Posts Tagged ‘ricette siciliane’

Salsa salmoriglio” sammurigghiu”

marzo 18th, 2015 by admin

Il salmoriglio o “sammurigghiu” (in dialetto) è una salsa della cucina siciliana.  A base di limone fresco ed erbe aromatiche. Una  salsa semplicissima da fare, viene utilizzata per condire carni o pesci specialmente alla griglia.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva, 2 limoni, origano, sale, pepe.

Preparazione:

  • Versate l’olio in una ciotola e aggiungete il succo di limone filtrato, una presa di sale, una spolverata di pepe e un pizzico di origano; poi, sbattere tutto con una forchetta fino ad ottenere unasalsina omogenea.
  • Per carni e pesci arrosto.

Variante:

  • Il condimento puo’ anche essere preparato aggiungendo agli ingredienti indicati 2 spicchi d’aglio tritati e mezzo bicchiere d’acqua e scaldando tutto per qualche minuto a bagnomaria.

Agrodolce

marzo 17th, 2015 by admin

 

Questo condimento si prepara mescolando l’aceto, leggermente zuccherato, con l’olio di frittura di verdure, carni e pesci, da consumare freddi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1/2 bicchiere d’aceto, 1 cucchiaio di zucchero.

Preparazione:

  • Versate l’aceto dolcificato nella padella con l’olio di frittura della pietanza da insaporire.
  • Lasciate sulla fiamma per 1 minuto e servite la preparazione fredda. Indicata per carni, pesci e verdure fritte.
  • Variante: l’aceto zuccherato può anche essere incorporato in una tazza di salsa di pomodoro, aggiunta alla pietanza da condire. In questo caso, la cottura prosegue per 10-15 minuti.

Pasta asciutta con tenerumi

luglio 24th, 2014 by admin

La pasta con i tenerumi è un piatto tradizionale della gastronomia siciliana. La versione originale si prepara come una minestra , questa è la seconda versione si tratta di una pastasciutta di spaghetti con i tenerumi. I tenerumi sono le foglie di una qualità di zucchine lunghe, che sicuramente in tempi di estrema povertà qualche abile massaia provò a cucinare ottenendo cosi un piatto davvero gustoso.

Pasta asciutta con tenerumi

Pasta asciutta con tenerumi

Pasta asciutta con tenerumi 8

Pasta asciutta con tenerumi

Pasta asciutta con tenerumi

Pasta asciutta con tenerumi

Ingredienti per 4 persone:

  • 320g di spaghetti, 4 mazzi di tenerumi, 200g di pomodori pelati, 3 spicchi d’aglio, olio extravergine d’oliva, caciocavallo a scaglie  (o grattugiato), sale , pepe.

Preparazione:

  • Nettate i tenerumi, lavateli, tagliateli a striscioline e lessateli in acqua salata per una decina di minuti. Preparate la salsetta , soffriggete l’aglio a fettine in 2 cucchiai d’olio d’oliva, aggiungete i pomodori pelati tagliati a dadini, salate , pepate e lasciate cuocere per una decina di minuti.
  • Scolate i tenerumi e aggiungeteli alla salsa preparata, fate insaporire per 2 minuti e togliete dal fuoco. Cuocete la pasta nell’acqua di cottura dei tenerumi, scolatela al dente e non troppo asciutta, poi conditela con la salsa preparata, con un filo d’olio e una spolverata di caciocavallo grattugiato.
  • Servite la pasta calda.

Pesce spada alla stemperata

agosto 2nd, 2013 by admin

Pesce spada alla stemperata

Pesce spada alla stemperata

Pesce spada alla stemperata

Pesce spada alla stemperata

Pesce spada alla stemperata

Pesce spada alla stemperata

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di pesce spada, 150g di olive verdi, 1 carota, 1 cuore di sedano con le foglie, 1 cucchiaio di capperi, 1 cipolla, foglioline di menta, 1 dl d’olio extravergine d’oliva, ½ bicchiere d’aceto di vino bianco, 1 cucchiaio di zucchero, sale, pepe.

Preparazione:

  • Lavate il pesce e asciugatelo con carta da cucina. Scaldate 3 cucchiai d’olio in una padella e rosolate le fette, rigirandole quando saranno dorate da una parte; poi, sgocciolatele e tenetele in caldo.
  • Fate appassire la cipolla affettata, in una padella, con l’olio rimasto; aggiungete la carota a rondelle, i capperi, le olive snocciolate, il sedano tritato e la menta e lasciate brevemente insaporire.
  • Bagnate con mezzo bicchiere d’acqua e tenete sulla fiamma per qualche minuto. Appena il fondo si sarà ristretto, unite il pesce.
  • Salate, pepate, versate l’aceto zuccherato e fate evaporare, su fuoco moderato, a recipiente coperto.

Diplomatici

luglio 21st, 2013 by admin

I Diplomatici sono buonissimi dolcetti con pasta sfoglia, pan di spagna e crema di ricotta con gocce di cioccolato… una vera goduria! Fanno parte delle antiche ricette di dolci, tipiche di Palermo.

Diplomatici 7

Diplomatici

Diplomatici 8

Diplomatici

Diplomatici 9

Diplomatici

Ingredienti :

  • 2 fogli rettangolari di pasta sfoglia,1 Pan di Spagna rettangolare, 1kg di ricotta fresca, 50g di gocce di cioccolato, zucchero a velo , 100g di zucchero semolato, un pizzico di cannella in polvere, mezzo bicchiere di vermut per la bagna .

Ingredienti Pan di Spagna:

  • 6 uova, 150g di farina 00, 200g di zucchero semolato, un pizzico di lievito per dolci, vanillina e scorza di limone grattugiato (facoltativo), sale.

Preparazione pan di Spagna:

  • Sbattete a lungo i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto di colore giallo chiaro; aggiungete qualche cucchiaio di chiare montate a neve con un pizzico di sale e incorporate lentamente l farina setacciata con il lievito e gli aromi, senza cessare di lavorare il composto con la frusta.
  • Amalgamate, infine, il resto degli albumi e versate il preparato in un a teglia rettangolare imburrata e spolverizzata di farina e cuocete a 180°C per 30 minuti.
  • La torta sarà cotta quando, provando a infilare uno stuzzicadenti, questo uscirà completamente asciutto. Lasciatelo raffreddare e mettetelo momentaneamente da parte.

Preparate la crema di ricotta:

  • Setacciate la ricotta e mescolatela con 100g di zucchero semolato, aggiungete le gocce di cioccolato e un pizzico di cannella in polvere (facoltativo)tenente la crema in frigo fino al momento di farcire il dolce.
  • Stendete i due fogli di pasta sfoglia su due teglie foderate con carta da forno, bucherellate con i rebbi di una forchetta l’intera superficie delle sfoglie e cuocere in forno già caldo a 180°C per 12-15 minuti.
  • Poco prima di sfornare le due sfoglie, tiratele fuori dal forno e spolverizzateli con lo zucchero a velo, rimettete nuovamente in forno per 2 minuti, il tempo di fare leggermente caramellare lo zucchero, in questo modo le sfoglie saranno ben biscottate e croccanti. Sfornate le sfoglie e lasciatele raffreddare.

Assembliamo il dolce:

  • Mettete la sfoglia in uno stampo rettangolare foderato con pellicola da cucina, sovrapponete il pan di Spagna tagliato a fettine dello spessore di circa 1 centimetro ricoprendo tutta la superficie.
  • Inzuppate il pan di Spagna con il vermut (diluito con acqua e un cucchiaio di zucchero), rivestite con uno strato di crema di ricotta, livellate bene con una spatola.
  • Fate un altro strato di fette di Pan di Spagna, bagnate nuovamente con il vermut e spalmate la crema di ricotta rimasta, infine ricoprite con la seconda sfoglia, spolverizzate abbondante zucchero a velo.
  • Chiudere con pellicola trasparente, lo stampo e fate riposare il dolce in frigo per almeno 2 ore . Sformate il rettangolo, mettetelo su un tagliere , tagliate il dolce a quadrati con un coltello molto affilato facendo attenzione a non rompere la pasta sfoglia.
  • Mettete i diplomatici su un vassoi, spolverizzateli con abbondante zucchero a velo e servite.

 

 

Menù calzoni

febbraio 2nd, 2013 by admin

Il calzone è una specialità gastronomica italiana nella quale una farcitura di vario genere viene racchiusa in un involucro di pasta lievitata, e successivamente cotta nel forno oppure fritta. In questo secondo caso assume una diversa denominazione, potendosi definirlo, pizza fritta, nella tradizione napoletana e panzerotto in quella pugliese.Si tratta di un prodotto, tipico della cucina napoletana. e barese. Tuttavia le due ricette si distinguono per la natura degli ingredienti che un tempo ne caratterizzavano la farcitura. La larga diffusione di questo genere di prodotti, in particolare nella versione da forno, conseguente al proliferare delle pizzerie avutosi nel corso del XX secolo, ha determinato la comparsa di un gran numero di possibili varianti delle ricette, introducendo ingredienti propri del territorio nel quale vengono prodotti.

 

 

 

  1.  Bocconcini rustici  
  2. Calzoncelli alla pasticciona  
  3. Calzoncelli alla rucola  
  4. Calzoncelli campagnoli
  5. Calzoncelli di sardine
  6. Calzoni al prosciutto  
  7. Calzoni alla napoletana  
  8. Calzoni alle cipolle e acciughe  
  9. Calzoni con ricotta e verdure  
  10. Calzoni con salsiccia, scamorza e ricotta  
  11. Calzoni del contadino
  12. Calzoni della nonna  
  13. Calzoni ripieni di sgombro  
  14. Calzoni ripieni con ricotta e olive  
  15.  Cipolline Catanesi  
  16.  Fagottini rustici  
  17. Ravazzate  
  18. Rollò Siciliani della Pasticciona  
  19.  Rotoli farciti  

Cipolline Catanesi

dicembre 21st, 2012 by admin

Le cipolline sono una  goloseria della rosticceria Catanese . Si tratta di una sottile pasta farcita con un composto di salsa di pomodoro, mozzarella e soprattutto da molta cipolla (da cui prende il nome). La sorprendete genuinità  degli ingredienti e il gusto eccellente, fanno delle cipolline uno dei pezzi forti delle colazioni Catanesi e, perché no, un eccellente piatto unico da consumare in famiglia.

Cipolline Catanesi

Cipolline Catanesi

Cipolline Catanesi 12

Cipolline Catanesi

Cipolline Catanesi

Cipolline Catanesi

Ingredienti per 6-8 persone:

  • 1kg di farina 00, 100g di strutto, 100g di zucchero semolato, 20g di sale, 40g di lievito di birra, 500ml di acqua tiepida, 1 tuorlo d’uovo e 1 cucchiaio di latte per lucidare le cipolline.

Ingredienti:

  • 4-5 cipolle, 400g di polpa di pomodoro ,200g mozzarella, 200g di prosciutto cotto a fette, sale, pepe.

Preparazione delle cipolline:

  • Amalgamate bene tutti gli ingredienti, dopo aver sciolto il lievito nell’acqua e aggiunto il sale. Lavorate l’impasto ottenuto finché non risulterà omogeneo ed elastico. Lasciate riposare per 45-50 minuti.
  • Nel frattempo, preparate il condimento per farcire le cipolline: sbucciate le cipolle e tagliatele in sottili fette, mettetele in un tegame con 1 bicchiere d’acqua fredda , e fatele stufare per 5 minuti, fino a quando l’acqua si sarà asciugata del tutto, poi, aggiungete 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, e fate rosolare a fiamma bassa le cipolle per 5 minuti.
  • Una volta che le cipolle si saranno ammorbidite, aggiungete la polpa di pomodoro, mezzo bicchiere d’acqua fredda, un pizzico di sale e una spolverata di pepe, quindi mescolate con un cucchiaio e coprite con un coperchio.
  • Accendete la fiamma e mettetela al minimo, lasciate cuocere la salsa per una decina di minuti,mescolando spesso, fin quando le cipolle non saranno completamente cotte, il sugo particolarmente ristretto. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
  • Tagliate il prosciutto grossolanamente, in modo da ottenere dei pezzi irregolari. Tagliate la mozzarella a cubetti e riponetela in una colino a perdere il liquido in eccesso.
  • Trascorso il tempo della prima lievitazione, riprendete la pasta, e stendetela in una sfoglia sottile,ritagliate dei quadrati 15×15 centimetri.
  • Mettete al centro di ogni quadrato 1-2 cucchiai della salsa preparata, il prosciutto cotto tagliato e qualche cubetto di mozzarella, poi ripiegate gli angoli  congiungendo i vertici del rettangolo verso il centro( come da foto), ponete le cipolline ben distanziate le une con le altre in una teglia rivestita con carta da forno.
  • Lasciate lievitare ancora per mezz’ora. Sbattete in una ciotola il tuorlo con 1 cucchiaio di latte, spennellate le cipolline.
  • Accendete il forno, portatelo ad una temperatura di 200°C e infornate le cipolline per 10 minuti, appena saranno dorate sfornate e servitele.

Fiori di zucca ripieni di ricotta

settembre 19th, 2012 by admin

Fiori di zucca ripieni di ricotta

Fiori di zucca ripieni di ricotta

Fiori di zucca ripieni di ricotta 10

Fiori di zucca ripieni di ricotta

Fiori di zucca ripieni di ricotta

Fiori di zucca ripieni di ricotta

Ingredienti per 4 persone:

  • 16 fiori di zucca, 300g di ricotta di pecora, 1 uovo, 50g di caciocavallo ( o pecorino) grattugiato, 5-6 foglie di basilico fresco, olio extravergine d’oliva, sale pepe.

Preparazione:

  • Pulite i fiori di zucca eliminando il pistillo e lasciando un pezzettino di gambo.
  • Lavateli poi con un filo d’acqua sotto il rubinetto, scolateli e asciugateli delicatamente.
  • Mettete la ricotta in una terrina e lavoratela a crema con l’aiuto di una forchetta, poi unite l’uovo, il caciocavallo, le foglie di basilico spezzettate, una presa di sale, una spolverata di pepe e amalgamate bene tutti gli ingredienti.
  • Farcite i fiori di zucca con il composto preparato, distribuendolo con un cucchiaino in modo uniforme.
  • Dopo ricomponete i petali racchiudendo il ripieno all’interno e attorcigliando delicatamente le punte del fiore.
  • Adagiate i fiori in una teglia da forno imburrata, spennellateli con un filo d’olio extravergine d’oliva e cospargeteli con una manciata di formaggio grattugiato.
  • Copriteli con un foglio di alluminio e cuoceteli in forno già caldo a 180°C per 10 minuti, poi eliminate l’alluminio e continuate la cottura per altri 8-10 minuti.

 

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

giugno 17th, 2012 by admin

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

 

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

Sformato di riso e melanzane alla Palermitana

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di riso,100g di caciocavallo fresco ,150g di caciocavallo grattugiato, 1 cipolla, 5dl di passata di pomodoro, 2-3 melanzane, 1 ciuffo di basilico, olio extravergine d’oliva, burro, pangrattato, sale, pepe.

 

Preparazione:

  • Fate appassire mezza cipolla tritata in un tegame con poco olio; aggiungete la passata di pomodoro, una presa di sale, una spolverata di pepe e le foglie di basilico e cuocete, su fiamma moderata, per 20 minuti.
  • Lavate le melanzane e affettatele; cospargetele di sale e ponetele in un colapasta a perdere il liquido di vegetazione per mezz’ora.
  • Trascorso il tempo necessario, sciacquate le melanzane, asciugatele e friggetele in abbondante olio caldo.
  • A fine cottura, adagiatele su carta assorbente affinché depongano l’unto in eccesso.
  • Lessate il riso in acqua bollente salata.Scolatelo al dente e conditelo con il sugo e due terzi del caciocavallo; poi, versatene metà in una teglia rivestita con carta da forno,   e con il fondo foderato di fette di melanzana.
  • Adagiate un secondo strato di melanzane , fettine di caciocavallo fresco, foglie di basilico e ancora un altro strato di riso,ricoprite infine il riso con fettine di melanzane, cospargete la superficie di pangrattato mescolato con il caciocavallo rimasto e infornate lo sformato a 200°C per mezz’ora.

 

Tonno con zucchine alla menta

giugno 7th, 2012 by admin

Tonno con zucchine alla menta

Tonno con zucchine alla menta

Tonno con zucchine alla menta

Tonno con zucchine alla menta

Tonno con zucchine alla menta

Tonno con zucchine alla menta

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di tonno a fette spesse, 500g di zucchine ( tipo genovesi ), 1 cipolla, 3 spicchi d’aglio, 1dl di vino bianco secco, 1 ciuffo di menta,2 fili di prezzemolo, 4-5 pomodori pelati, sale, pepe, olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

  • Mettete il tonno a bagno, in acqua fredda e sale, per 30 minuti; sciacquatelo sgocciolatelo e tamponatelo con carta da cucina.
  • Tritate la cipolla, mettetela in una padella e fatela appassire con 4 cucchiai d’olio; aggiungete le zucchine, lavate, spuntate e tagliate a dadi, i pomodori pelati sminuzzati, un filo di prezzemolo tritato, una presa di sale e una spolverata di pepe e lasciate insaporire per 5 minuti.
  • Coprite a filo con acqua calda e portate a bollore. Scaldate 4 cucchiai d’olio in un’altra padella con un trito di aglio e menta; unite il tonno e rosolatelo bene.
  • Bagnate con il vino e fate evaporare; poi trasferite il pesce nella padella con la salsa e le zucchine.Incorporate 1 tazza d’acqua calda , regolate di sale e pepe e cuocete per 10 -15minuti. Servite il tonno alle zucchine caldo con una spolverata di prezzemolo tritato.
  • Note: Il tonno reperibile in Italia è a polpa rossa, conosciuto appunto come “tonno rosso” (esista anche una varietà a polpa bianca, considerata di maggior pregio, non presente nel Mediterraneo). Di notevoli dimensioni, viene venduto al taglio. I filetti dorsali sono magri, mentre la ventresca è la parte più grassa.
  • Acquisto: sceglierlo a polpa di un rosso intenso, ma non scuro, e che sia privo di eventuali riflessi color petrolio. Preferite il tonno rosso anche cosiddetto “pink” (proveniente dall’oceano Indiano) che in genere arriva sui banchi del mercato già filettato.
  • Impiego: utilizzare tagli dorsali per brevi cotture, per carpacci e tartare. Preferite la ventresca, che è più grassa, per cotture più prolungate, per esempio al forno, ma anche per la preparazione di sashimi. Il tonno si valorizza consumato crudo o cotto tipo roast-beef all’inglese, ossia mantenendo la parte interna cruda. Un tempo nei luoghi di pesca, le famiglie tagliavano il tonno pescato a pezzi, lo riponevano in vasi di vetro insieme con alloro o gli aromi preferiti, lo coprivano a filo di olio d’oliva e lo cuocevano a bagnomaria. Così preparato, si conserva in luogo fresco per almeno 4 o 5 giorni.
  • Nota nutrizionale: il tonno è ricco di omega 3, Sali minerali quali potassio e selenio, vitamina B12 e proteine. Occorre però ricordare che, come altri grandi pesci predatori, può contenere elevati livelli di mercurio, metallo pesante tossico.