Focaccia dolce all’uva nera

La focaccia dolce all’uva nera è un dolce di origine contadina, ora che si avvicina il tempo della vendemmia questo è uno di quei dolci che non può mancare sulle nostre tavole. Ottima da gustare accompagnata da una buona tazza di tè caldo o per chiudere in dolcezza un dopo cena.

Focaccia dolce all’uva nera
Focaccia dolce all’uva nera
Focaccia dolce all’uva nera
Focaccia dolce all’uva nera
Focaccia dolce all’uva nera
Focaccia dolce all’uva nera

Ingredienti per 6 persone

500g di farina 00, 1 bustina di lievito di birra liofilizzato, 2 dl di latte, 60g di zucchero, 85g di burro, 2 uova, 2 cucchiai di Cointreau, 100g di cedro candito a dadini, 100g d’arancia candita a dadini, 25-30 grossi acini di uva nera, zucchero a velo.

Preparazione

Mettete 400g di farina setacciata a fontana sulla spianatoia, unitevi il lievito di birra liofilizzato, il latte tiepido, lo zucchero, il liquore, 1 uovo e 75g di burro morbido a pezzettini.

Incominciate a impastare gli ingredienti aggiungendo la restante farina a mano a mano che sarà necessari.

Quando l’impasto sarà ben omogeneo, formate una palla, mettetela in una terrina e incidetela a croce.

Coprite con un canovaccio e fate lievitare la pasta per circa un’ora in luogo tiepido.

Rimettete la pasta sulla spianatoia, rilavoratela incorporandovi la frutta candita, quindi sistematela in una teglia rettangolare ben imburrata.

Distribuitevi sopra gli acini d’uva, ben lavati e asciugati, facendoli affondare nella pasta.

Coprite di nuovo la pasta con un canovaccio e lasciatela lievitare sempre in u luogo tiepido per mezz’ora circa.

Cuocete in forno, preriscaldato a 220°C, per circa 15 minuti.

Uscite la teglia dal forno, spennellate la superficie della focaccia con il tuorlo rimasto allungato con poca acqua, quindi spolverizzate con zucchero a velo.

Continuate la cottura della focaccia per altri 5 minuti.

Spegnete e lasciatela nel forno ancora per una decina di minuti, facendo attenzione però che la superficie non scurisca troppo.

Servite la focaccia fredda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *