Posts Tagged ‘sale’

Carote in salamoia

novembre 19th, 2009 by admin

Carote in salamoia

Carote in salamoia

 

Ingredienti: carote piccole e sottili, zucchero, sale.

Preparazione: scegliere carote freschissime e di misura simile, piccole e sottili. Mondarle e lavarle. Tuffarle per 7-8 minuti (dipende dalla grossezza) in acqua bollente salata e scolarle bene al dente. Distribuirle nei vasi. Far bollire per 5 minuti acqua con zucchero (un cucchiaio, cioè circa 10 grammi, per litro) e sale (2 cucchiai e mezzo, cioè circa 25 grammi, per litro). Lasciar raffreddare e coprire le carote con quest’acqua. Sistemare la griglietta fermaverdure. chiudere e sterilizzare per un’ora. Lasciar raffreddare nell’acqua di sterilizzazione. Il giorno dopo sterilizzare per altri 30 minuti. Lasciar raffreddare, poi conservare in un luogo buio, fresco e asciutto. Le carote si possono consumare riscaldando il vaso a bagnomaria oppure sciacquandole e poi preparandole come si desidera.

Note: Una conserva che è possibile preparare durante tutto l’anno. Il periodo di consumo può avvenire dopo 40 giorni.

 

Olive verdi in salamoia

novembre 19th, 2009 by admin

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

Olive verdi in salamoia

 

Ingredienti: olive verdi fresche e sanissime, sale, semi di finocchio ,origano,aglio, acqua.

Preparazione: lavate le olive, poi schiacciatele con l’aiuto di un batticarne, una alla volta e mettetele in un recipiente pulito, capiente , può andare bene anche una damigiana a collo largo o una pentola di coccio. Mettete le olive a bagno in acqua fresca per 3 giorni, cambiando l’acqua almeno una volta al giorno. Al 3 giorno, scolatele, disponetele in vasi di coccio o di vetro lavati e bene asciugati e ricopritele con una salamoia fredda, preparata sciogliendo il sale nell’acqua: per ogni chilo di olive 100 gr. di sale (o più se desiderano più saporite). Distribuite dei semi di finocchio o una manciata di origano. A piacere si possono anche mettere spicchi di aglio lasciati con tutta la buccia e schiacciati leggermente. Disponete i vasi in dispensa, ricordatevi di mescolarli ogni 2-3 giorni. Degustate le olive dopo 10-12 giorni.

Note: Se si desidera conservare le olive per un periodo più lungo, basta metterle intere nei vasi , seguendo la stessa procedura delle olive schiacciate, saranno pronte dopo circa due mesi.

 

Strattu (estratto)di pomodoro

novembre 18th, 2009 by admin

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

Strattu (estratto)di pomodoro

 

Ingredienti per 800g di conserva: 10kg di pomodori maturi, sale, olio, alloro.

Preparazione: lavate i pomodori; spezzettateli e trasferiteli in un tegame. Conditeli con il sale e cuocete, su fiamma moderata, per circa 1 ora, mescolando spesso; poi, passate al setaccio. Stendete, quindi, la salsa su tavole di legno ed esponetela al sole, coperta con un velo, per diversi giorni, mescolandola spesso e ritirandola la sera. Man mano che la conserva si asciugherà, raccoglietela e riunitela. Alla fine, quando sarà asciutta, manipolatela con le mani unte d’olio e riponetela in contenitori di coccio (o in barattoli di vetro). Adagiatevi sopra una foglia di alloro e un filo d’olio e riponete in un luogo fresco e sciutto.

Note: Al momento di essere usato, l’estratto deve essere sciolto in acqua calda.

 

Capone ( lampuga ) al forno con pomodori pelati

ottobre 31st, 2009 by admin

Una ricetta di pesce super veloce da preparare, dal sapore fresco e mediterraneo che rende il secondo davvero speciale!

Capone o lampuga

Capone o lampuga

Capone ( lampuga ) al forno con pomodori pelati

Capone ( lampuga ) al forno con pomodori pelati

Capone ( lampuga ) al forno con pomodori pelati

Capone ( lampuga ) al forno con pomodori pelati

Ingredienti per 4 persone: 2 caponi (lampughe), pangrattato, olio extravergine d’oliva, sale,pepe, origano, pomodori pelati, 3 spicchi di aglio, 3-4 fili di prezzemolo.

Preparazione: lavate i caponi, e divideteli a metà nel senso della lunghezza (come mostra la foto). Aromatizzate il pangrattato con una buona manciata di origano, una presa di sale e un pizzico di pepe.Spennellate d’olio i pesci e passateli nel pangrattato aromatizzato, pressandoli bene, affinché ne rimangano ben ricoperti.Schiacciate in una ciotola, con l’aiuto di una forchetta i pomodori pelati, conditeli con sale pepe e un filino d’olio di oliva.Foderate una teglia con carta da forno, ungetela , adagiatevi i caponi, cospargeteli con la salsa che avete preparato in precedenza, aggiungete l’aglio tagliato a fettine sottili,una manciata di prezzemolo tritato finemente e un filo di buon olio extravergine d’oliva.

Infornate a 180° per 15-20 minuti.

 

Tortellini

ottobre 28th, 2009 by admin

Tortellini

Tortellini

Ingredienti per il ripieno: 100 g di lombo di maiale, 10 g di burro, 1 spicchio d’aglio, 1 rametto di rosmarino,pepe 100 g di prosciutto crudo, 100 g di mortadella, 1 uovo, 50 g di Parmigiano Reggiano, noce moscata.
Ingredienti per la pasta: 270 g di farina, sale ,3 uova.

Preparazione: tagliate la carne di maiale a pezzi e rimuovete le parti grasse. In un padellino antiaderente fate sciogliere il burro, quindi unite la carne e fatela uniformemente rosolare su tutti i lati, quindi abbassate la fiamma. Unite lo spicchio d’aglio spellato e schiacciato con i denti di una forchetta, il rosmarino lavato e tamponato con carta da cucina ed una grattugiata di pepe. Fate così cuocere per 10-15 minuti a fuoco basso, coperto, fintanto che la carne non sarà ben cotta. Nel mixer tritate il lombo, il prosciutto crudo sgrassato e la mortadella fino ad ottenere un trito piuttosto fine ed omogeneo. In una terrina unite alle carni l’uovo, il Parmigiano, una grattugiata di noce moscata ed una manciata di pepe. Mescolate accuratamente per ottenere un composto omogeneo. Mettete a riposare in frigorifero coperto da pellicola trasparente.
Nel frattempo preparate la pasta. Raccogliete sulla spianatoia (o in una terrina) la farina setacciata con un pizzico di sale e disponetela a fontana. Sgusciate le uova al centro e sbattetele con una forchetta. Con la punta delle dita amalgamate la farina con le uova fino ad ottenere un composto slegato e granuloso. Infarinate la spianatoia e mettetevi il composto. Impastatelo quindi a piene mani lavorando di polso. Alla fine ottenerrete una pasta liscia ed elastica. Formate una palla e lasciatela riposare per 10 minuti ben coperta. Al momento di stendere la sfoglia rimettetela sulla spianatoia e tagliatela in tanti pezzi quante sono le uova della pasta. Lavoratene uno alla volta tenendo ben coperti gli altri. Appoggiate il pezzo di pasta sulla spianatoia, spargetevi sopra un po’ di farina ed appiattitelo con il palmo delle mani fino a dare uno spessore di un paio di centimetri. Posizionate i rulli della macchina per la pasta sullo spessore più largo ed infarinateli. Passate la pasta. Una volta passata, ripiegatela a libro in tre parti, facendole combaciare il più possibile. Riducete di una tacca lo spazio fra i rulli, puliteli e passate nuovamente la sfoglia. Ripiegate nuovamente la sfoglia, riducetee di una tacca e passatela. Continuate con questa operazione fino ad arrivare all’ultima tacca. Stendete la pasta così ottenuta sulla spianatoia e tagliatela con un coltello in quadrati di 3 centimetri di lato circa. Mettete, al centro di ogni quadrato, una piccola porzione di ripieno e chiudete a tortellino.
Preparate i tortellini uno alla volta e poneteli in vassoi leggermente infarinati.

Note: Durante la preparazione di tutti i tortellini, quelli già pronti si possono lasciare seccare all’aria. Se devono attendere a lungo la cottura, è meglio però conservarli in frigorifero, facendo attenzione a che non si tocchino, poiché potrebbero rimanere attaccati e rompersi durante la cottura. E’ possibile congelare i tortellini. Per farlo, mettete per mezz”ora il vassoio nel freezer. Ritiratelo e controllate che i tortellini siano diventati duri come sassi. Metteteli in sacchetti ben chiusi e riponeteli nuovamente nel freezer fino al momento di consumarli.

Pasta briseè

settembre 19th, 2009 by admin

Ingredienti(10-12 persone): 200 g di farina 00, 100 g di burro, 3- 4 cucchiai di acqua ghiacciata, sale un cucchiaino.

Preparazione:disponete a fontana la farina setacciata su un tavolo(preferibilmente di marmo)porre al centro il burro (a temperatura ambiente) e lavorate burro e farina col palmo della mano, questo procedimento rende il burro impermeabile. Unite l’acqua, un cucchiaio alla volta, lavorando velocemente e formate una palla di pasta. Mettete la pasta in frigorifero per 30 minuti, avvolta in una pellicola trasparente.

Per fare la pasta nel robot da cucina, mettere nel robot la farina, il sale e il burro a pezzetti e frullare fino ad ottenere un composto granuloso. Azionando a scatti il robot, aggiungere l’acqua, un cucchiaio alla volta fino a formare una palla di pasta. La pasta brisée si usa per le torte salate di verdura e per alcune preparazioni dolci. E’ molto importante lavorarla velocemente per evitare che alla cottura diventi troppo friabile. Si consiglia ai principianti di usare il robot che semplifica la riuscita e accelera la preparazione della pasta. La pasta brisée é una pasta che serve per molte preparazioni. Si può conservare per tre giorni in frigo: Può essere surgelata.

Pizza margherita

agosto 22nd, 2009 by admin

 

Ingredienti per 4 persone: 400 gr di pasta di pane, pomodori pelati, 1 mozzarella, olio, sale, pepe, foglie di basilico, origano.

Preparazione: preparare una pasta «tirata» ad una altezza di non più di un centimetro, quindi stenderla in una teglia ben unta.Posarvi sopra dei pomodori spezzettati e la mozzarella a dadini.Aggiungere un po’ di olio, sale, pepe. Mettere in forno, ben caldo, per circa un quarto d’ora.

Prima di servire aggiungere il basilico e un filo d’olio d’oliva crudo.