Archivio per ‘Zuppe e Minestre’ Categoria

Menù Zuppe e Minestre

agosto 20th, 2016 by admin

Eredità della tradizione contadina, minestre e zuppe sono una vera e propria risorsa in cucina perché possono essere cucinate con quasi ogni tipo di ingrediente. Minestre e zuppe sono infatti due piatti tipici della cucina povera, realizzati solitamente con gli avanzi della dispensa. Verdure, legumi, formaggi, carne, pesce, pane: tutti questi ingredienti, combinati a molti altri, possono contribuire a creare tante diverse e appetitose minestre e zuppe. Ogni stagione dell’anno è caratterizzata da diversi tipi di minestre e zuppe, a seconda di quanto disponibile al momento. Anche l’estate può infatti regalare una gran varietà di minestre e zuppe, leggere e realizzate con verdure colte nell’orto.Per servire minestre e zuppe davvero gustose è infine molto importante non dimenticare il ruolo fondamentale del pane: tagliate a fette grossolane una forma di pane casereccio, conditele con un filo di olio extravergine d’oliva e servite in tavola, per dare completezza alle tue minestre e alle tue zuppe!

  1.   Crema di fagioli e orzo
  2. Crema di zucca rossa   
  3.   Macco con  fave e zucca
  4.   Macco di fave fresche
  5.   Minestra di ceci e finocchietto selvatico
  6.   Minestra di cereali
  7.   Minestrone di riso all’ortolana
  8.   Minestrone di riso e fagioli
  9.   Passata di piselli
  10.   Pasta chi pisci a broru ( Minestra di pesce )  
  11.  Pasta con i broccoli ( Cavolfiori) a minestra  
  12.   Pasta con i tenerumi  
  13.  Pasta e fagioli ai broccoletti
  14.  Tubetti con fagioli   nikon
  15.   Zuppa all’aglio
  16. Zuppa con polpettine
  17. Zuppa di ceci aromatica
  18.  Zuppa di ceci con salsiccia
  19. Zuppa di cipolle
  20.  Zuppa di fagioli borlotti freschi
  21.  Zuppa di fagioli rossi
  22.  Zuppa  ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)  
  23. Zuppa di fave alla menta
  24. Zuppa di funghi
  25. Zuppa di funghi porcini  
  26. Zuppa di lenticche  
  27. Zuppa di patate
  28. Zuppa di pesce
  29. Zuppa di piselli secchi
  30. Zuppa di riso e carciofi
  31. Zuppa di riso e patate
  32. Zuppa di zucchina lunga e tenerumi  

Zuppa di lenticchie

agosto 20th, 2016 by admin

La zuppa di lenticchie è un piatto unico, saporito e nutriente.Zuppa semplice e veloce da preparare, ottima se accompagnata da crostini di pane dorati. Ideale da servire durante le fredde giornate invernali, quando il freddo si fa sentire.

Zuppa di lenticchie 1 -

Zuppa di lenticchie

Zuppa di lenticchie  2-

Zuppa di lenticchie

Zuppa di lenticchie -3

Zuppa di lenticchie

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di lenticchie di ustica, 1 costola di sedano, 1 carota, 3 pomodori maturi, 1 cipolla, 1 ciuffo di prezzemolo, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe, crostini di pane.

Preparazione:

  • Sciacquate le lenticchie e sgocciolatele; poi, trasferitele in una pentola, preferibilmente di coccio.
  • Aggiungete i pomodori pelati e spezzettati e un trito di cipolla, prezzemolo, sedano e carota e cuocete, su fiamma moderata, per 45 minuti, salando a fine cottura.

Appena i legumi saranno cotti, condite la zuppa con l’olio e una spolverata di pepe e servite con crostini di pane tostati.

divisore

Crema di zucca rossa

ottobre 17th, 2015 by admin

La crema di zucca rossa è un saporito e nutriente primo piatto caldo, semplice e veloce da realizzare, una delle ricette autunnali più indicate per preparare questo ortaggio quando la zucca si trova sul mercato, ideale da preparare durante la stagione fredda. Ottima se condita con un filo d’olio extravergine d’oliva, abbondante parmigiano grattugiato e servita con fette o crostini di pane tostato.

 

Crema di zucca rossa 1

Crema di zucca rossa

Crema di zucca rossa 2

Crema di zucca rossa

Crema di zucca rossa 3

Crema di zucca rossa

Ingredienti per 4 persone:

  • 1,5kg di zucca, 1 cipolla rossa, 7-8-pomodorini, olio extravergine di oliva, sale, pepe, crostini di pane abbrustolito.

Preparazione:

  • Mondate la zucca, eliminando i semi , i filamenti interni e la buccia, poi, tagliate la polpa prima a fette e poi a dadini. Mettete la zucca in un tegame , unite la cipolla tagliata grossolanamente, i pomodorini tagliati a metà, 2 cucchiai di olio di oliva, una presa di sale.
  • A questo punto aggiungete tanta acqua fino a coprire i ¾ del contenuto del tegame, coprite con il coperchio e fate cuocere a fuoco basso, fino a quando la zucca non si sarà non si sarà sfaldata (ci vorranno circa 20-25 minuti).
  • Se la zucca dovesse asciugare troppo, aggiungete altra acqua calda, un mestolo alla volta.
  • Quando la zucca sarà cotta, regolate di sale e di pepe, poi, toglietela dal fuoco e, con l’aiuto di un mixer o di un frullatore, riducetela ad una crema liscia.
  • Servite la crema di zucca ancora calda con un filo d’olio, guarnita con fette o  crostini di pane tostato e, se lo gradite, una grattugiata di parmigiano.

Pasta con i broccoli (Cavolfiori) a minestra

novembre 9th, 2013 by admin

La pasta con i broccoli a minestra è un ottimo primo piatto della cucina tipica siciliana.Si tratta di una zuppa vegetariana, con poche calorica, una ricetta davvero facile e veloce da preparare, il tutto senza rinunciare al gusto, perfetta da preparare nelle grigie giornate fredde autunnali ed invernali.

Pasta con i broccoli (Cavolfiori)  a minestra 7

Pasta con i broccoli (Cavolfiori) a minestra

Pasta con i broccoli (Cavolfiori)  a minestra 8

Pasta con i broccoli (Cavolfiori) a minestra

Pasta con i broccoli (Cavolfiori)  a minestra 9

Pasta con i broccoli (Cavolfiori) a minestra

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 piccolo cavolfiore, 240g di spaghetti spezzati, 200g di polpa di pomodoro,2 spicchi d’aglio, sale, pepe, olio extravergine d’oliva, caciocavallo grattugiato.

 

Preparazione:

  • Mondate e lavate il cavolfiore; dividetelo in piccole cimette e lessatelo in 2 litri di acqua bollente salata.
  • Nel frattempo , fate leggermente rosolare l’aglio intero ( lo eliminerete a fine cottura) in un tegamino con 2 cucchiai di olio d’oliva, e lasciatevi insaporire la polpa di pomodoro spezzettata;
  • unite un pizzico di sale e una spolverata di pepe e cuocete per circa 10 minuti. Spegnete il fuoco e tenete da parte.
  • Appena il cavolfiore sarà al dente unite gli spaghetti spezzati e fate cuocere; appena la pasta sarà quasi cotta aggiungete la salsa che avete preparato precedentemente, terminate la cottura della pasta.
  • Lasciate riposare la minestra per qualche minuto, prima di servire con una generosa spolverata di caciocavallo grattugiato (facoltativo).

Zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)

marzo 1st, 2013 by admin

La zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano), è un piatto tipico della cucina povera siciliana. Un piatto semplicissimo, molto gustoso e ideale nella stagione invernale. Questa zuppa, se accompagnata da crostini di pane tostato, può costituire un nutriente piatto unico, ricco di sapore ,un vero piacere per il palato.

Zuppa ri fasuoli cù l'àccia ( fagioli con sedano)

Zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)

Zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)

Zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)

Zuppa ri fasuoli cù l'àccia ( fagioli con sedano)

Zuppa ri fasuoli cù l’àccia ( fagioli con sedano)

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di fagioli bianchi secchi, 1 cipolla, 1 cuore di sedano fresco,1 cucchiaio di estratto ( o concentrato) di pomodoro, sale, pepe, olio extravergine d’oliva, crostini di pane tostato.

Preparazione:

  • Lasciate a bagno i fagioli per una notte.Sciacquate i fagioli e trasferiteli in un tegame con la cipolla affettata, il sedano a rondelle: coprite con acqua abbondante e aggiungete l’estratto ( o il concentrato) di pomodoro.
  • Mescolate con cura e cuocete per circa 1 ora e mezza, salate e pepate a metà cottura. Appena i fagioli saranno cotti, conditeli con un filo di buon olio extravergine d’oliva.
  • Servite la zuppa calda, guarnita con crostini di pane abbrustolito.
  • Note: La zuppa di fagioli e sedano è un piatto semplice, vegetariano, nutriente ricco di sapore da preparare come piatto unico.

 

Zuppa di pesce

agosto 3rd, 2011 by admin

Ingredienti per 4 persone:

  • 700g di pesce a trance ( cernia, dentice, gronco), 2 aragostine, 4 scorfani medi, 300g di gamberi o scampi, 300g di calamaretti seppie già puliti, 1 cipolla, 1 foglia di alloro, 1 spicchio d’aglio, 1 tazza di salsa di pomodoro, 1 cuore di sedano con le foglie, 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, 1 mazzetto di prezzemolo, fette di pane casereccio, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lessate per 5 minuti le aragostine; pulite e lavate gli scorfani.Fate appassire un trito di cipolla, sedano e prezzemolo in un tegame con l’olio e alloro.
  • Aggiungete la salsa, abbondante acqua calda, una presa di sale e una spolverata di pepe e lasciate sobbollire per qualche minuto;
  • incorporate un trito d’aglio e prezzemolo.Immergete, quindi, i calamari e le seppie a pezzetti e gli scorfani e cuocete per 10 minuti.
  • Trascorso questo tempo, unite i pesci a trance e, 5 minuti dopo, le aragoste divise a metà e i gamberi e proseguite la cottura per altri 5-6 minuti.
  • Quando la zuppa sarà pronta, filtrate il brodo e distribuitelo nei piatti con le porzioni di pesce. Accompagnate con fette di pane tostato.
  • Note:
  • La cernia è un pesce molto pregiato, con carni compatte e ben digeribili, dal tenore lipidico moderato.La cernia è un pesce di mare molto pregiato con carni digeribili e con una discreta presenza di omega 3.Ogni specie di cernia si distingue per il colore caratteristico della livrea: la cernia marrone, di colore bruno col ventre con sfumature giallognole; la cernia nera è di colore grigio-violaceo più o meno uniforme; la cernia dorata è di colore bruno-grigiastro con una macchia dorata sui fianchi, poi abbiamo ancora il dotto o cernia di fondo, la cernia bianca quella rossa e infine quella brasiliana, la più piccola (30-40 cm).
  • Impiego: Molto apprezzate per la qualità delle loro carni, unitamente alla scarsa presenza di lische, possono essere cucinate con cottura al forno o alla griglia. Per pulirla, si eliminano prima le squame, partendo dalla coda, con un coltello o uno squamatore, poi la si eviscera incidendo lo stomaco (dalla coda verso la testa) e si eliminano le branchie e la pelle con un coltello affilato. Nelle pescherie si trovano di solito cernie di piccole dimensioni, sufficienti per una o due porzioni; nel caso di esemplari di taglia grande si consiglia di dividerle a tranci. Se acquistata fresca, la cernia resiste al massimo 2 giorni in frigorifero; per conservarla al meglio va avvolta intera in un foglio di carta paraffinata. È possibile inoltre congelarla, se molto fresca, dopo averla eviscerata: si conserva così fino a 3 mesi.
  • Acquisto: al momento dell’acquisto verificare che  abbia: colorazione viva, carni sode e compatte e un delicato odore delicato e marino. Sono assolutamente da scartare gli esemplari che hanno colore spento, carni molli e cattivo odore.
  • Nota nutrizionale: Nota nutrizionale: La cernia è un pesce  ricco fosforo, potassio e vitamine A e D, di omega-3,protettivi per il cuore e il sistema cardiocircolatorio in genere.

Macco di fave fresche

giugno 11th, 2010 by admin

Fave fresche

Fave fresche

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di fave fresche grosse sgranate, 1 mazzetto di finocchietto selvatico, 1 cipolla, pane casereccio, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Private le fave della pellicina e fatele insaporire in un tegame con 4 cucchiai d’olio, la cipolla tritata e il finocchietto, mondato e sminuzzato, coprite con acqua calda, moderatamente salata e cuocete per un’ora e mezza.
  • Quando la zuppa sarà ridotta ad una purea, spegnete la fiamma e conditela con una spolverata di pepe e un filo d’olio. Lasciate intiepidire e servite con fette di pane tostato.
  • Note:
  • La fava è un legume con semi che variano di calibro secondo la varietà. I baccelli che li proteggono, lunghi sino a 25 centimetri, sono grossi, appiattiti, con buccia generalmente verde chiaro ma che può assumere tonalità violacee. Le fave sono disponibili, fresche, soprattutto nei mesi di aprile e di maggio.
  • Acquisto: il baccello deve essere di colore verde intenso e privo di macchie scure; piegandolo, si deve spezzare rivelandosi croccante. Al momento dell’acquisto va considerato l’alto scarto dei baccelli che corrisponde al 70-75 per cento.
  • Impiego: le fave si puliscono della escrescenza che le ricopre così da migliorarne il gusto. Quelle novelle, una volta sgranate, si possono servire crude per accompagnare formaggi, per esempio, come d’uso a Roma, il pecorino. Diversamente , una volta bollite, si possono servire in insalata condendole con aceto di vino rosso, olio extravergine d’oliva, sale e pepe. Si utilizzano per preparare minestroni primaverili. Per i passati, invece, sono preferite le più farinose fave essiccate.
  • Nota nutrizionale: le fave sono i legumi meno calorici, ma non per questo meno nutrienti. Sono infatti proteiche, vitaminiche e ricche di fibra. Tra i Sali minerali che contengono vanno ricordati il calcio, il sodio, il ferro, il fosforo, il potassio e anche il selenio.

Macco con fave e zucca

marzo 5th, 2010 by admin

Fave secche

Fave secche

 

cappello-pasticcionaIngredienti per 4 persone:

  • 400g di fave secche decorticate, 200g di pasta corta , 300g di pomodori maturi, 500g di zucca gialla, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 cipolla, olio extravergine d’oliva, sale e peperoncino.

grembiule-pasticcionaPreparazione:

  • Ammollate le fave per una notte; sciacquatele e trasferitele in un tegame con abbondante acqua fredda.
  • Aggiungete la zucca, mondata e spezzettata; coprite e cuocete, su fiamma moderata, per circa 2 ore, rimestando di tanto in tanto.
  • Affettate la cipolla e fatela appassire in padella con 2 cucchiai d’olio; unite i pomodori pelati, privati dei semi e spezzettati e il prezzemolo tritato; condite con una presa di sale e un pizzico di peperoncino e lasciate insaporire per 5 minuti.
  • Mescolate, quindi, il sugo alle verdure e regolate di sale; poi, riportate a bollore, versate la pasta e finite di cuocere. Irrorate la minestra con l’olio e servite.
  • Note: 
  • Ortaggio di origine indiana e messicana, la zucca è oggi diffusa in tutte le zone a clima mite, quindi anche nel nostro Paese, dove troviamo grandi coltivazioni nel napoletano, nel Veneto e in Emilia. Ne esistono tre varietà principali: una con buccia verde e rugosa, polpa arancione e frutto molto grosso schiacciato ai poli; una con scorza gialla e liscia, con forma caratteristica a cupola (verde) nella parte superiore da cui sporge la una calotta a coste di un bel giallo arancio; una dal frutto molto allungato e cilindrico con scorza giallo-verdastra e polpa arancio. L’interno della polpa è disseminato di numerosissimi semi. La zucca è particolarmente rinfrescante, povera di calorie (solo 9 ogni 100g) ma ricca di carotina. È facilmente assimilabile e ha un benefico effetto sull’intestino. Per essere di buona qualità la zucca deve avere pasta soda e farinosa. Si adatta a un’infinità di preparazioni: come minestra, come contorno, fritta, come ripieno di tortellini e anche per preparare ottimi dolci.
  • Acquisto: la zucca deve presentare buccia dura, senza nessuna parte molle, e deve risultare molto pesante rispetto alla sua dimensione (avere cioè un elevato peso specifico).
  • Nota nutrizionale: la zucca è ricca di vitamina A e, in misura minore, di vitamina B1, B2 e PP. Contiene calcio, fosforo, potassio, magnesio. La presenza di carotenoidi ne fa una verdura antiossidante che quindi contrasta i radicali liberi.

Pasta chi pisci a broru ( minestra di pesce )

febbraio 12th, 2010 by admin

Pesce misto per zuppa

Pesce misto per zuppa

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di pesce misto per zuppa, 200g di spaghetti spezzati, 500g di pomodori maturi passati al setaccio, 2 spicchi d’aglio, 1 cipolla, 1 ciuffo di basilico, 1 foglia di alloro, 1 ciuffo di prezzemolo, 1 cucchiaio di mandorle pelate ( facoltativo ), olio extravergine d’oliva, pepe, sale.

Preparazione:

  • Pulite il pesce e lavatelo con cura. Affettate la cipolla e fatela appassire in un tegame con l’olio; aggiungete l’alloro, la passata di pomodoro, le foglie di basilico, una presa di sale e un’abbondante spolverata di pepe e cuocete per una decina di minuti.
  • A questo punto, versate 2 litri d’acqua; portate a bollore e immergete il pesce, e fatelo cuocere.
  • Estraete, quindi, quelli più grossi e proseguite la cottura della zuppa per altri 20 minuti, in modo che i pesciolini disfacendosi arricchiscano la preparazione.
  • Cinque minuti prima di spegnere la fiamma incorporate il trito di aglio, mandorle e prezzemolo.
  • Passate, quindi, tutto al passaverdura e versate il brodo in una casseruola; aggiungete la polpa del pesce tenuto da parte e riportate ad ebollizione. Unite la pasta e finite di cuocere.
  • Note:
  • Il prezzemolo è un’erba aromatica di sapore e profumo delicati. Ha foglie verdi, triangolari, dentellate. Esiste anche una varietà “riccia”, utilizzata soprattutto per decorare. È presente in molti mesi dell’anno oltre che a marzo.
  • Acquisto: deve essere pulito, fresco, profumato, con le foglie turgide e non afflosciate. Non deve presentare coloriture chiare e giallastre lungo gli orli.
  • Impiego: una volta lavato e privato dai gambi, viene tritato e unito a preparazioni trifolate, a soffritti o, a cottura avvenuta, a minestre, paste asciutte, risotti. Crudo, è un ingrediente essenziale delle salse verdi, come i bagnet, da servire con bolliti misti di carne.
  • Nota nutrizionale: contiene vitamina A, C ed E oltre a Sali minerali come ferro, zolfo, calcio, fosforo e rame.

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

febbraio 12th, 2010 by admin

La zuppa di zucchina lunga e tenerumi è una ricetta tipica siciliana. Ricetta vegetariana, buonissima che è possibile mangiare soltanto nella stagione calda. Questa varietà di zucchina “zucca serpente di Sicilia” genera queste foglie dalla caratteristica consistenza vellutata dette tenerumi, che crescono soltanto durante l’estate.

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

Zuppa di zucchina lunga e tenerumi

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 zucchina lunga, 2 mazzetti di tenerumi, pane casereccio raffermo, olio extravergine d’oliva, sale.

Preparazione:

  • Mondate i tenerumi, eliminando i gambi più duri; lavateli accuratamente in acqua corrente, sgocciolateli e spezzettateli.
  • Spuntate la zucchina e pelatela; lavatela e tagliatela a dadini.Portate a bollore acqua abbondante; salate, aggiungete le verdure preparate e fate cuocere.
  • A fine cottura, distribuite la zuppa nei piatti; irrorate con l’olio e servite con il pane raffermo a dadini.

Divisore Pasticciona