Posts Tagged ‘ricette regionali’

Ossibuchi alla Milanese

maggio 28th, 2014 by admin

Ossibuchi alla Milanese

Ossibuchi alla Milanese

Ossibuchi alla Milanese 8

Ossibuchi alla Milanese

Ossibuchi alla Milanese

Ossibuchi alla Milanese

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 ossobuchi di manzo, 4 pomodori maturi e sodi, 1 cipolla piccola, 1 limone, 1 ciuffo di prezzemolo,1 acciuga sotto sale, mezzo bicchiere di vino bianco secco, farina, burro, olio di oliva, sale , pepe.

Preparazione:

  • Fate soffriggere la cipolla tritata finemente in un tegamino con un pezzetto di burro.
  • Praticate delle incisione sui bordi degli ossobuchi per evitare che si arriccino durante la cottura, infarinateli leggermente e fateli rosolare in una casseruola con 3-4- cucchiai di olio; non appena saranno coloriti; copriteli con il soffritto di cipolla (che avete preparato prima ) e bagnateli con mezzo bicchiere di vino.
  • Unite i pomodori che avrete pelato tuffandoli in acqua bollente, privato dei semi e tritato; salate, pepate e portate a cottura lasciando la fiamma bassa per circa 1 ora; se il fondo di cottura dovesse restringersi troppo bagnate con un po’ di acqua bollente.
  • Nel frattempo tritate finemente il prezzemolo con la scorza del limone ( solo la parte gialla) ,e il filetto d’acciuga , e poco prima di spegnere il fuoco distribuite il trito sugli ossobuchi.

 

Buccellato

dicembre 16th, 2013 by admin

Il buccellato è uno dei tesori della pasticceria siciliana, dai colori e sapori orientali è sempre presente nelle tavole dei siciliani durante le festività Natalizie.

Buccellato

Buccellato

1° Buccellato

1° Buccellato

2 Buccellato

2°Buccellato

3 Buccellato

3° Buccellato

Buccellato

Buccellato

  • Per realizzare un buccellato da 1kg occorre : 550g di pasta frolla, 450g di conza ( ripieno) per buccellato.

Ingredienti per il ripieno del buccellato:

Ingredienti  pasta frolla per buccellato :

  • 375g di burro, 250g di zucchero al velo, 50g di marmellata di albicocche (o arance o mandarini), 2 uova , 1 bustina di lievito per dolci, un pizzico di vaniglia, la buccia grattugiata di 2 limoni, 680g di farina 00.

Preparazione conza ( ripieno) :

  • Sbollentate i fichi secchi in acqua calda per 5 minuti, appena saranno morbidi, scolateli , lasciateli intiepidire, poi, tagliateli in piccoli pezzi , metteteli in una ciotola e lasciateli momentaneamente da parte.
  • Sbollentate l’uva sultanina in acqua calda per 5 minuti, poi scolatela , strizzatela e unitela ai fichi, impastate con le mani i due ingredienti.
  • Aggiungete all’impasto la conserva di frutta, la marmellata, il cioccolato tagliato a pezzettini, le noci e le mandorle tritati grossolanamente, la cannella, il pepe , la vaniglia, le bucce dei mandarini tagliati in piccoli pezzi, il marsala. Impastate vigorosamente con le mani tutti gli ingredienti e amalgamare bene .
  • Mettete l’impasto ottenuto in un contenitore a chiusura ermetica , riponetelo in frigo fino al momento dell’utilizzo.

 

Preparazione frolla:

  • Mettere il burro (fatto ammorbidire fuori dal frigo per un paio di ore) in una ciotola capiente, unire lo zucchero al velo, la marmellata, il lievito, la vaniglia, la buccia grattugiata dei limoni, le uova e con l’aiuto di uno sbattitore elettrico cominciate ad impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto cremoso.
  • Unite poco per volta la farina, amalgamate sempre con la frusta elettrica, poi versate l’impasto su un piano infarinato impastatela con le mani velocemente.
  • Mettete la pasta frolla in un contenitore, coperta con pellicola per alimenti e ponetela in frigo per almeno 3-4 ore( sarebbe meglio lasciarla riposare per tutta la notte).

Preparazione buccellato :

  • Pesate 450 g di ripieno per buccellato, impastatelo velocemente e dategli la forma di un salame, lungo circa 30 centimetri e tenetelo momentaneamente da parte.
  • Pesate 550 g di pasta frolla e stendetela fino a raggiungere uno spessore di circa 5-8 mm e formate un rettangolo lungo circa 30centimetri e largo circa 13 centimetri.
  • Mettete al centro del rettangolo di frolla il salame di ripieno per buccellato, e avvolgetelo con la sfoglia.
  • Piegate poi il rotolo su se stesso, unite le due estremità così da formare una ciambella, poi, spostate il buccellato su una teglia ricoperta con carta da forno.
  • Incidere tutta la superficie interna ed esterna del buccellato con l’aiuto dell’apposita pinza dentellata ( o in mancanza di questa usate i rebbi di una forchetta)creando una specie di ricamo, lasciando intravedere dai fori il ripieno.
  • Mettete il buccellato in frigo e fatelo riposare per tutta la notte, coperto da un foglio di alluminio. Il giorno seguente , mettete in forno già caldo a 200°C per circa 35-40 minuti, o fino a quando la superficie del dolce avrà assunto un bel colore dorato.
  • A questo punto sfornatelo e lasciatelo raffreddare prima di metterlo su un piatto da portata, poi, spennellatelo con un cucchiaio di miele sciolto a bagnomaria. Decorate il buccellato con granella di pistacchio , ciliegie e scorze d’arancia candite.
  • Note:
  • Dolce che rappresenta il barocco siciliano per la sontuosità delle forme e la laboriosità degli ingredienti. Il buccellato è un dolce composto da un guscio di pasta frolla e farcito con fichi ,mandorle , noci, cioccolato, e irresistibili aromi di cannella e scorze di agrumi.
  • Viene decorato prima di essere messo al forno con una particolare pinza che serve a merlettare e punzecchiare la pasta frolla.
  • Dopo la cottura al forno, viene spennellato con del miele fuso in modo da rendere la frolla lucida. Ultimo tocco si dà decorando il dolce con frutta n’cilippata (candita).

 

Farinata

marzo 12th, 2012 by admin

Ingredienti :

  • 300g di farina di ceci, 900ml di acqua, 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva, sale, pepe, rosmarino.

Preparazione:

  • Mettete la farina in una ciotola capiente, versate un pò alla volta l’acqua, mescolate per bene, fate attenzione a non fare formare grumi.
  • Continuate in questo modo fino ad ottenere un composto ben omogeneo ,coprite la ciotola con un coperchio e lasciate riposare per 4-5 ore, fuori dal frigo e mescolando ogni tanto.
  • Trascorso il tempo di riposo, togliete con un mestolo forato la schiuma che si sarà formata in superficie, aggiungete mezzo bicchiere d’olio , una presa di sale e rigirate il composto per bene.
  • Prendete una teglia antiaderente, versate sul fondo mezzo bicchiere d’olio extravergine d’oliva e spandetelo per tutta la superficie della teglia, poi, versate il composto di ceci e fate cuocere in forno già caldo a 220°C per circa 30 minuti, o fino a quando la superficie della farinata non sarà dorata.
  • Accendete il grill fate colorire ulteriormente la farinata che dovrà essere di un bel colore nocciola scuro.
  •  Appena cotta, sfornate la farinata, cospargetela di sale , pepe e se lo gradite aromatizzatela con rosmarino tritato e un filo d’olio, tagliatela a quadretti, mettetela su un piatto di portata e servite.

 

Canederli

novembre 4th, 2011 by admin

Canederli

Canederli

Canederli 8

Canederli

Canederli

Canederli

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di mollica di pane raffermo, 100g di pancetta affumicata, 50g di salame, 1,5 l di brodo di carne, 2 uova, farina 00, latte, prezzemolo, olio extravergine d’oliva, sale.

Preparazione:

  • Levate la crosta al pane, affettate la mollica a dadini e inumiditela con il latte, senza farla impregnare troppo, quindi strizzatela delicatamente.
  • Nel frattempo rosolate i poco olio la pancetta e il salme tagliati a cubetti, poi mescolateli alla mollica, a un po’ di farina, a una manciata di prezzemolo tritato e alle uova.
  • Salate e lavorate il tutto in modo da ottenere un impasto uniforme e alquanto consistente.
  • Formate delle polpette rotonde, grosse quanto un mandarino, e ponetele a cuocere in una pentola di brodo bollente per circa 20 minuti, finchè saliranno in superficie.
  • Servite i canederli in brodo di carne caldo, se preferite, asciutti e conditi con salsa di pomodoro oppure insaporiti con burro fuso e caciocavallo grattugiato.

 

Spaghetti al pesto

maggio 11th, 2011 by admin

Spaghetti  al pesto

Spaghetti al pesto

Spaghetti al pesto 8

Spaghetti al pesto

Spaghetti  al pesto

Spaghetti al pesto

Ingredienti per 4 persone: 400g di spaghetti ,60g di foglie di basilico fresco, 4-5 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 30g di pinoli sgusciati, 30g di grana grattugiato, 30g di caciocavallo grattugiato, 2 spicchi d’aglio, un pizzico di sale grosso.

Preparazione con il mortaio:

  • Lavate e asciugate le foglie di basilico; sbucciate gli spicchi d’aglio. Mettete nel mortaio il basilico, l’aglio e il sale grosso; utilizzate l’apposito pestello per schiacciare il contenuto.
  • Continuando la lavorazione con il pestello, unite i pinoli; quando il composto risulterà abbastanza raffinato, cominciate ad aggiungere l’olio a filo, quindi aggiungete i formaggi grattugiati.
  • Dovete continuare a lavorare fino a quando non otterrete una salsa cremosa e ben omogenea, appena pronta, versatela in una ciotola e tenete da parte.

Preparazione con il frullatore:

  • Mettere nel mixer tutti gli ingredienti insieme e frullare lentamente, in modo da non surriscaldare il pesto.
  • Fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata; quindi scolatela e conditela con il pesto leggermente diluito con un po’ di acqua di cottura della pasta. Servite gli spaghetti subito, ben caldi.

Varianti:

  • esistono versioni di questa ricetta che prevedono l’uso di una patata lessa, da pestare insieme alle foglie di basilico; altre versioni prevedono invece, a integrazione o in sostituzione dell’olio, l’impiego di burro lavorato a pomata.

Trippa con fagioli

novembre 1st, 2010 by admin

Trippa con fagioli 1

Trippa con fagioli

Trippa con fagioli 2

Trippa con fagioli

Trippa con fagioli 3

Trippa con fagioli

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di trippa già lessata, 300g di fagioli bianchi di Spagna  secchi, 1 carota, 1 cipolla, 1 costola di sedano, 1 ciuffo di basilico, 5 dl di salsa di pomodoro, 1 spicchio d’aglio, 1 foglia di salvia, 50g di caciocavallo grattugiato, 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Ammollare i fagioli per una notte, in acqua fredda; poi, lessateli per 1 ora e mezza con l’aglio, mezza costola di sedano e la salvia.Preparate un trito di cipolla, sedano e carota e fatelo appassire dolcemente,in un tegame, con l’olio;
  • aggiungete,quindi, la trippa tagliata a listarelle e rosolate per un paio di minuti, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Unite la salsa di pomodoro, i fagioli con un paio di mestoli del loro brodo, una presa di sale e una spolverata di pepe e cuocete, su fiamma moderata, per circa 1 ora.
  • A fine cottura, profumate la preparazione con le foglie di basilico spezzettate e cospargete tutto con il formaggio grattugiato e un’abbondante spolverata di pepe.
  • Note:
  • Vi sono numerose varietà di fagiolo, tutte importate dall’America eccetto il dolico, denominato “dall’occhio” , che è originario del Nord Africa e presente in Italia sin dall’antichità. Più piccolo degli altri, erbaceo, gastronomicamente riveste minore importanza. I  fagioli “americani” (Phaseolux) posseggono baccelli che contengono semi più grossi, da 4 a 8, carnosi e di sapore maggiormente pieno e dolce; possono essere di diverso colore, dal bianco al nero, spesso striati. Tra i più rappresentativi coltivati in Italia vanno ricordati il borlotto di Vigevano o di Lamon (quello di Lamon, una località in provincia di Belluno, è considerato il più pregiato) e il cannellino, di forma cilindrica, arrotondata alle estremità e colore biancastro. Rinomati sono inoltre le zolfino di Pratomagno, il quarantino giallo e verdone, il fagiolo bianco di Napoli.
    Acquisto: i baccelli devono presentare colore verde giallognolo con evidenti striature rosse, anche cupe, ed essere ben sodi, turgidi, leggermente flessibili ma non elastici e senza macchie scure che annunciano una rapida marcescenza.
    Impiego: i fagioli acquistati freschi in stagione ovviamente non hanno bisogno di essere ammollati, in quanto non sono stati sottoposti a processi di disidratazione come quelli essiccati. Si sgranano al momento di cucinarli per evitare che si induriscano. Possono entrare nella preparazione di passati, risotti, insalate. I metodi di cottura sono sostanzialmente due: bolliti o in umido; in entrambi i casi il liquido di cottura deve essere abbondante.
    Note nutrizionali: i fagioli sono ricchi di proteine (quelli secchi ne possiedono quantità superiori rispetto ai freschi), carboidrati, vitamine (soprattutto A e C), Sali minerali come potassio, zinco, calcio, fosforo e fibre.

Parmigiana di zucca rossa e patate

ottobre 23rd, 2010 by admin

La parmigiana di zucca rossa e patate, delizioso piatto unico o contorno molto saporito. Classica ricetta autunnale, facile da fare questa parmigiana vi sorprenderà per il sapore delicato e gradevole, con strati di patate e zucca rossa, mozzarella, caciocavallo e una spolverata di salvia  e noce moscata.

Parmigiana di zucca rossa e patate 5

Parmigiana di zucca rossa e patate

Parmigiana di zucca rossa e patate

Parmigiana di zucca rossa e patate

Parmigiana di zucca rossa e patate 6

Parmigiana di zucca rossa e patate

Ingredienti per 4 persone:

  • 1,5kg di zucca rossa, 5 patate medie, 300g di mozzarella fresca, 100g di caciocavallo grattugiato, salvia , noce moscata ( facoltativo), olio extravergine d’oliva, sale, pepe, burro.

Preparazione:

  • Lavate e sbucciate la zucca e le patate, tagliatele a fette e cuocetele al vapore per 5-6 minuti, poi fate raffreddare .
  • Foderate una teglia con carta da forno ( bagnata e poi strizzata), e fate uno strato di zucca,salatela leggermente ,
  • ricopritela con la mozzarella tagliata a fette sottilissime, foglioline di salvia spezzettate ,una spolverata di caciocavallo grattugiato, un pizzico di pepe e se lo gradite un pizzico di noce moscata.
  • Continuate con uno strato di patate, salatele leggermente e ricopritele fettine di mozzarella , foglie di salvia , una spolverata di caciocavallo e un pizzico di pepe.
  • Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti.Finire l’ultimo strato, con fettine di mozzarella, caciocavallo, foglioline di salvia, una spolverata di pepe, un filo d’olio e piccoli fiocchetti di burro.
  • Mettete in forno già caldo a 200°C per 25-30 minuti, finchè la superficie non diventerà dorata.
  • Lasciate riposare e intiepidire la parmigiana per 10 minuti prima di servirla.

 

Sformato di spinaci e patate

ottobre 8th, 2010 by admin

Lo sformato di spinaci e patate,  è un gustoso secondo piatto ideale anche per i vegetariani. Una preparazione semplice e leggera che permetterà di far mangiare volentieri la verdura anche ai più piccoli.

Sformato di spinaci e patate

Sformato di spinaci e patate

Sformato di spinaci e patate

Sformato di spinaci e patate

Sformato di spinaci e patate

Sformato di spinaci e patate

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 confezione di pancarré, 600g di foglie di spinaci (peso netto), 5 patate, 1 carota, 1 porro, 2 cucchiai di farina bianca, olio extravergine d’oliva, paprika, sottilette, 100g di caciocavallo grattugiato, sale, pepe.

Preparazione:

  • Mondate e lavate la carota e il porro, tagliateli a tocchetti; lavate e pulite gli spinaci. In una pentola, portate a ebollizione 1 litro d’acqua.
  • Versatevi le carote, il porro e una manciata di foglie di spinaci. Unite un po’ di sale e un filo d’olio extravergine d’oliva, coprite e cuocete finchè le verdure diventano tenere.
  • Poi, togliete la pentola dal fuoco e con un minipimer, frullate le verdure con il liquido di cottura rimasto, aggiungendo anche 2 cucchiai di farina.
  • Portate il composto nuovamente a ebollizione e cuocete per 10 minuti, mescolando spesso, fino ad ottenere una vellutata densa e omogenea.
  • Spegnete la fiamma e insaporite la vellutata con il prezzemolo tritato.Pelate e tagliate le patate a fette spesse nel senso della lunghezza e cuocetele a vapore.
  • A parte, in una grossa padella e a fiamma dolce, cuocete gli spinaci rimasti con un filo d’olio, coprendo la padella e facendoli appassire per 5 minuti.Quindi, togliete il coperchio, salateli e pepateli a piacere, lasciate evaporare completamente il liquido e poi spegnete la fiamma.
  • Ungete uno stampo rettangolare con un filo d’olio extravergine d’oliva, oppure foderatelo con carta da forno (bagnata e poi strizzata).
  • Coprite la base dello stampo con uno strato di pancarré ( se preferite eliminate la crosta alle fette di pancarré), continuate con uno di vellutata e uno di spinaci, poi unite 5 sottilette a pezzi e una manciata di caciocavallo .Poi, create un altro strato di vellutata e uno di patate al vapore.
  • Condite le patate con una presa di sale ,una spolverata di paprika, unite altre 5 sottilette a pezzi e infine spolverizzate con un’abbondante manciata di caciocavallo.
  • Create un altro strato di spinaci, uno di pane e infine, uno di vellutta.Completate il tutto con una spolverata di paprika e infornate lo sformato a 180°C, per 20-25 minuti.
  • Sfornate e cospargete la superficie di sottilette, rimettete la teglia nel forno per 2 minuti, appena le sottilette si saranno fuse, lasciate intiepidire per 2 minuti e servite.

 

Baccalà con le olive

settembre 9th, 2010 by admin

Un secondo piatto gustoso e molto appetitoso, reso più stuzzicante dalla presenza delle patate e dalle olive nere, ingredienti indispensabili per la riuscita di  questo piatto davvero invitante.  Il baccalà con patate e olive è un secondo piatto molto saporito , viene preparato in molte regioni d’Italia con piccole varianti di luogo in luogo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1kg di filetti di baccalà sotto sale, 700g di patate, 1 cipolla, 250g di pomodori pelati, 150g di olive nere, 1 ciuffo di prezzemolo, 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale,pepe.

Preparazione:

  • Ponete i baccalà a bagno per 2 giorni, rinnovando ogni 12 ore l’acqua; poi, sciacquatelo e asciugatelo con cura.
  • Privatelo della pelle e di eventuali spine e tagliatelo a pezzi.Affettate la cipolla e fatela appassire in un tegame con l’olio; unite le patate, pelate e tagliate a dadi, i pomodori sminuzzati, le olive, una presa di sale e una spolverata di pepe e lasciate cuocere per una decina di minuti.
  • Coprite a filo con acqua calda e proseguite la cottura per 15 minuti; poi, immergete il pesce.Cospargete di prezzemolo tritato e cuocete per una ventina di minuti.
  • Note:
  • Il baccalà è l’alimento costituito da 2 specie di merluzzo nordico Gadus macrocephalus e Gadus morhua salato e stagionato. G. macrocephalus è un pesce presente nell’Oceano Pacifico settentrionale, mentre G. morhua è un pesce presente nell’Oceano Atlantico settentrionale.
  • La salagione ne consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d’origine. I paesi principali di produzione del baccalà sono: Danimarca, Isole Faroe, Norvegia, Islanda e Canada.
  • Il baccalà è elemento essenziale di molte cucine popolari, nelle quali il suo utilizzo si alterna a quello dello stoccafisso che è sempre merluzzo, ma conservato mediante essiccazione.
  • Tanto il baccalà quanto lo stoccafisso, per essere utilizzabili, hanno bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, che provvede ad eliminare il sale per il primo e a restituire ai tessuti l’originale consistenza per il secondo.

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana

luglio 13th, 2010 by admin

Il gateau (Gattò) di patate con ragù alla siciliana, è uno dei piatti speciali che la cucina siciliana ha tramandato di generazione in generazione. Il gattò di patate, infatti non è altro che un sformato di patate, condito con il classico ragù alla siciliana con i piselli, lo stesso che si usa per farcire le fantastiche arancine o i famosi anelletti al forno.

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana 7

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana 8

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana 9

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 2kg di patate,50g di caciocavallo grattugiato, ragù di carne alla siciliana, , 50g di caciocavallo fresco a dadini, 100g di salame a dadini, 2 uova, pangrattato, 30g di burro,noce moscata.

Ingredienti per il ragù di carne alla siciliana:

  • 1 carota, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, 80g di pancetta, 60g di burro, 150g di carne tritata di manzo, 150g di carne tritata di maiale, 1 bicchiere di vino rosso, 1 bicchiere di brodo di dado di carne, 400g di passata di pomodoro, 200g di piselli surgelati, sale, pepe.

Preparazione del ragù:

  • Mondate e pelate la carota, la cipolla e il gambo di sedano: tritate queste verdure con la pancetta.Mettete il trito ottenuto in una casseruola con il burro e fatelo appassire per 10 minuti.
  • A questo punto, aggiungete le carni tritate e dopo averle fatte rosolare a fiamma vivace, bagnatele con il vino rosso e lasciatelo evaporare.
  • Poi, versate il brodo di dado che avete preparato in precedenza e, fate cuocere il tutto a fiamma moderata fino a ridurre il brodo quasi del tutto.Infine, unitevi la passata di pomodoro e i piselli.
  • Salate e pepate a piacere e cuocete il tutto, mescolando spesso, fino ad ottenere una salsa piuttosto densa, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Preparazione del gattò:

  • Lavate le patate, mettetele a bollire con tutta la buccia, in una pentola con acqua fredda salata.Quando saranno cotte , fatele intiepidire, poi pelatele e passatele allo schiacciapatate.
  • Mettete la purea ottenute in una capace ciotola, unite il burro, le uova, il caciocavallo grattugiato e quello a cubetti, il salame sala , pepe e una presa di noce moscata, amalgamate bene tutti gli ingredienti.
  • Ungete una teglia con olio, cospargetela di pangrattato, poi capovolgetela per eliminare il pangrattato in eccesso.
  • Stendete la metà dell’impasto ( con le mani umide) nella teglia per lo spessore di circa 3 cm e farcite con il ragù di carne.
  • Ricoprite con il resto dell’impasto, livellatelo bene con le mani leggermente unte d’olio, poi cospargete la superficie di pangrattato e qualche fiocchetto di burro.
  • Mettere in forno caldo a 200°C per 30-35 minuti finché non appare ben dorato in superficie.Sfornate , fate raffreddare almeno 10 minuti prima di servire.
  • Note: 
  • Questo piatto in particolare viene preparato da tutte le famiglie Siciliane per la festa di Santa Lucia, il 13 dicembre, ma è un ottimo piatto da preparare tutto l’anno.
  • Questo particolare timballo si può anche gustare presso le rosticcerie più alla moda, in due varianti diverse da quella finora descritta, la prima variante è farcita con melanzane fritte, primo sale e caciocavallo, la seconda versione contiene rimasugli di salumi e formaggi da noi chiamata ‘Pizzami’.In ogni modo, è un piatto molto sostanzioso, si serve come piatto unico e si può gustare sia caldo che freddo, le tre versioni sono abbastanza gradevoli da vedere e soprattutto da assaporare.