Risotto con zucchine allo zafferano

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 350g di riso per risotti, 6 zucchine con il fiore, 1 bustina di zafferano, 1 cipolla, 8 cucchiai di caciocavallo grattugiato, 1\2 bicchiere di vino bianco secco, brodo, 20g di burro, 6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale, pepe.

Preparazione:

  • Separate i fiori dalle zucchine e tagliatele a listerelle, poi riducete a rondelle le zucchine.
  • Sbucciate la cipolla, tritatela finemente e rosolatela a fuoco dolce in un tegame con 4 cucchiai d’olio.
  • Unite le zucchine e lasciatele cuocere per 3-4minuti, poi aggiungete i fiori, salate e cuocete ancora per 1-2 minuti.
  • Fate tostare il riso in una casseruola a parte con l’olio rimasto per 2 minuti, mescolando.
  • Bagnate con il vino, che farete evaporare, poi con 2 mestoli di brodo caldo, in cui avrete sciolto lo zafferano,e continuate la cottura per 10 minuti, aggiungendo altro brodo man mano che viene assorbito.
  • Unite le zucchine con i fiori portate a cottura. Mantecate il risotto con il burro e il caciocavallo, copritelo e lasciatelo riposare per 2 minuti. Completate con un po’ di pepe e servite.
  • Note: Appartiene alla stessa famiglia della zucca, melone, cocomero e cetriolo. Il frutto è generalmente allungato, ma può essere anche tondo. La buccia è verde con tonalità chiare o scure. Il sapore delicato, quasi neutro. Tra le varietà si ricordano: la zucchina trombetta, diffusa nella Liguria ponentina, con le estremità leggermente rigonfie; la romana, lievemente curva e ben sfaccettata, di colore verde chiaro; la lunga fiorentina, di colore da verde chiaro a verde intenso, che viene commercializzata con il fiore; la verde di Milano, di colore verde scuro e forma allungata; la tonda di Nizza, di forma globbosa, leggermente schiacciata ai poli, di colore verde scuro.
  • Acquisto: deve essere integra, soda, non flessibile; da acquistare , se si offre l’opportunità, quelle novelle, piccole, dotate di fiore, presenti sul mercato anche in aprile.
  • Impiego: le zucchine si possono consumare crude in insalata, meglio se novelle, tagliate alla julienne. Si prestano inoltre a ogni genere di cottura: fritte:, trifolate, al forno (per esempio ripiene), bollite, al vapore. Si utilizzano nei sughi e nelle frittate.
    Nota nutrizionale: ricche di Sali minerali e di vitamine, contengono carotenoidi che svolgono un’azione antiossidante. Sono molto digeribili, quindi adatte anche ai bambini e agli anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *