršťková polévka, a base di brodo di carne, trippa, verdure, paprika e aglio. La zuppa Zelňačka è a base di carne affumicata, patate e crauti.
  • La zuppa Kulajda è a base di funghi, patate, aneto e panna. Esiste una variante di quest’ultima, detta Bramborova polévka, con patate, funghi porcini e panna ma con l’aggiunta di un tuorlo d’uovo. In un tradizionale menù, alla zuppa segue una portata a base di carne.
  • Il Svíčková na smetaně, è un filetto di manzo lardellato, arrostito e servito con ortaggi, salsa e gnocchi. Il Vepřo-knedlo-zelo è il piatto nazionale ceco, costituito da maiale arrosto con stufato di crauti e gnocchi.
  • Infine, è possibile degustare moltissimi dolcetti tradizionali: fritti e ripieni di marmellata di prugna o albicocca (švestkové knedlíky), i skubancky, gnocchi di patate ripieni nella variante dolce.
  • La bevanda principale è la birra. Anche il vino Ceco è molto amato. Viene prodotto in queste regioni fin dall’antichità. Le zone a maggior vocazione sono la Moravia del Sud dove vi sono circa 10.000 ha di vigneti con famose cantine di produzione.

mappa Praga

mappa Praga

Voli di gusto Londra e dintorni (Canterbury)

settembre 10th, 2013 by admin

Cattedrale di Canterbury

Cattedrale di Canterbury

  • Prenotando un volo per Londra  potrete visitare l’incantevole cittadina vicina Canterbury.
  • Canterbury è una cittadina medievale di 40000 abitanti fondata dai Romani, dal 560 fu capitale del regno Sassone del Kent, chiamata allora Cantwarabyryg, e nel 597 fu la sede della prima diocesi cristiana della Gran Bretagna, fondata da Sant’Agostino.
  • Il monumento più importante della città è indubbiamente la Cattedrale, la Christ Church, chiesa madre del Regno. Fu costruita nel 1070, ed è dominata dal Bel Harry, un bellissimo campanile. Fu costruita dall’architetto Guglielmo di Sens e continuata dall’architetto inglese William the Englishman, è di stile “gotico inglese”.
  • La cattedrale, con il passare del tempo, fu ricostruita prima dai Sassoni e più tardi dai Normanni, dopo la conquista del 1066. La Cattedrale ha una pianta a doppia croce, tre navate e raggiunge la lunghezza di 168 metri. Al termine della navata si trova il coro gotico, mentre ad est di questo è possibile ammirare la Cappella della Trinità, divenuta il santuario di San Tommaso fino al 1540, quando Enrico VIII decise la sua distruzione.
  • Le specialità culinarie sono quelle tipiche di Londra. I pasti sono composti da una colazione (breakfast) costituita da uova, pancetta, salsicce, toast, funghi, fagioli in salsa di pomodoro e una tazza di caffè; un pranzo (lunch) costituito da un semplice sandwich; e da una cena (dinner) dove si assaggia la più grande varietà di prodotti tipici.
  • Tra il pranzo e la cena, è in voga il tradizionale ‘afternoon tea‘: la pausa per il tè inglese, alle cinque del pomeriggio ,che consiste in una tazza di tè, tipici ‘scones’ (dolcetti scozzesi), serviti con della crema e della marmellata, piccoli sandwich ripieni e pasticcini assortiti.
  • I piatti tipici di Londra sono:Roast beef: carne bovina arrostita al forno e servita con salsa di ‘gravy’ e accompagnata tradizionalmente dal Yorkshire pudding;
  • Lancashire Hotpot: casseruola di carne e verdure condita con patate affettate;
  • Bangers and Mash: salsiccia e purea di patate (il soprannome di ‘Bangers’ risale al periodo del razionamento durante la seconda guerra, le salsicce allora venivano riempite di poca carne e molta acqua, tanto che una volta fritte spesso si spaccavano e schizzavano a tal punto da assomigliare a dei petardi, dei ‘bangers’ appunto);
  • Shepherds’ Pie: uno sformato d’agnello tritato con verdure e condito con purea di patate; Cottage Pie: sformato di manzo con verdure e condito con purea di patate;
  • Bubble & Squeak: ortaggi avanzati da pasti precedenti, fritti e accompagnati da purea di patate, salsicce, uova. Gli ingredienti principali sono patate e cavoli, ma vengono aggiunte spesso anche carote, piselli, cavolini di Bruxelles e altre verdure.
  • I dolci inglesi più conosciuti sono: i muffins (soffici dolcetti che cuociono al forno nei loro stampini ) e lecupcakes (dolcetti monoporzione che hanno origine negli States e vengono preparati nei cupcake liners, ovvero dei pirottini di carta).

Mappa di Canterbury

Mappa di Canterbury

Voli di gusto New York e dintorni ( Niagara)

agosto 13th, 2013 by admin

Divisore Pasticciona

 cascate del Niagara.

Cascate del Niagara.

  • Prenotando un volo per New York è possibile spostarsi verso nord-ovest, al confine con il Canada, per visitare le cascate del Niagara. Sono alte circa 56 m e lunghe 320, con una portata d’acqua di 14 milioni di litri al minuto. Non sono le più alte del mondo né le più ricche d’acqua: di certo, però, sono le più famose e le più visitate. Le cascate sono due, una sul versante americano e una su quello canadese. E’ possibile ammirare le cascate con una passeggiata sul lungofiume, oppure si può salire su un battello, il Maid of the Mist, che porta sotto le cascate.
  • Fra le specialità culinarie cittadine si possono trovare: il pastrami rye ebraico, carne di manzo speziata e affumicata, il trancio di pizza italiano, il Reuben, unsandwich alla griglia con carne di manzo conservata sotto sale, crauti, emmental e mostarda, e i bagel, anelli di impasto per il pane, bolliti e poi cotti al forno, ricoperti da sesamo o da scaglie di cipolla essiccata.
  • Il dolce più richiesto è la cheesecake alla newyorkese, fatta con formaggio morbido e cremoso, panna, una spruzzata di vaniglia e crosta di craker integrale.
  • Altri dolci da poter assaggiare sono : la double chocolate cake, la famosa torta al doppio cioccolato, la Pumpikin Cake il cui ingrediente principale è la zucca., e il Malasadapreparato con cocco, cioccolato e glassa che ha origini addirittura portoghesi.
  • I vini locali più buoni da assaggiare provengono dalle enoteche Rhone e Il Posto Accanto, mentre la migliore birra newyorkese è la famosa Brooklyn Lager.

mappa niagara

mappa niagara

Voli di gusto Parigi e dintorni ( Lille )

agosto 7th, 2013 by admin

Lille  Grand Place Charles de Gaulle

Lille Grand Place Charles de Gaulle

  • Prenotando uno dei voli last minute per Parigi  , a due ore di autostrade distanza dalla capitale francese, potrete visitare Lille. Lille è ubicata su un’isola in mezzo al fiume Deûle e ha più di 200.000 abitanti.
  • La Grand Place Charles de Gaulle è la piazza più importante della città; Al centro è il monumento del 1845 a commemorare l’assedio austriaco del 1792.
  • Sul lato nord-est vi sorge la Vecchia Borsa e sul lato sud-est la Grand-Garde, la Grande Guardia del 1717. La Chiesa di San Maurizio è uno degli edifici religiosi più importanti, fu costruita a partire dal XIV secolo, poi modificata nel XVI secolo trasformandola in una Chiesa a Sala, e infine completata nel XIX secolo con l’aggiunta della preziosa torre della facciata.
  • L’Antico Ospizio della Contessa, venne edificato a partire dal 1236 per volere di Giovanna di Costantinopoli, contessa delle Fiandre e in seguito fortemente rimaneggiato fino ad assumere aspetto odierno nel XVII secolo in stile Rinascimentale fiammingo.
  • Palais Rihour. Era il palazzo costruito da Filippo il Buono come sua residenza cittadina fra il 1454 e il 1473 in stile Gotico-rinascimentale. Nel XIX secolo venne in parte demolito, ma ne resta comunque una grande parte con la Sala delle Guardie gotica, la Cappella e l’Oratorio ducale. Il Teatro dell’Opera del Nord è il luogo d’eccellenza per la musica è l’Opéra. È unTeatro all’italiana costruito in stile Neoclassico da Louis Marie Cordonnier e inaugurato nel 1923.
  • La cucina tipica del luogo è la cucina francese. In cima alla lista non potevano non esserci i famosi croissant francesi, cornetti deliziosi e fragranti venduti in tutte le pattiseries e panetterie della Francia, ripieni di marmellata e da accompagnare ad un caffè.
  • Il foi gras o “fegato grasso” è il noto paté di fegato dalla consistenza vellutata, che sembra sciogliersi in bocca. Potrete scegliere tra diverse varietà di Foie Gras, aromatizzato alla frutta, al liquore, alla salsa di cipolle e alle verdure, e servito solitamente con tartufi.
  •  Les escargot o lumache, sono uno dei piatti più raffinati e richiesti a Parigi. Servite bollenti, con funghi champignon o funghi al burro e aromatizzate con aglio, prezzemolo e altre spezie.
  • Le cosce di rana (Cuisses De Grenouille ) sono una specialità ricca di proteine e povera di grassi, che ricorda il sapore del pollo, ma con la consistenza del pesce bianco: aromatizzate con sale, pepe e limone, impanate, ripassate nell’uovo e fritte in olio d’oliva.
  • La quiche francese è una famosa e ottima torta salata, preparata con una pasta brisée e farcita variamente a seconda dei gusti.
  • I formaggi sono uno dei vanti della cucina francese e se ne trovano dei più svariati tipi: tra i più famosi Camembert, dalla pasta tenera e profumata, confezionato in entro scatolette di legno; Chèvre, a base di latte di capra; Roquefort, specie di gorgonzola stagionato piccante, con latte di pecora; Brie de Meaux, con crosta bianca, pasta tenera e cremosa e tanti altri.
  • I vini francesi godono da sempre meritata fama: i Bordeaux, prodotti nel bacino della Garonna, i Bourgogne, prodotti nel bacino della Saone, lo Champagne, forse il più famoso tra i vini francesi, prodotto a nord nel triangolo Reims-Epernay-Chalons, il Beaujolais, prodotto a nord di Lione e tanti altri.
  • Infine, parliamo di dolci francesi, per lo più a base di creme fatte di latte ed uova o diChantilly: si possono distinguere le Beignets, con ripieno di frutta o crema; le Charlottes, torte ripiene di frutta; le Crepes; i Soufflè; il Mont Blanc, tipico purè di marroni con panna montata.
  • Ottime ed impedibili le paste lievitate, la cui forma più semplice è la Brioche, la più elaborata il Croissant e la più raffinata il Babà au Rhum.

mappa Francia

mappa Francia

 

Voli di gusto Torino e dintorni ( Ivrea e castelli sabaudi)

luglio 24th, 2013 by admin

Venaria Reale ( il parco)

Venaria Reale ( il parco)

  • Prenotando uno dei voli last minute  per Torino, potrete visitare i dintorni della città, per esempio Ivrea e i bellissimi castelli.
  • Ivrea è un comune in provincia di Torino, situata a 253 metri di altitudine.
  • La città fu colonia Romana, e passò poi ai Savoia. Il luogo più suggestivo della città è sicuramente il Castello delle tre torri.Fatto edificare (1357) da Amedeo VI di Savoia; realizzato interamente in mattoni, a pianta trapezoidale con quattro torri circolari poste a suoi vertici, era stato pensato come fortificazione difensiva (funzione che poi non svolse rivelandosi insufficiente, con l’introduzione della polvere da sparo, a sostenere i colpi dell’artiglieria). Adibito a ricovero, un fulmine fece esplodere, nel 1676, una delle quattro torri utilizzata come deposito di munizioni: non venne più ricostruita. Già utilizzato come carcere, oggi è saltuariamente sede di mostre e manifestazioni.
  • Il Castello di Rivoli sorge su una collina vicino Torino. Fu costruito nel Medioevo e oggi è sede del Museo d’Arte contemporanea.
  • La Reggia di Venaria Reale è considerata la Versailles sabauda ed una delle più grandi residenze della famiglia Savoia. Era utilizzata dai re per la caccia, per grandi balli e ricevimenti scenografici. Annessa alla residenza è la Tenuta della Mandria, che comprende un vasto parco e dalla Mandria appunto, uno degli edifici di servizio allestiti per gli allevamenti di cavalli e di selvaggina necessari per le battute di caccia del re.
  • Il Castello di Stupinigi è circondato da un parco naturale di 1700 ettari. Oggi è sede del Museo di Arte e Ammobiliamento, che mette in mostra mobili, quadri, oggetti provenienti anche da altre residenze sabaude e ducali.
  • Il Castello ducale di Agliè era in origine un edificio medievale. Nel ‘600 Filippo di Agliè incaricò Amadeo di Castellamonte di trasformarlo in dimora signorile e villa di caccia. Comprende 300 stanze ed il bellissimo grande salone da ballo, decorato con stucchi ed affreschi seicenteschi.
  • La cucina tipica è quella di Torino. Un primo molto conosciuto è rappresentato dagli agnolotti con il brasato, un sugo di carne, la cui preparazione prevede che prima di essere cucinata venga marinata nel Barolo.
  • La bagna cauda è una salsa nella quale intingere verdure cotte e crude. I veri protagonisti dell’arte culinaria torinese sono i dolci, in particolare il cioccolato gianduia e inocciolini, biscotti tipici.
  • Altri due tipici prodotti torinesi sono il bicerin, una bevanda a base di cioccolato, caffè e panna, e il Bonet, un dolce tipico a base di cioccolato e amaretti.
  • I vini piemontesi, come il Barbera, il Dolcetto, il Barolo, il Nebbiolo, il Gavi, ilMoscato, sono tra i più buoni d’Italia Infine in città esistono numerose gelaterie artigianali che hanno fatto la storia del gelato in Piemonte.

Divisore Pasticciona

Mappa di Torino

Mappa di Torino

Divisore Pasticciona

Voli di gusto Ibiza e dintorni ( Santa Eularia des Rius )

luglio 18th, 2013 by admin

Ibiza

Ibiza

  • Prenotando un volo per Ibiza  , potrete visitare una bellissima località vicina : Santa Eularia des Riu.
  • A Santa Eularia des Rius è presente l’unico fiume delle isole Baleari, da sempre grande risorsa per la città in quanto irrigava la maggior parte dei terreni agricoli.
  • Il Puig De Missa, è un caratteristico complesso architettonico in cui sorge una bella chiesa del XVI secolo e graziose casette bianche. La chiesa serviva come autentica roccaforte per la difesa dell’isola e dei suoi abitanti, e nonostante le apparenze era costruita con la solidità di una fortezza. Una delle case del complesso ospita anche il Museo Etnologico di Ibiza e Formentera. Tutta la zona è ricca di una lussureggiante vegetazione, con mandorli e arbusti mediterranei, mentre il piccolo centro abitato di Sant Carles è ricco di graziose bancarelle e ritrovi hippy.
  • La cucina ibizenca offre sempre del buonissimo pesce fresco e dei gustosissimi frutti di mare, come aragosta stufata con calamari e liquore alle erbe, uno stufato di razza e patate con mandorle, l’aragosta stufata con calamari e liquore alle erbe, el guisat de Marisc, stufato di pesce e frutti di mare, le insalate di crostes con pesce secco, il tonno condito con pinoli, uva passa, uova, spezie, succo di limone e vino bianco, lo stufato di tonno e il tipico bollit de peix, con base di pesci di scoglio accompagnati da riso alla marinara e patate.
  • Un piatto da assaggiare è l’ensalada pavesa, con patate, melanzane, peperoni, pomodori e cipolle, e anche i gustosi insaccati, tra cui sobrassada e botifarró, el Arroz de Matanzas, riso brodoso preparato con i prodotti della macellazione, il sofrit pages con carni, sobrassada, botifarrò e patate.
  • Il pa amb oli è un piatto più leggero, costituito da una bruschetta con pomodoro, olio e sale che si accompagna agli insaccati e ai formaggi. Anche i liquori vanno assaggiati: lahierbas ibizenca ed il palo, preparati con erbe macerate all’anice e consumati freddi con ghiaccio.
  • Tra i dolci, segnaliamo l’ensaimada, la tipica brioche locale, il flaò, torta d formaggio e menta, la greixonera, una sorta di budino, e le orelletes al limone e zucchero.

Mappa Ibiza

Mappa Ibiza

Voli di gusto (Barcellona gusto saporito)

giugno 21st, 2013 by admin

Barcellona

Barcellona

  • Scegliendo un volo economico per Barcellona , una città che non dorme mai, sempre piena di attrattive per i turisti che si concedono una vacanza all’insegna del divertimento.
  • La città offre un’enorme varietà di tesori artistici, di chiese e di capolavori dei maestri sia dell’arte moderna e che dell’architettura, Dalì, Gaudì, Mirò e Picasso, ecc.
  • Barcellona ha la reputazione di essere la città più internazionale, moderna e avanguardista della Spagna. Quando visiterete questa regione potrete godere di varie cose : La Costa Brava deve il suo nome al suo paesaggio unico, nel quale le montagne e il mare si giungono l’uno con l’altro.
  • La Costa Dorada, al sud di Barcellona, offre un paesaggio di una bellezza unica ed un’eredità culturale eccezionale.
  • Anche la cucina offre molte attrattive come: Pa amb tomaquet: fette di pane con del pomodoro e saporito con olio di oliva e sale, e delle volte anche con dell’aglio, Romesco: una salsa che viene da Tarragona, è una fine miscela di pomodori, peperoni rossi, cipolle, aglio, mandorle e olio di oliva.
  • Conill amb cargols: coniglio cotto in una salsa molto profumata con un contorno di chiocciole.
  • Arros negro: riso con calamari, ecco perché chiamato « nero », Mariscada: piatto di frutti di mare con granchio e scampi fritti in olio di oliva e aglio.
  • Perfino i dolci sono molto buoni, dal gusto unico come la Crema Catalana: un budino di crema coperto di caramello bruciato, leche frita: crema fritta servito in quadratini coperti di zucchero in polvere, Pastisset: un piccolo dolce semisferico normalmente ripieno di mandorle, Menjar blanco : budino di mandorle al latte, non dimenticate di assaggiare dei churros e i bunyols che sono forse i migliori dolci della Spagna.Le bibite popolari da bere sono:La orxata (pronunciato « ortxata »), è una delle bibite più rinfrescanti. È prodotta con il succo della chufa, una pianta che cresce sui bordi del Guadalquivir.
  • Gli alcolici da sorseggiare sono: Vermuth al grifo : vino che contiene erbe ed è distribuito in piccoli barili che contengono acqua ossigenata. Birra (cerveza) : la bibita più conosciuta. State attenti quando la chiedete, perché in Spagna in un bar quando chiedete una birra vuol dire una birra in bottiglia. Se volete invece una birra alla spina dovete chiedere una « caña ».

 

mappa-barcellona

mappa-barcellona

Voli di gusto ( Praga cucina tradizionale)

giugno 16th, 2013 by admin

Praga

Praga

  • Se avete voglia di visitare uno dei luoghi più affascinanti della terra, non dovete fare altro che prenotare uno dei tanti voli low cost e scegliere come meta Praga capitale della Repubblica Ceca, città di rara bellezza.
  • Praga è una meta turistica famosa soprattutto per la sua pura bellezza e per l’eredità lasciata dalla storia, ma è anche una delle destinazioni preferite dai turisti più giovani e il luogo ideale per passare un weekend. A Praga ci sono molti alberghi, ostelli ecc., e alcuni di loro offrono degli sconti interessanti.
  • Le aree attorno ai monumenti turistici importanti sono per lo più pedonali, ed è quindi possibile visitarle liberamente a piedi.
  • Per conoscere il cuore pulsante di Praga bisogna recarsi in Piazza della Città Vecchia ovvero Staroměstské náměstí una delle piazze più belle del mondo.
  • A due passi dalla piazza potrete addentrarvi all’interno dell’affascinante Quartiere ebraico avvolto da molte leggende. Per gli amanti del romanticismo non c’è posto più bello di Praga del Ponte Carlo all’alba, mentre il più incantevole tramonto si può osservare dalle mura del mitico Vyšehrad, luogo in cui ebbe inizio la storia dello stato boemo.
  • Al di là delle antiche mura della Città Vecchia, a sud e ad est si estende la Città Nuova. Il nome “nuovo” è un termine improprio, in quanto la Città Nuova risale al XIV secolo, quindi è nuova solo quando confrontata con la vicina Città Vecchia. Oggi questo è un quartiere per lo più commerciale, e comprende le maggiori piazze della città, Karlovo náměstí (Piazza Carlo) e Václayské náměstí (Piazza Venceslao).
  • La cucina tradizionale ceca è molto gustosa,è costituita da un menù “carne di maiale, cavolo, canederli” (Vepřo-knedlo-zelo),accompagnata da gnocchi ad alto contenuto calorico e preferibilmente servito con birra in quantità.
  • I piatti che potrete gustare nei tanti locali includono la cotoletta panata (Rizek), di kuřecí (pollo) o vepřоvý (maiale). Entrambi vengono impanate e fritte e normalmente sono servite accompagnate da una fetta di limone e assieme a patate, arrosto di maiale, canederli e gulasch. Il maiale è sempre presente e il koleno (stinco) è spesso un trionfo di semplicità in cucina.
  • La cucina ceca è molto ricca di aromi come l’aglio, il kümmel, la maggiorana, il pimento.
  • I contorni più comuni sono: patate bollite (vařené brambory),patate arrosto (opékané brambory),purea di patate (bramborová kaše),patate fritte (hranolky),riso (rýže),gnocchetti di pane o patate con crauti (zelí)
  • Anche contorni a base di pasta sono abbastanza usati, prevalentemente tagliatelle o pasta di forma quadrata (fleky).
  • Le insalate sono perlopiù di patate: si va dalle più semplici, condite solo con acqua ed aceto (a volte anche un po’ zuccherata), a quelle più ricche, ossia le tipiche insalate di patate con maionese, uova sode, dadini di salumi, carote, cipolle e piselli.
  • Anche i dolci sono molto vari,note sono le “focaccine ripiene di tenera ricotta di Olomuc” solitamente guarnite con mandorle e uva passa e la torta di Karlovy Vary (strati di wafer e crema di burro, zucchero, uovo, noci e scaglie di cioccolato).
  • Altri dessert più o meno degni di nota sono le crostate di “Valasske Frgale“, il “ciambellone del Chodsko“, le focaccine di semolino ripiene ai mirtilli, le “Orecchie di Stramberk“,le crepes (palačinky) farcite con marmellata (džem) o fragole (jahody) e panna montata,gnocchetti di mirtilli (borůvkové knedlíky),lo strudel di mele (jablečný závin).
  • La bevanda principale è la birra: famose in tutto il mondo sono la Budweiser e la Pilsner Urquell; quest’ultima fu creata da Josef Groll, birraio bavarese, nel 1842.
  • Anche il vino è molto amato, e viene prodotto in queste regioni fin dall’antichità. Le zone a maggior vocazione sono quelle a nord di Praga e la Moravia del Sud.

Mappa Praga

Mappa Praga

Voli di gusto Milano e dintorni ( Bergamo e Portofino)

maggio 25th, 2013 by admin

Portofino

Portofino

  • Prenotando uno dei voli low cost per Milano  , potrete visitare numerose località vicine.
  • Bergamo si trova a 50 km da Milano, conta quasi 120.000 abitanti, e l’agglomerato urbano vero e proprio si presenta suddiviso in due porzioni dalle profonde differenze: la Città Alta (Sìta Olta), ovvero il nucleo storico, e la Città Bassa (Sìta Bàsa), la parte moderna e commerciale. La parte più interessante dal punto di vista turistico è ovviamente Bergamo alta, dove si concentra la maggior parte delle attrattive di carattere storico e artistico.
  • Il borgo medievale della città è ben conservato, tanto che si possono ancora ammirare gli imponenti bastioni eretti nel XVI secolo durante gli anni di dominazione veneziana.
  • Piazza Vecchia, è la piazza più importante dove si affacciano palazzi di grande valore come il Palazzo della Ragione, il Palazzo Nuovo, che ospita la Biblioteca Angelo Mai, e la Torre Civica, conosciuta anche come il Campanone, che ancora oggi alle 22.00 in punto di ogni giorno scocca 100 colpi, ricordando l’antico segnale di chiusura notturna di tutte le porte del borgo.
  • Al centro della piazza si trova la fontana del Contarini. Invece, visitando Bergamo bassa, la prima cosa che subito si nota è la differente datazione storica dei quartieri.
  • Tra i luoghi più belli della Città Bassa vi è la Chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano, all’interno della quale campeggia la pala di Lorenzo Lotto raffigurante la Madonna col Bambino, oltre ad alcuni bellissimi affreschi settecenteschi.
  • Di particolare interesse sono anche l’Accademia Carrara, fondata da Giacomo Carrara alla fine del Settecento e sede di svariate esposizioni artistiche, ed il monumento innalzato alla memoria del partigiano Giacomo Manzù.
  • Portofino dista 186 km da Milano, ed è un affascinante borgo marinaro fondato dall’Impero romano col nome di Portus Delphini forse, per il gran numero di delfini che popolavano le acque circostanti il golfo.Il simbolo di Portofino è la piazza principale con le sue case colorate ed il porticciolo.
  • In centro si trova la Chiesa di San Martino, dedicata al santo Martino di Tours e domina il borgo. All’interno troviamo diverse opere pittoriche e scultoree tra cui la tela della Madonna del Rosario, e un gruppo ligneo raffigurante la Deposizione di Cristo dello scultore Anton Maria Maragliano.
  • La Chiesa di San Giorgio invece al suo interno conserva le reliquie di san Giorgio, santo patrono di Portofino, portate dai marinai portofinesi reduci dalle Crociate.
  • Il Castello Brown è un’antica fortificazione sovrastante il borgo, dalla cui Torre si puo’godere un ampio panorama di tutto il golfo. All’interno, troviamo numerosi bassorilievi e arredi architettonici in marmo o in ardesia sulle pareti.
  • Dal punto di vista culinario ogni paese lombardo ha sviluppato piatti tradizionali, legati soprattutto alla vita contadina e al frutto dei campi.
  • Dunque la cucina lombarda accomuna gastronomie di province diverse, con una serie di prodotti gastronomici tipici della produzione agricola della regione. Un denominatore comune lo si riconosce nei piatti derivati dai prodotti agricoli disponibili, in funzione delle risorse naturali: le acque di laghi e fiumi, i pascoli, quindi pesce d’acqua dolce, latte e derivati, carne bovina e suina, riso e mais.
  • Sui metodi di elaborazione e di cottura di questi alimenti hanno avuto influenza le dominazioni che nel corso dei secoli vi si sono succedute: ad esempio le polpette di carne cotta che i milanesi chiamano mondeghili, prendono il nome dalle consorelle catalane, che in quella lingua si dicono appunto mandonguilles.
  • La cucina lombarda è caratterizzata da lunghe cotture, da bolliti e dagli stufati, dagli intingoli adatti ad accompagnarsi alla polenta più che al pane, dal riso e dalle paste ripiene.
  • Alcune tra le specialità tipiche della Lombardia sono: la büsèca, ovvero la trippa cucinata in un modo particolare (in asciutto o in brodo), la luganega, ovvero la salsiccia di origine lucana, lapulénta üncia, ovvero la polenta ai formaggi e al burro cucinata in un modo particolare e il tocch, altra varietà molto particolare di polenta al burro.

Mappa Portofino

Mappa Portofino