Sfincione di patate

Lo sfincione di patate è uno dei piatti della gastronomia da strada siciliana più noti ed apprezzati ,estremamente gustoso e facile da fare .

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di farina 00, 400g di patate, 3 cubetti di lievito di birra (75g),200g di primo sale ( o caciocavallo fresco) a fettine sottili, 200g di salame a fette tipo Napoli, olio extravergine d’oliva, pangrattato, sale, pepe.

Preparazione :

  • Lavate le patate, mettetele a bollire con tutta la buccia, in una pentola con acqua fredda salata.
  • Quando saranno cotte , fatele intiepidire, poi pelatele e passatele allo schiacciapatate.
  • Mettete la purea ottenute in una capace ciotola, unite il lievito di birra sciolto in pochissima acqua tiepida, aggiungete la farina, il sale, il pepe e amalgamate bene tutti gli ingredienti, aggiungete un poco d’acqua tiepida se sarà necessario in modo da ottenere un composto omogeneo e non troppo morbido.
  • Spolverizzate il composto con un poco di farina, dategli la forma di una pagnotta e avvolgetela in un foglio di pellicola da cucina, e lasciate lievitare l’impasto per almeno 2 ore.
  • Ungete il fondo e le pareti di una teglia con un poco d’olio extravergine d’oliva, poi , spolverizzatela di pangrattato.
  • Dividete a metà l’impasto, stendete la prima metà sulla teglia, avendo cura di rivestire l’intera superficie , poi, formate uno strato con le fette di salame, e uno strato di primosale (tenete da parte qualche fettina di formaggio che vi servirà per la rifinitura).
  • Ricoprite il tutto con l’altra parte di composto(che avete tenuto da parte) avendo cura di sigillare bene i bordi.
  • Adagiate sullo sfincione le fettine di formaggio che avete messo da parte, spennellate l’intera superficie con olio d’oliva e infine spolverizzate con il pangrattato. Mettete in forno già caldo a 200°C per circa 30 minuti, o fino a quando la superficie non sarà dorata.
  • Lasciate intiepidire 5 minuti prima di servire lo sfincione a fette spesse.

2 commenti


  1. Blog fatto davvero bene. Se posso permettermi di dare un piccolo consiglio, cercherei di implementare meglio la funzionalit

    Rispondi

  2. Ottimo articolo, ne faro’ un punto di riferimento, chissa’ che quanto letto non possa aiutare anche me.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *