Pasta con broccoli arriminati

La pasta con i broccoli “arriminati”. A Palermo, quando si parla di broccoli, intendiamo i cavolfiori, detti “vruocculi”. E’ un primo piatto tipico della cucina siciliana, un must a Palermo. Una ricetta semplice, gustosa e ricca di sapori. Il termine “arriminato” significa mescolato (o mantecato) e deriva dall’atto del continuo mescolare che serve a rendere cremoso questo condimento fatto di broccoli (ovvero cavolfiori), addolciti dalla cipolla, dall’uva passa, dai pinoli, dallo zafferano che colora e profuma, dalle sarde salate (acciughe) che rendono il piatto un tripudio di sapori e profumi. La pasta tipica che si accompagna a questo condimento è il bucatino o la margherita. Per una preparazione perfetta la pasta dovrà essere cotta nell’acqua in cui avrete fatto, precedentemente, sbollentare i broccoli. Deve essere al dente, per evitare che in tegame con i broccoli, quando andremo ad arriminarla (mantecarla) scuocia. Per completare questo piatto non deve mancare ”a muddica atturrata” cioè il pangrattato tostato in padella con olio; la muddica viene spolverizzata sopra la pasta, prima di portarla a tavola. Una sorta di Parmigiano primordiale, povero ma estremamente buono. Provare per credere.

 

Pasta con broccoli arriminati
Pasta con broccoli arriminati
Ingredienti pasta con i broccoli aiiminata
Ingredienti pasta con i broccoli aiiminata
Pasta con broccoli arriminati
Pasta con broccoli arriminati

Ingredienti per 4 persone: 320gr di pasta (margherita o bucatini), 1piccolo broccolo, 1 cipolla, 4 acciughe sott’olio, 2 cucchiai di pinoli, 1 cucchiaio di uva passa, 1 bustina di zafferano, 100gr di pangrattato, olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione: Pulite il cavolfiore, dividetelo in cimette lavatelo con cura e lessatelo per una decina di minuti in acqua bollente salata. Scolate il cavolfiore al dente e conservate l’acqua di cottura nella quale cuocerete la pasta.

In un tegame fate imbiondire la cipolla tritata finemente con 2-3 cucchiai d’olio aggiungere i filetti delle acciughe sott’olio e scioglietele nel condimento a fuoco basso. Aggiungete i broccoli al soffritto e fateli insaporire per alcuni minuti.

Unite le passoline e i pinoli, un pizzico di zafferano sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda, una presa di sale, una spolverata di pepe e 2 mestoli di acqua di cottura del cavolfiore. Fate cuocere a fuoco moderato per una decina di minuti.

Appena la conza (condimento) avrà raggiunto la giusta densità, levate dal fuoco. Togliete dal tegame una parte di condimento, tenetela da parte (vi servirà alla fine per condire la pasta dopo averla arriminata (mantecata) in tegame.

In un padellino antiaderente tostate il pangrattato con un filo d’olio d’oliva, tenete la fiamma bassa e mescolate continuamente fino a che diventerà di un bel colore dorato.

Cuocete la pasta nell’acqua in cui avete bollito il cavolfiore,scolatela al dente, poi, trasferitela nel tegame con i broccoli e arriminatela (mantecatela) per circa 2 minuti. Servite la pasta con i broccoli arriminati calda, con un bel mestolo di condimento sopra e una spolverata di pangrattato tostato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *