Sarde gratinate

Le sarde gratinate al forno sono un secondo piatto sano e gustoso, ottime da servire anche come antipasto, soddisferanno anche i palati più esigenti. Ricetta semplice da preparare, economica e salutare. Le sarde appartengono alla grande famiglia del pesce azzurro, facili da reperire, a buon mercato e salutari per l’organismo perché contengono buone quantità di grassi polinsaturi omega-3.

Sarde gratinate
Sarde gratinate

Sarde gratinate

Sarde gratinate
Sarde gratinate

Ingredienti per 4 persone

1kg di sarde, 150gr di pangrattato, 4 acciughe sotto sale, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, 2 limoni, 3 foglie di alloro, 1\2 bicchiere di olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione

Pulite le sarde, apritele a libro e diliscatele.  Lavate bene le sarde sotto l’acqua corrente e, asciugatele con carta da cucina.

Cospargetele di sale e tenete da parte.Scaldate due terzi dell’olio in una padella e scioglietevi le acciughe, dissalate e senza lisca; fate intiepidire il condimento e aggiungete 120g di pangrattato, un trito di aglio e prezzemolo, il succo dei limoni e una spolverata di pepe.

Ungete il fondo di una teglia; cospargetelo con una foglia di alloro spezzettata e distribuitevi sopra uno strato di sarde.

Distribuite su ognuna di esse un cucchiaino di pane aromatico e, coprite con altri pesci. Spolverizzate la superficie con il pangrattato aromatizzato rimasto e, irrorate con un filo d’olio.

Infornate a 180°C per circa mezz’ora.
Note:
La sarda o sardina è un piccolo pesce molto diffuso nei nostri mari, di colore azzurro bluastro con riflessi verdi e ventre bianco argentato, lungo sino a 20 centimetri. Ha la bocca ben sviluppata e obliqua e corpo coperto di squame.

È presente sul mercato molti mesi dell’anno ed è molto apprezzato nei mesi autunnali e primaverili.

Impiego:

le sardine, sono protagoniste di numerosi piatti regionali, preparate in saor, a beccafico, con la pasta, aperte a libro e cucinate a cotoletta.

Nota nutrizionale: particolarmente ricca di omega 3, è tra i pesci preziosi per la nostra salute, anche se poco apprezzata nonostante la bontà della polpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *