Home

Written by admin on luglio 18, 2016

Logo Pasticciona 2013

Ciao sono Teresa, abito a Palermo la città dove sono nata, sono appassionata di cucina ed esperta in ricette tipiche della mia città.Benvenuti nella mia cucina.Mi piace pensare che questo mio spazio, possa ricordare a tutti i Siciliani che si trovano lontani dalla loro terra, le grandi e antiche tradizioni gastronomiche della Sicilia e perchè no, sentirsi un po’ più vicini a casa, attraverso aromi e sapori che una volta provati, rimangono indelebili nel cuore e sopratutto… nella pancia!

                                                                                                                                              La Pasticciona

                          uvapassa59@gmail.com

Gelo ri muluni ( anguria)

Il gelo di anguria o di melone (in dialetto” gelo ri muluna” ) è un dolce al cucchiaio tipico siciliano. A Palermo il gelo si prepara  per tradizione il giorno di Santa Rosalia, il 15 luglio per il festino, per il giorno di ferragosto ma anche per combattere il caldo estivo. Dolce molto fresco e aromatico, facile da fare, rinfrescante e dissetante. È una specie di semifreddo al cocomero, molto colorato bello da vedere e buono da gustare aromatizzato con vaniglia e cannella, e decorato con pistacchi tritati e gocce di cioccolato amaro ; quest’ultimo per imitare la presenza dei semi d’anguria.

Gelo ri muluni ( anguria)

Gelo ri muluni ( anguria)

Dolcetti alle mandorle

I dolcetti alle mandorle sono un classico della pasticceria Siciliana. Deliziosi morbidi e profumati si sciolgono letteralmente in bocca. Perfetti a fine pasto per accompagnare un buon caffè, da gustare con il the’ o quando si ha voglia di qualche cosa di dolce e vogliamo viziarci un po’.Possono essere usati come piccolo pensiero home made che sarà certamente molto gradito. La loro dolcezza catturerà proprio tutti !

Dolcetti alle mandorle

Dolcetti alle mandorle

Melanzane sott’olio

La Conserva di Melanzane sott’olio è una delle classiche conserve di verdure della cucina Siciliana, che permette di avere delle ottime melanzane per tutto l’inverno. Con melanzane, aceto di vino bianco, olio di semi di girasole, aglio e menta. Ideali per farcire bruschette o  servire come  antipasto casereccio. Sono poi davvero utili e comode per ospiti inattesi o da regalare agli amici per  Natale.

Melanzane sott’olio

Melanzane sott’olio

Sarde a linguata

Le sarde a linguata è un piatto tipico della cucina siciliana, il cui ingrediente principale è per l’appunto la sarda , eccezionale pesce azzurro. In questa ricetta troviamo l’accostamento fra cucina ricca e povera. Difatti questo piatto non è altro che la modifica  di quello, più prelibato, servito nelle case nobiliari Siciliane. Il popolo, composto perlopiù da gente povera, non avendo la possibilità economica di acquistare pesci pregiati come la sogliola, decise di rinnovare quel piatto eccezionale a modo proprio, pensarono bene di utilizzare una variante meno costosa, ma ugualmente saporita: Sarde, diliscate e aperte a libro, messe a macerare nell’aceto , poi infarinate e fritte. Avevano così la sensazione di mangiare un pesce più fine, perché gli davano la parvenza di una sogliola. Il fatto di mettere a marinare nell’aceto le sarde prima di friggerle , era un rimedio antico che serviva per correggere il gusto del pesce che, la povera gente acquistava di scarsa qualità, per risparmiare. La preparazione di questa ricetta è semplice, racchiude tutti i sapori della cucina tipica palermitana ed è rimasta immutata nel tempo.

Sarde a linguata 1

Ricci di mare

Ricci di mare 7

Melanzane ammuttunate (steccate)

Melanzane ammuttunate (steccate) 1

Peperoni arrostiti

Peperoni arrostiti 9

Pappardelle con cozze e seppie

Le pappardelle con cozze e seppie, un ottimo primo piatto della cucina di pesce che profuma di mare. Una ricetta gustosa e facile da fare che conquisterà il palato dei vostri invitati!

Pappardelle con cozze e seppie 6

Millefoglie di melanzane

Ottimo  piatto,  molto fresco e veloce da preparare che può essere servito come antipasto o come contorno.

Millefoglie di melanzane

Millefoglie di melanzane

Babbaluci con aglio e prezzemolo

I babbaluci o lumache con aglio e prezzemolo sono una specialità palermitana. A Palermo è tradizione mangiarle soprattutto durante il festino di Santa Rosalia, Santa Patrona della città, che liberò gli abitanti dalla peste del 1624. I festeggiamenti del festino durano tre giorni dal 13 al 15 luglio ,durante questi giorni nelle  vie più popolari di Palermo, ed in particolar modo al Foro Italico luogo dove si conclude il festino, fra sfilata del carro della Patrona, dove la religione si fonde con il folklore e durante le celebrazioni tra le bancarelle si consumano piatti tipici, uno di questi appunto sono i babbaluci.

Babbaluci con aglio e prezzemolo

Babbaluci con aglio e prezzemolo

Pasta con i tenerumi

I tenerumi sono i germogli delle zucchine lunghe che, in alcuni paesi dell’entroterra siciliana , sono detti “caddi di cucuzza”.
Questa verdura è ritenuta, oltre che di facile digeribilità, anche molto rinfrescante e leggera. Anzi è uso comune consumarla per far riposare lo stomaco.
Nel gergo locale, infatti, con ” manciàri pasta chi tinnirùma” si indica un mangiare fatto di niente.

Pasta con i tenerumi

Pasta con i tenerumi

Fagottini rustici

Fagottini rustici

Fagottini rustici

Purpu a strascinasale ( polpo lesso )

Purpu a strascinasale ( polpo lesso )

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana

 Il gateau (Gattò) di patate con ragù alla siciliana, è uno dei piatti speciali che la cucina siciliana ha tramandato di generazione in generazione.Il gattò di patate, infatti non è altro che un sformato di patate, condito con il classico ragù alla siciliana con i piselli, lo stesso che si usa per farcire le fantastiche arancine o i famosi anelletti al forno.Questo piatto in particolare viene preparato da tutte le famiglie Siciliane per la festa di Santa Lucia, il 13 dicembre, ma è un ottimo piatto da preparare tutto l’anno.Questo particolare timballo si può anche gustare presso le rosticcerie più alla moda, in due varianti diverse da quella finora descritta, la prima variante è farcita con melanzane fritte, primo sale e caciocavallo, la seconda versione contiene rimasugli di salumi e formaggi da noi chiamata ‘Pizzami’.In ogni modo, è un piatto molto sostanzioso, si serve come piatto unico e si può gustare sia caldo che freddo, le tre versioni sono abbastanza gradevoli da vedere e soprattutto da assaporare.

Gattò (Gateau) di patate con ragù alla siciliana 7

Girasole di pane

Girasole di pane

Girasole di pane

Alivi cunzati ( olive condite )

Alivi cunzati ( olive condite )

Alivi cunzati ( olive condite )

Sarde a beccafico

Sarde a beccafico

Sarde a beccafico

Rotolo alla ricotta

Rotolo alla ricotta

Rotolo alla ricotta