Bon bon di pandoro

I bon bon di pandoro sono un’ottima idea per smaltire il pandoro avanzato dalle feste natalizie. Piccoli, golosissimi dolcetti, facili da preparare, vi faranno fare un figurone conquistando tutti. Il pandoro tagliato a dadini viene impastato con panna fresca e marsala. Dall’impasto si ricavano delle piccole palline, che vengono rotolate nel cacao amaro e, infine decorate con ganache al cioccolato fondente, granella di nocciole, petali di mandorle, confettini colorati di zucchero e noci.

Bon bon di pandoro
Bon bon di pandoro

Bon bon di pandoro

Bon bon di pandoro
Bon bon di pandoro

Ingredienti per circa 20 bon bon

400gr di pandoro, 100ml di panna, 1 tazzina da caffè di marsala all’uovo.
Ingredienti per la crema ganache al cioccolato

100ml di panna fresca, 100gr di cioccolato fondente.

Ingredienti per decorare
1 cucchiaio di granella di nocciole, 3-4 gherigli di noci, mandorle in lamelle, confettini di zucchero colorati, cacao amaro.

Preparazione
Togliete la crosta esterna al pandoro, poi tagliatelo a dadini e mettetelo in una ciotola.

Aggiungete alla dadolata di pandoro la panna e il marsala. Impastate con le mani, fino ad avere un composto ben amalgamato e modellabile.

Ricavate dall’impasto tante palline grandi come noci.Rotolate ogni pallina di pandoro nel cacao amaro.

Sistemate le palline su un piatto foderato con carta da forno, mettetele in frigo e lasciatele riposare per almeno 30 minuti.

Versate in un tegamino la panna fresca, mettete sul fuoco e portate quasi ad ebollizione.

Quando la panna sarà a un passo dal bollore, togliete il tegame dal fuoco e aggiungete il cioccolato fondente tagliato a piccole scaglie, mescolate con una frusta fino al completo scioglimento e lasciate raffreddare.

Tirate fuori dal frigo i dolcetti, ora con l’aiuto di un cucchiaio versate un pò della crema al cioccolato su ogni bon bon, facendola colare anche sui lati.

Decorate i dolcetti con granella di nocciole, gerigli di noci, lamelle di mandorle e confettini colorati.

Disponete i bon bon in pirottini di carta, poi su un piatto da portata; quindi rimetteteli in frigo fino al momento di servirli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *