Funghi cremosi

Contorno facile e veloce da preparare, per accompagnare un secondo piatto, sfizioso per dei crostini di pane da servire come stuzzicante antipasto caldo.

Funghi cremosi
Funghi cremosi

Funghi cremosi

Funghi cremosi
Funghi cremosi

Ingredienti per 4 persone

800gr di funghi champignon, 1 cipolla,1 mazzetto di prezzemolo, 250ml di latte, 3 cucchiai di farina, olio extravergine d’oliva, mezzo bicchiere di vino bianco, sale, pepe.

Preparazione

Pulite i funghi, spellate le cappelle ed eliminate la parte terrosa del gambo con le radichette e sciacquateli rapidamente sotto acqua fresca corrente per eliminare ogni residuo di terra, poi, affettateli.

Tritate finemente la cipolla e il prezzemolo e, metteteli a soffriggere in una padella con 2 cucchiai di olio d’oliva.

Aggiungete al soffritto i funghi, lasciate insaporire per un 5 minuti, mescolando poi, unite il vino e lasciate cuocere ancora per una decina di minuti.

Versate il latte in una terrina e con l’aiuto di una frusta incorporate per bene la farina facendo attenzione a non fare formare grumi.

Unute il composto di latte e farine nella padella con i funghi, mescolate per bene, unite una presa di sale e una spolverata di pepe e, fate amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Lasciate cuocere a fiamma bassa per alcuni minuti, cospargete la preparazione con 2 fili di prezzemolo tritato finemente, aggiustate di sale e di pepe.

 Servite il contorno di funghi cremosi ben caldo.
Note
Il prataiolo detto champignon (che in francese significa genericamente fungo) o, più propriamente, champignon de Paris (fungo di Parigi). Presenta gambo cilindrico non bombato e cappello a cupola. Di piccole dimensioni, ha colore biancastro o nocciola (cremino) ed è il più diffuso.

I funghi si puliscono con un panno inumidito, eliminando con un coltellino eventuali residui terrosi. Se necessario, si passano velocemente in poca acqua tiepida e si asciugano immediatamente.

Acquisto: i funghi all’atto dell’acquisto devono essere sodi, integri, esenti da forellini e al tatto risultare morbidi, ma non molli. Inoltre devono essere intensamente profumati.
I funghi coltivati sono in genere commercializzati in confezioni con riportata la data entro cui consumarli. Di fatto possono rimanere in frigorifero anche quattro giorni, cominciando però un processo di disidratazione.

Nota nutrizionale: danno un trascurabile apporto calorico e sono ricchi di Sali minerali quali potassio, fosforo e selenio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *