Marmellata di buccia di anguria

Non buttare le bucce dell’anguria, ecco un modo per utilizzarle come materia prima per ottenere una marmellata molto particolare che non si trova facilmente in commercio. Una conserva fatta in casa dal gusto fresco e leggermente speziato. Ottima a colazione e merenda da spalmare sul pane tostato. Perfetta per accompagnare un tagliere di formaggi o per preparare crostate. Questa marmellata vi sorprenderà per la sua semplice bontà e, stupirete di certo gli amici regalando loro un vasetto di questa bontà.

Marmellata di buccia di anguria
Marmellata di buccia di anguria
Marmellata di buccia di anguria
Marmellata di buccia di anguria
Marmellata di buccia di anguria
Marmellata di buccia di anguria

Ingredienti

2 Kg. di buccia d’anguria (peso netto), 600gr. di zucchero semolato, 2 mele golden, il succo di un limone, 1 bicchiere di acqua,1 stecca di cannella.

Preparazione

Prendete le buccie d’anguria e, con un coltellino ben affilato, eliminate la parte verde della buccie e gettatela via.

Tagliate ora tutto lo strato bianco a dadini regolari e, pesatene 2 chili.

Mettete le bucce in un tegame.Unite lo zucchero, la stecca di cannella e le due mele, sbucciate e tagliate a dadini e mescolate.

Aggiungete infine, il succo di un limone e un bicchiere di acqua.

Mettete la pentola sul fuoco e, fate cuocere per circa 1 ora a fiamma medio-bassa su un fornello medio e, a tegame semi coperto.

Mescolate spesso con un cucchiaio di legno e schiumate se necessario.

A fine cottura (per una marmellata piu’ cremosa), eliminate la stecca di cannella e, passate la marmellata al setaccio o con un mixer ad immersione.

Invasate la marmellata ancora calda nei barattoli sterilizzati in precedenza.

Chiudete ermeticamente i vasetti e,metteteli a testa in giù fino al raffreddamento.In questo modo si formerà il sottovuoto.

Etichettate i barattoli e riponeteli in dispensa, la marmellata si conserverà per 12 mesi.

Note:

Nonostante l’apparenza e’ una marmellata veramente squisita e anche molto economica perche’ permette di utilizzare le bucce dell’anguria che normalmente vengono buttate via.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *