Caponata di melanzane

La caponata è un prodotto tipico della gastronomia siciliana. Si tratta di un insieme di ortaggi fritti (per lo più melanzane), conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce. Ne esistono numerose varianti, a seconda degli ingredienti: le ricette “classiche” raccolte in tutta l’isola sono ben 37. La caponata, diffusa in tutto il Mar Mediterraneo, è generalmente utilizzata oggi come contorno o antipasto, ma sin dal 1700 costituiva un piatto unico accompagnata dal pane.

Caponata di melanzane
Caponata di melanzane

Caponata di melanzane

Caponata di melanzane
Caponata di melanzane

Ingredienti per 4 persone

4 melanzane nere, 1 costa di sedano, 1 cipolla, 100gr di olive verdi snocciolate, 1 cucchiaio di capperi, 2 cucchiai di pinoli, 1 cucchiaio di passolina (uvetta), olio extravergine d’oliva, 500ml di salsa di pomodoro, mezzo bicchiere d’aceto di vino bianco, 2 cucchiai di zucchero, sale, pepe, olio di girasole per friggere.

Preparazione

Lavate le melanzane e tagliatele a dadi, mettetele per un’ora in un colapasta, cosparse di sale, a perdere l’acqua di vegetazione.

Sciacquate le melanzane e fatele sgocciolare per bene, poi friggetele in abbondante olio di semi di girasole caldo.

Quando le melanzane saranno dorate, sgocciolatele e ponetele su carta assorbente da cucina.

Lavate il sedano, quindi tagliatelo a tocchetti e infine mettetelo in un tegame assieme alla cipolla tagliata grossolanamente, ricoprite il tutto a filo con l’acqua.

Lasciate cuocere a fiamma moderata fino a far prosciugare tutta l’acqua, quindi aggiungete 3-4-cucchiai di olio extravergine d’oliva e soffriggete la cipolla e il sedano per alcuni minuti.

Aggiungete le olive snocciolate, le passoline, i pinoli e i capperi dissalati; salate e pepate, e fate cuocere per 10 minuti su fiamma moderata.

Unite la passata di pomodoro, una presa di sale e una spolverata di pepe, mescolate bene e fate cuocere e addensare la salsa per circa 10-15 minuti.

Appena la salsa avrà raggiunto la giusta densità, unite lo zucchero e l’aceto, alzate la fiamma e lasciate cuocere ancora per 2-3 minuti, il tempo necessario per fare evaporare l’aceto, poi spegnete il fuoco.

Mescolate la salsa agro-dolce alle melanzane sgocciolate e, rimestate delicatamente, poi, mettete la caponata su un piatto da portata. Lasciate raffreddare completamente la preparazione prima di servire.
Note
L’etimologia deriverebbe dal “capone”, nome con il quale in alcune zone della Sicilia viene chiamata la ‘lampuga’, un pesce dalla carne pregiata ma piuttosto asciutta che veniva servito nelle tavole dell’aristocrazia condito con la salsa agrodolce tipica della caponata.
Il popolo, non potendo permettersi il costoso pesce, lo sostituì con le economiche melanzane. Ed è questa la ricetta giunta fino a noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *