Frittata con patate e olive

La frittata di patate e olive nere è la ricetta semplice e veloce da preparare. Ottima ideale per un secondo piatto molto stuzzicante.

Frittata con patate e olive

Ingredienti per 4 persone

8 uova, 3 pomodori, 300gr di patate non farinose, 80gr di olive nere, 6 cucchiai di caciocavallo grattugiato,

1 cipolla, 1 ciuffo di prezzemolo, 2 cucchiai di latte, olio extravergine d’oliva sale, pepe.

Preparazione

Lessate le patate in acqua salata inizialmente fredda per 30 minuti dal bollore. Tritate finemente la cipolla e fatela rosolare in un tegame con 4 cucchiai d’olio per 3-4 minuti.

Bagnate la cipolla con 1 mestolo di acqua calda, coprite e lasciate stufare per 5 minuti. Dividete i pomodori a metà, privateli dei semi e riduceteli a striscioline.Tritate grossolanamente il prezzemolo.

Scolate le patate, lasciatele intiepidire e tagliatele a fettine, poi aggiungetele alla cipolla e continuate la cottura per un paio di minuti. Fate raffreddare.

Sbattete leggermente le uova con il latte. Unite le patate, i pomodori, le olive, il prezzemolo, il caciocavallo, un pizzico di sale, una spolverata di pepe.

Versate il composto in una padella oliata da 20-22 cm di diametro.

Fate cuocere la frittata con patate e olive  finchè si sarà rassodata nella parte inferiore, poi girate la frittata e portatela a cottura. Servite la frittata calda o tiepida.

Note:

La patata è un grosso tubero ricco di amido che nel mese di giugno raggiunge la piena maturazione.

Acquisto:

tutte le varietà di patata non devono presentare germogli, che sono tossici, né parti colorate di verde, che comunque andrebbero eliminate.

Impiego:

la patata a pasta gialla si taglia a grossi dadi e si uniscono a spezzatini di carne come goulash. Sono inoltre ingredienti di minestre che prevedono una lunga cottura. Sono quelle da scegliere per la preparazione in insalata, servite fredde condite con aglio, prezzemolo, olio e aceto, oppure in insalata russa.

Tutte le patate si possono friggere; è consigliabile però metterle a bagno, dopo averle affettate, quindi asciugarle bene per eliminare l’amido che non permette la formazione dell’irrinunciabile crosticina. Le patate si sbucciano prima di cuocerle, a meno che non si preparino intere bollite, al forno o cotte sotto la cenere. Rappresentano la farcia di tortelli di varie regioni, come i culurgiones sardi.

Nota nutrizionale: le patate contengono proteine, aminoacidi, potassio, solanina (un alcaloide tipico di questo ortaggio) e vitamina B. hanno azione ipotensiva e alcalinizzante, e pertanto contrastano la gastrite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *