Bigoli con le sardine

Ingredienti per la pasta:

  • 600 g. farina, 3 uova, ½ bicchiere di latte, 60 g. burro.

Ingredienti per il condimento:

  • 2 grosse cipolle, 6 sardine sotto sale, 4 cucchiai di olio d’oliva, 1 presa di peperoncino in polvere, 1 mazzetto di finocchietto selvatico, sale.

Preparazione:

  • Fate sciogliere a bagnomaria il burro. Impastate la farina con le uova e il burro e sufficiente latte per ottenere un impasto liscio, sodo e omogeneo.
  • Lavorate la pasta e passatela nel torchietto bigolaro. Stendete i bigoli su un canovaccio e, infarinateli leggermente e lasciateli asciugare per una giornata.
  • Tagliare sottilmente le cipolle e metterle in padella a imbiondire con un filo d’olio, bagnarle con un po’ d’acqua e farle appassire, senza che prendano colore.
  • Diliscare le sardine, raschiarle dal sale, metterle a pezzetti nella cipolla e farle spappolare. Si deve ottenere un sughetto denso e molto gustoso.
  • Aggiustate di sale, 1 pizzico di peperoncino, e aggiungere il finocchietto selvatico tritato e fare insaporire a fuoco dolce per 4-5 minuti.
  • Lessare i bigoli in abbondante acqua salata, scolarli al dente e passarli nella padella con la salsa e un mestolo della loro acqua di cottura e fate saltare. Servite guarnendo con 1 ciuffo della barba del finocchietto selvatico.
  • Note:
  • La sarda o sardina  è un piccolo pesce molto diffuso nei nostri mari, di colore azzurro bluastro con riflessi verdi e ventre bianco argentato, lungo sino a 20 centimetri. Ha la bocca ben sviluppata e obliqua e corpo coperto di squame. È presente sul mercato molti mesi dell’anno ed è molto apprezzato nei mesi autunnali e primaverili.
  • Acquisto: al momento dell’acquisto verificare che  abbia occhio sporgente, branchie rosse, corpo sodo.  Sono assolutamente da scartare i pesci con pancia gonfia e le cui interiora fuoriescano anche solo parzialmente dalla chiusura anale.
  • Impiego: le sardine sono ottime alla brace e in questo caso vanno eviscerate senza però squamarle. Sono protagoniste di numerosi piatti regionali, preparate in saor, a beccafico, con la pasta, aperte a libro e cucinate a cotoletta.
  • Nota nutrizionale: particolarmente ricca di omega 3, è tra i pesci preziosi per la nostra salute, anche se poco apprezzata nonostante la bontà della polpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *